Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Libia, Algeria, Tunisia: Gazprom, ENI, Sonatrach

2011-02-18
By

Mentre entrano in Libia grazie a ENI i russi di Gazprom si dichiarano “preoccupati” per ciò che sta avvenendo in Libia e in Algeria, augurandosi che tutto si risolva al più presto senza il verificarsi di “eventi radicali”.

Gazprom ha grossi interessi in Algeria, in associazione con la tentacolare e iper-corrotta Sonatrach algerina.

Gli algerini sono contro la corruzione e in special modo non digeriscono la gestione corrotta delle loro risorse naturali.

Intanto Scaroni, di ENI, dice – a margine di un incontro con le autorità tunisine organizzato alla Farnesina – che: “Pensiamo di investire in Tunisia 500 milioni di dollari nei prossimi 3 anni” (fonte).

Speriamo che non facciano entrare Gazprom anche in Tunisia.

Tags: , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Archivi

 
'