Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Non si ferma (rivolta in Tunisia, 3)

2010-12-30
By

Sebbene Ben Ali abbia sostituito il Ministro della gioventù la rivolta in Tunisia non coinvolge solo i giovani.

A Tunisi, Sidi Bouzid e a Jendouba hanno manifestato anche gli avvocati, per esempio.

A Jendouba è stato arrestato Mouldi Zoubi, un giornalista di Radio Kalima (vietata in Tunisia), che è nel mirino del regime da molto tempo (qui, qui, e qui).

La repressione si fa più violenta e altri ragazzi emulano Mohamed Bouazizi, il ventiseienne che lo scorso 17 dicembre si è dato fuoco di fronte alla Prefettura di Sidi Bouzid per protestare contro la confisca del suo banchetto di frutta e legumi, scatenando la rivolta.

Un altro giornalista è stato arrestato a Gafsa.

Osservatorio Internazionale per i diritti pubblica, insieme a una testimonianza della famiglia di Mohamed, l’ultimo messaggio del ragazzo su FB:

Me ne vado, mamma, perdonami, i rimproveri sono inutili, mi sono perduto lungo un cammino che non riesco a controllare, perdonami se ti ho disobbedito, rivolgi i tuoi rimproveri alla nostra epoca, non a me, io me ne vado e la mia partenza è senza ritorno, io non ne posso più di piangere senza lacrime, i rimproveri sono inutili in quest’epoca crudele, su questa terra degli uomini, io sono stanco e non mi ricordo niente del passato, me ne vado chiedendomi se la mia partenza mi aiuterà a dimenticare.

A nulla, ovviamente, è servita la visita di Ben Ali a Mohamed in ospedale:

La rivolta non si ferma (altre notizie qui). Qui c’è un tentativo di calendario delle manifestazioni.

Qui c’è una raccolta di slogan.

Eccone qualcuno:

وزارة الداخلية إدارة ارهابية

Ministero dell’interno, Direttivo del terrorismo

يا مواطن إيجا معنا ضد القمع و الاهانة

Cittadino, manifesta insieme a noi contro la corruzione e l’umiliazione

تونس شعب لا حكومة

La Tunisia è un popolo non un governo

Un update continuo, con diversi video, lo trovate anche qui.

Tags: , , , , , , , ,

2 Responses to Non si ferma (rivolta in Tunisia, 3)

  1. darmius on 2010-12-30 at 09:25

    temo, tristemente, che finché non ci scappano i morti queste azioni saranno ancora circondate dal silenzio internazionale…
    D

    • minos on 2011-01-01 at 20:51

      temo che se i morti non saranno turisti europei, si continuerà a non parlarne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Archivi

 
'