Meet me in the Siryan waters

Non avevo dato la notizia che la portaerei USS George H.W. Bush (sì, proprio George H.W. Bush) era entrata in acque territoriali siriane lo scorso 23 novembre. Non l’avevo data perché la fonte era DEBKAfile e, come probabilmente saprete, DEBKAfile spesso depista. Secondo il sito di spioni israeliani in quegli stessi giorni 3 navi da guerra russe erano in rada nel porto di Tartus e una portaerei, la Admiral Kuznetsov, stava arrivando.

Oggi, 7 dicembre, invece la notizia la do, anche se la suddetta portaerei facente rotta verso la Siria  è stata individuata nel Canale di Suez quindi, se dovessimo dar credito a DEBKAfile, questa dovrebbe essere tornata indietro facendo il giro dell’Africa.

Comunque: sembra proprio che in acque siriane si muovano navi da guerra di quelle che erano solo vent’anni fa le due superpotenze.

Sulla presenza di navi russe scriveva Globalist lo scorso 28 novembre. Sulla presenza di navi americane si attendono analisi  che io, al momento, non sono in grado di fare. Immagino, però, che si tratti di un balletto di deterrenza vecchio stile.