A caccia in Tanzania

È una sera come tante altre sugli altipiani dell’Africa orientale. Così mi sembra particolarmente insolito ricevere un sms che mi dà il benvenuto negli Emirati Arabi Uniti: “Etisalat vi offre la miglior copertura di rete e tanti altri servizi impareggiabili. Vi auguriamo un piacevole soggiorno negli Emirati” (fonte).

Il brano è tratto da un articolo dell’Observer, tradotto da SMA.

L’articolo racconta la storia di un’area della Tanzania in cui vivono, o vivevano, gruppi Masai.

Il luogo diventa un parco giochi per ricchi del Golfo, che si divertono ad andare a caccia.

I Masai vengono sfrattati.

Una storia simile accadeva in Mauritania, diversi anni fa.

I simpatici golfini andavano a caccia di gazzelle.

Ora bisogna ripopolare.

Alla faccia del turismo halal.