Libia: i salafiti stavolta hanno la peggio

2012-09-11
By

Stavolta le hanno prese. Provavano a distruggere il mausoleo di Sidi al-Lafi, nella cittadina di al-Rajma, a 35 chilometri da Bengasi. I difensori del mausoleo si sono organizzati e ne hanno ammazzati tre. Mica può sempre andare liscia. Puntate precedenti qui.
Read more »

La Siria rasa al suolo (2)

2012-09-11
By

All’inizio di settembre segnalavo un articolo nel quale un ricercatore provava a dare i numeri della distruzione economica siriana. E’ da un po’ che mi inflitto la newsletter di “The Syria Report“, un sito che fa il monitoraggio dell’economia siriana. Strano destino quello dei siti che fanno marketing nel fornire informazioni economiche di paesi...
Read more »

La censura di _Z_

2012-09-10
By

E da qualche giorno che gira un’intervista a _Z_, un caricaturista tunisino. _Z_ dice che in Tunisia è cambiato poco o niente e che presto, se la legge sulla blasfemia sarà approvata, diventerà di nuovo un pericolo pubblico. Ciò che però mi ha colpito delle vicende narrate sul conto di _Z_ è il fatto...
Read more »

Meotti vs Lewis 0-0

2012-09-07
By

Riescono dal secchio ben due vecchie conoscenze dell’eurabismo nazionale e internazionale, Giulio Meotti e Bernard Lewis. Il primo, noto ultimamente come individuo dedito al plagio, scrive un articolo per l’uscita di un libro di memorie del secondo, l’ultranovantenne studioso di islam e medioriente che certo ha una certa autorevolezza accademica ma che tutti conoscono...
Read more »

Bibliografia (inglese) delle rivolte arabe

2012-09-05
By

Pomeps ha pubblicato una bibliografia delle rivolte arabe ma sul suo sito è suddivisa per “libri e articoli” mentre sul reader mi ritrovo una suddivisione tematica che trovo utile. La riproduco qui. Generale Ajami, Fouad. “The Arab Spring at One: A Year of Living Dangerously.” Foreign Affairs 91, no. 2 (2012): 56-65. Anderson, Lisa....
Read more »

Islamercato su “Tutto in 30 secondi”

2012-09-04
By

In ordine cronologico inverso tutti i post della categoria “islamercato” nel blog “Tutto in 30 secondi” Egitto. Fratellizzazione e finanza La Mecca sfigurata (3, #occupyMecca) Hamburger di cammello australiano a Toronto Il mito dell’economia islamica A caccia in Tanzania I capitali del Golfo e l’economia mondiale Morsi-Clinton: è andata bene, qualcuno pensava il contrario?...
Read more »

Egitto. Fratellizzazione e finanza

2012-09-04
By

Fra i temi espressi del “nuovo Egitto” c’è quello delle donne velate in televisione. Va bene, è un tema, lanciate allarmi, disinnescate i timori, fate un po’ come volete. Ma sul tema più ampio, cioè la Fratellizzazione dell’Egitto, ci si potrebbe togliere per un attimo il velo, la cortina che ci separa da una...
Read more »

La Mecca sfigurata (3, #occupyMecca)

2012-09-03
By

E’ venuto il tempo di occupare la Mecca. Lo dice Omid Safi su Tabsir, il blog di Daniel Varisco. I sauditi l’hanno deturpata, distrutta, trasformata in una Las Vegas. Il 95% degli edifici storici della città non esiste più. Al loro posto c’è una distesa di spazzatura commerciale. “Islamic style”. Leggete qui gli antefatti....
Read more »

Arabia Saudita. Manifestazioni a nord

2012-08-28
By

Questa volta non sono le minoranze sciite delle province orientali a manifestare. Sono “il popolo” della provincia di al-Jawf, vicino al confine con la Giordania. Chiedono la liberazione dei loro compagni in prigione.   Il video porta la firma di un “esercito elettronico“. Non sono solidali con chi manifesta ad al-Qatif, però. Anzi, appartengono...
Read more »

Hamburger di cammello australiano a Toronto

2012-08-28
By

Lo cucina un tunisino, che ci mette la sua speciale harissa. Va alla grande. E ovviamente è halal.
Read more »

