In Egitto è uscita una nuova edizione de “Le mille e una notte”.

“Avvocati senza restrizioni” (محامون بلا قيود) è una lega-movimento di avvocati egiziani alla cui testa si trova Magdi `Abd el-Halim e il cui principale obiettivo è battersi “contro la corruzione del Foro”.

Che cosa c’entrano queste due cose fra loro?

Lo scorso primo maggio su Orbit un rappresentante del raggruppamento, Ayman Abd el-Hakim, ha chiesto di confiscare la nuova edizione de “Le mille e una notte” perché contiene frasi oscene e peccaminose.

Ayman

Ecco spiegato il termine “corruzione” (in arabo fisad)  di cui sopra.

La levata di scudi non si è fatta attendere (vedi qui).

Rimane però un certo amaro in bocca nel pensare che uno dei più blasonati testimoni del passato arabo-islamico, una delle più importanti, se non la più importante opera collettiva della storia, venga presa di mira oggi per i suoi contenuti “erotici”.

E pensare che “Le mille e una notte” è un libro già calmierato da secoli di elaborazione, un’opera addirittura “morigerata” in rapporto a molti altri testi che le vecchie biblioteche islamiche ci hanno restituito.

E’ vero, una parte dell’islam “colto” – principalmente l’islam dei dotti (`ulama’) di Stato – ha sempre guardato con distanza certe espressioni del genio popolare.

Ma dall’alto di una cultura raffinata per quanto bacchettona, non dalla prospettiva di un purismo becero e ignorante.

Qui siamo arrivati al punto che un avvocato egiziano si sveglia un mattino del 2010, passa in libreria e scopre che mille anni fa dicevano “cose oscene” grazie alla 200a edizione di un libro.

Harun al-Rashid si rivolterà nella tomba.

A quando la censura delle canzoni “troppo spinte” di Umm Kultum?

Ecco: prima, molto prima di parlare del “velo” nel mondo islamico, bisognerebbe interrogarsi su dinamiche come questa.

Su come, dopo i secoli delle colonie e il secolo delle dittature, una società come quella egiziana si trova a discutere idiozie del genere.

p.s. Certo, anche noi abbiamo il nostro bel da fare con i Giovanardi del caso…

https://i1.wp.com/in30secondi.altervista.org/wp-content/uploads/2010/05/www-bilakoyod-net_img_t1430.jpg?fit=325%2C225https://i1.wp.com/in30secondi.altervista.org/wp-content/uploads/2010/05/www-bilakoyod-net_img_t1430.jpg?resize=150%2C150Lorenzo DeclichIn 30 secondicostumi sessuali,egitto,islam,sessualità
In Egitto è uscita una nuova edizione de 'Le mille e una notte'. 'Avvocati senza restrizioni' (محامون بلا قيود) è una lega-movimento di avvocati egiziani alla cui testa si trova Magdi `Abd el-Halim e il cui principale obiettivo è battersi 'contro la corruzione del Foro'. Che cosa c'entrano queste due cose...