Mubarak: soldi congelati o spostati?

Mentre il mondo si chiede se Mubarak sia in coma o meno, gli spiones di DEBKAfile dicono che l’ex-dittatore e la sua famiglia hanno spostato dai 20 ai 70 miliardi di dollari da banche europee a banche saudite.

Sospettavo che l’ultimo discorso di Hosni fosse una buffonata fatta apposta per non destare timori di fuga (di persone e/o di capitali).

In fondo Ben Ali si era comportato proprio in quel modo, rispettando i dettami del Tyrant for Dummies: dici che non ti dimetti così puoi darti facilmente alla fuga, o puoi mettere al sicuro i tuoi soldi, senza che nessuno ti pedini.

Comunque, se davvero fosse così:

  1. il congelamento dei beni di Mubarak, auspicato dall’Europa, sarebbe tardivo;
  2. l’operazione sarebbe probabilmente il frutto di un accordo segreto (tipo: tu te ne vai coi soldi, ma te ne vai);
  3. l’Arabia Saudita diventerebbe sempre più il paese canaglia per eccellenza;
  4. le speranze degli egiziani di rivedere i propri soldi svanirebbero definitivamente.