Musulmani al plurale. La ricerca del Pew Forum

2012-08-24
By

Pew Research Center’s Forum on Religion & Public Life emana il proprio nuovo “The World’s Muslims: Unity and Diversity“. I ricercatori hanno lavorato con 80 lingue diverse, compiendo più di 38.000 interviste dirette, in 39 paesi e territori che, complessivamente, raccolgono il 67% dei musulmani nel mondo, il cui numero si aggira attorno al...
Read more »

Raccontare la storia in Medio Oriente (piccola recensione a “Controcorrente” di Ilan Pappe)

2012-08-24
By

Nella puntata dei Simpsons (episodio 3F20, “Much Apu about Nothing”) in cui il gestore indiano del Kwik-E-Mart, nonché immigrato clandestino, Apu Nahasapeemapetilon tenta di superare l’esame per la cittadinanza statunitense, si svolge questo dialogo: PROCURATORE: Bene, un’ultima domanda. Quale fu la causa della guerra di secessione? APU: In realtà le cause furono molteplici: a...
Read more »

Il mito dell’economia islamica

2012-08-23
By

Non me ne voglia Daniele Atzori, l’autore del libro, la cui ricerca trovo approfondita nella sua parte compilativa, ma questo “Fede e mercato: verso una via islamica al capitalismo?” (il Mulino, 2010), e in special modo la presentazione e il primo capitolo, ospita sostanzialmente una mitologia. Il titolo è rivelatore: fede e mercato, due...
Read more »

Al-Qaida, questa sconosciuta

2012-08-22
By

Molto divertente. Alcuni giornali israeliani (lo vengo a sapere da fonti in italiano, poi ho fatto una ricerchina in rete) qualche tempo fa hanno diffuso la notizia, poi smentita dalle autorità bulgare, che l’attentato di Burgas era stato rivendicato da una “organizzazione sconosciuta chiamata Qaidat al-Jihad”. Sconosciuta, testualmente. Per la cronaca Qaidat al-jihad (la...
Read more »

A caccia in Tanzania

2012-08-22
By

È una sera come tante altre sugli altipiani dell’Africa orientale. Così mi sembra particolarmente insolito ricevere un sms che mi dà il benvenuto negli Emirati Arabi Uniti: “Etisalat vi offre la miglior copertura di rete e tanti altri servizi impareggiabili. Vi auguriamo un piacevole soggiorno negli Emirati” (fonte). Il brano è tratto da un...
Read more »

Spiagge cinesi

2012-08-21
By

Ai cinesi non piace la persona abbronzata. Le donne cinesi, per non abbronzarsi la faccia quando vanno al mare, si mettono una maschera. Il ché le rende molto simili a personaggi del wrestling messicano. Inoltre, fanno mettere questa maschera in faccia alle loro figlie, oltre a coprirsi integralmente con indumenti che le proteggono dai...
Read more »

Come è cambiato il conflitto siriano

2012-08-21
By

Diversi sono gli spunti di riflessione importanti di questa nuova release dell’International Crisis Group sulla Siria. Il merito principale è quello di andare al di là della cronaca quotidiana, fatta di “tipping points” e “issues”, individuando ciò che davvero cambia nella struttura del conflitto. Primo: gli attori internazionali si sono rivelati molti bravi a...
Read more »

Terrorismo gheddafiano

2012-08-21
By

La modalità dell’attacco terrorista tramite autobomba è da molti anni appannaggio, nei paesi arabi e islamici, delle formazioni terroristiche di matrice islamica. Se si confermasse che l’attentato di Tripoli è opera di lealisti di Gheddafi saremmo di fronte a un fatto nuovo (c’è anche chi sostiene di aver ascoltato “la diretta” dell’attentato da alcuni...
Read more »

Infopal e la Siria

2012-08-10
By

Ecco come i simpatici di Infopal sintetizzano il pensiero di Thierry Meyssan, un uomo che non saprei come qualificare se non come “romanziere”, sulla Siria: La Siria si trova sotto un attacco incrociato da parte della stampa occidentale mainstream e di bande di mercenari, quasi completamente stranieri, al soldo dei governi occidentali di Francia, Germania, Stati...
Read more »

