Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

In Qatar – 04.2 – La cultura culturale – Suq Waqif 2

2018-07-04
By

Circondata da grandi piazze vuote, l’intera area del suq Waqif è refrigerata da un mastodontico sistema di condizionamento.

Il clangore infernale del suo motore satura subito lo spettro sonoro di ognuno.

Siamo proprio là dove mandrie di SUV parcheggiano per depositare il loro carico umano.

E dove si suppone debbano iniziare a percepirsi i suoni caratteristici di un’umanità laboriosa intenta in piccoli, medi e grandi commerci.

Suoni che non percepiamo.

***

Appena entrati nel suq Waqif si nota immediatamente che vi sono addetti al trasporto merci.

Si tratta di individui dotati di carriola numerata e pettorina, abilitati ad operare grazie a regolare permesso.

Non è chiaro se si possano trasportare merci in altro modo, temo di no.

***

Sui pavimenti, tanto sono puliti, non faticherei a disporre il cibo per un picnic con mia figlia.

Seduto a un bar mi è inavvertitamente caduta una bottiglia di plastica per terra.

Non ho fatto in tempo a individuarla che già due spazzini le si erano avventati contro.

Uno di loro, il più lesto, l’ha catturata con uno strumento ideato appositamente per raccogliere cose da per terra e accartocciarle.

L’ha fatta scomparire nel suo stilosissimo secchio a rotelle rosa nuovo di pacca e profumato.

Ha sorriso sinistramente.

Ho provato pena per la bottiglietta. Ho urlato dentro me stesso: “libertà per le bottigliette di Doha”.

 


Questo pezzo fa parte di una serie. Tutti i pezzi di questa serie li trovate qui, nella categoria “Nel paese dei decostruzionisti“.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivi

 
'