Arabia Saudita vs Siria 0-4

2012-08-07
By

Un po’ di sociologia dell’informazione. Sul mio reader, alla voce “Arabia Saudita” (ho collegato i feeds di google news rispondenti alla ricerca “arabia saudita” al mio reader) compare sempre di più e quasi esclusivamente pubblicistica riguardante la Siria. Ciò significa che si parla di Arabia Saudita solo in relazione alla Siria. Sfuggono a questa...
Read more »

Siria: un aggiornamento della situazione militare

2012-08-06
By

Alcuni aggiornamenti sulla situazione militare: 1) L’attentato alla Tv di stato odierno potrebbe dimostrare ulteriormente come esistano due guerre parallele, una dell’ESL e una dei terroristi. Va però detto che attaccare la TV sta diventando, purtroppo, una tattica standard della NATO e delle guerre moderne. La TV di stato Siriana si è distinta per...
Read more »

Nomadi delle steppe

2012-08-06
By

La prima cosa che si impara leggendo questo libro è che non è vero che vengono prima i nomadi e poi i sedentari. I nomadi e i sedentari vengono insieme, e spesso dei sedentari diventano nomadi. La seconda è che i membri di questi agglomerati umani nomadi non esisterebbero senza un cavallo e senza...
Read more »

La regola dei ribelli

2012-08-03
By

Un vero e proprio codice etico della rivoluzione armata è il testo diffuso oggi 3 agosto 2012 dai ribelli siriani anti-regime, che si impegnano a usare le armi prima di tutto “per difendere i siriani in rivolta”, a rispettare i diritti dei prigionieri, a non praticare alcun tipo di torture e violenze...
Read more »

Jihad vs Esercito Siriano Libero 2-2

2012-08-02
By

La letteratura su al-Qaida in Siria si fa sempre più difficile da maneggiare. Primo: c’è confusione fra jihadisti e qaidisti. Al-Qaida è un’organizzazione jihadista ombrello. Ha affiliati con nomi diversi. Ergo: ci sono jihadisti che non fanno parte di al-Qaida e jihadisti-qaidisti. Primo problema: qual’è la sigla (o quali sono le sigle) sotto cui...
Read more »

La guerra in Siria sulla rotta dei profughi

2012-08-02
By

I profughi misurano spesso le dimensioni e le caratteristiche dei conflitti. Il dramma dei profughi in Siria ci racconta che quella è una guerra, una guerra civile, e soprattutto che questa guerra civile, dopo le offensive dei ribelli nelle grandi città, ha compiuto il salto di scala definitivo. Tristemente gli appelli per una soluzione...
Read more »

Profeti di sventura

2012-08-02
By

Altro appunto che non riguarda se non di striscio il mondo islamico contemporaneo. Riguarda quelli che ogni giorno si esercitano nell’arte di predire il futuro, in qualsiasi sua forma. C’è un bel libro in proposito, è il Nassim Taleb e si chiama “Il cigno nero“. L’autore ci spiega, nel libro, che un lato importante...
Read more »

Controinformazione (il bambino e l’acqua sporca)

2012-08-01
By

Questo appunto non riguarda il mondo islamico contemporaneo se non in maniera latente. Però è necessario, perché negli ultimi tempi sono andato incontro a miriadi di personaggi strani, che inneggiano alla “controinformazione” in opposizione ai “media mainstream”. Allora. Dire “contro-qualcosa” è per certi versi come dire “post-qualcosa”. Entrambi i prefissi fanno riferimento a qualcosa...
Read more »

Olimpiadi. La sprinter saudita e la sua foto

2012-08-01
By
Olimpiadi. La sprinter saudita e la sua foto

Sara Attar, 17 anni, è una delle due ragazze saudite che partecipano ai giochi olimpici. Fa gli 800 metri. Sul suo profilo, nella pagina ufficiale di Londra 2012, appare un’icona al posto della sua faccia. Facendo una ricerchina si arriva però a questa immagine: Si arriva, però, anche a questa immagine: Pare la stessa...
Read more »

Vincitori e vinti in Libia

2012-07-31
By

Secondo l’ultima edizione (gratis) di Maghreb Confidential (n. 1027, 19 luglio 2012, p. 4) il Principe ereditario del Qatar si sta leccando le ferite dopo la sconfitta elettorale dei suoi amici in Libia. I suoi amici sono i Fratelli Musulmani e Abd el-Hakim Belhaj, che non ha vinto un seggio neanche per se stesso....
Read more »

I profughi palestinesi in Siria

2012-07-31
By

Inizia tutto nell’ottobre 2011, con la liberazione di Shalit, il militare israeliano catturato dal braccio armato di Hamas nel 2006. In cambio di Shalit, Hamas ottenne la liberazione di 1000 prigionieri palestinesi ma, al tempo, ci fu chi disse, e chi ribadì, che dietro le quinte fu siglato un altro accordo, che prevedeva l’abbandono...
Read more »

Le conseguenze dell’instabilità siriana

2012-07-31
By

Ci si è concentrati molto sul contesto internazionale che ha determinato la situazione siriana, il mantra delle ingerenze straniere ha fatto il giro di boa più volte. Turchia, Iran, “Occidente”, Israele, Arabia Saudita, Qatar, Cina, Russia, vecchie e nuove guerre fredde. Si è capito che una Siria instabile è stata considerata “il male minore”...
Read more »

Volti di Tahrir #10 – HANI

2012-07-30
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Siria: la Comunità di S. Egidio e la soluzione pacifica

2012-07-29
By

Siria: appello per una soluzione politica dalle opposizioni riunite a Sant’Egidio “Con la nostra volontà decidiamo il nostro destino. Con le nostre mani costruiamo il nostro futuro” 27 luglio 2012 – Comunità di sant’Egidio Fonte: Comunità di sant’Egidio – 26 luglio 2012 L’appello 1. La Siria sta vivendo la crisi più drammatica della sua...
Read more »

Volti di Tahrir #09 – AFAF

2012-07-28
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

La Siria dopo il 18 luglio

2012-07-26
By

Pare che in questi giorni fioriscano, o escano allo scoperto, nuovi gruppi di combattenti jihadisti in Siria. E che rinverdiscano, creando rumore di fondo, le “agenzie” che si occupano di terrorismo islamico, nutrite di nuova linfa. Colpisce che queste nuove formazioni nascano mentre vecchie formazioni, che fino a ieri venivano assimilate tout court ad...
Read more »

Volti di Tahrir #08 – HASAN

2012-07-26
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Seimila qaidisti

2012-07-26
By

Dove li metti li metti, l’importante è che siano seimila. SEIMILA, tuttomaiuscolo, come ci tiene a precisarmi A. in un’e-mail, è il numero di qaidisti/jihadisti presenti nel Sahel secondo L’Expression, quotidiano algerino (sulla fonte proferirà A., credo). SEIMILA, ripeto io, è il numero dei qaidisti/jihadisti presenti in Siria secondo al-Sharq, quotidiano saudita (fonti della...
Read more »

Le armi chimiche della Siria

2012-07-25
By

La Siria ha negato ripetutatmente di disporre di armi di distruzione di massa, ed in particolare armi chimiche, firmando un trattato a riguardo nel 1993. Però non ha mai firmato o ratificato il trattato internazionale sulle armi chimiche dello stesso anno (CWC), creando di fatto una situazione di grande ed anomale ambiguità (questa convenzione...
Read more »

Volti di Tahrir #07 – YASSER

2012-07-24
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Zbigniew Brzezinski vintage & friends

2012-07-24
By

Dovremmo essere più o meno nel 1979. Zbigniew Brzezinski, l’allora Consigliere per la sicurezza nazionale di Jimmy carter, arriva nell’Afghanistan invaso dalle truppe sovietiche. Meglio: sulla frontiera fra Afghanistan e Pakistan. E dice questa cosa a un gruppo di sparuti wannabe mujahidin: “Conosciamo la vostra profonda fede in Dio e siamo sicuri che vincerete...
Read more »

Volti di Tahrir #06 – HOWAIDA

2012-07-22
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Volti di Tahrir #05 – FAROUK

2012-07-20
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Volti di Tahrir #04 – KHALED

2012-07-20
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

18 luglio 2012: bombe, battaglie e dissonanze cognitive

2012-07-19
By

Chi, Che Cosa, Quando, Dove, Perché: le 5 domande cui un buon articolo di giornale dovrebbe rispondere. Le famose Five Ws (who, what, when, where, why). Cercare di rispondervi nel caso degli attentati di Damasco e...
Read more »

Volti di Tahrir #03 – NADA

2012-07-18
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Vulcano di Damasco e Terremoti della Siria

2012-07-18
By
Vulcano di Damasco e Terremoti della Siria

Qui chiudo. Devo capire alcune cose su questo attentato. Se è suicida o meno. Ci sono rivendicazioni diverse. In particolare quella di un gruppo islamista, Liwa’ al-islam, che dichiara di aver messo una bomba (qui, qui e qui). Qui la rivendicazione. Il gruppo è nuovo. ——————- Notizie di rinforzi da ambo le parti inviati...
Read more »

I capitali del Golfo e l’economia mondiale

2012-07-18
By

Omar Dahi, illustrando il contenuto di un recente libro di Adam Hanieh dal titolo Capitalism and...
Read more »

Creature americane e dissonanze cognitive

2012-07-17
By

Michael Semple intervista per New Statesman un vecchio comandante talebano d’Afghanistan. La sua identità rimane nascosta, ma sappiamo che è un veterano ed è stato a Guantanamo. Dice: Almeno il 70% dei talebani odiano al-Qaida. La nostra gente considera al-Qaida come una maledizione che ci è cascata dal cielo. Alcuni, addirittura, concludono che quelli...
Read more »

Diritti umani: i pesi e le misure

2012-07-17
By
Diritti umani: i pesi e le misure

Nel gennaio 2011, la stagione delle rivolte nel mondo arabo era appena iniziata, commentavo ironicamente l’iniziativa presa dai membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo di formare “una rete unica per la difesa dei diritti umani”: I regimi autoritari e antidemocratici di Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrain, Emirati Arabi Uniti e Oman creeranno una...
Read more »

Dighe e ladri di terra in Etiopia

2012-07-17
By

Poco più di un anno fa scrivevo un post sulle vicende delle dighe in Etiopia che, tendenzialmente, portano soldi ed elettricità a pochi e fame e buio a moltissimi. L’anno seguente ricevetti diverse violente critiche per ciò che avevo scritto. Una di esse aveva il seguente garbatissimo incipit: Non ho mai letto tante cazzate...
Read more »

Tutte le strade portano a Harrods, o quasi

2012-07-17
By

Le ultime “rivelazioni” di Wikileaks sulla Siria finiscono su un tabloid inglese, il ché ci dà la dimensione delle stesse. Rispetto alle precedenti, che erano apparse sul Guardian, c’è poco. La moglie di Bashshar al-Asad, Asma, è una che proprio non si cura del “suo” popolo: spende a profusione, impazzisce per i gioielli e...
Read more »

Iran: ari-aribomba atomica

2012-07-16
By

John Sawers, capo dell’MI6, cioè il servizio segreto britannico esterno, ha detto che probabilmente l’Iran avrà la bomba atomica nel 2014. Eravamo rimasti con le dichiarazioni dei servizi segreti americano e israeliano nel marzo 2012: gli iraniani non avevano ancora deciso se fabbricare o meno la bomba atomica. Prima di loro, nel dicembre 2011,...
Read more »

Morsi-Clinton: è andata bene, qualcuno pensava il contrario?

2012-07-16
By

La non-notizia di oggi sull’Egitto è che i colloqui fra Morsi e Clinton sono andati bene. Si son detti che si stimano, che nulla cambia, che hanno interessi strategici in comune. Clinton ha anche detto che i militari devono tornare a occuparsi solo di difesa. Il ché fa ridere, perché i militari, prima, si...
Read more »

Mali: gli Ansar ed-din e i bambini soldato

2012-07-16
By
Mali: gli Ansar ed-din e i bambini soldato


Read more »

Volti di Tahrir #02 – ELSAYED

2012-07-16
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Roma, Baghdad, Tripoli, Il Cairo: l’archeologia ai tempi della crisi

2012-07-16
By

Sotto le bombe della NATO in Libia, sotto quelle della “Alleanza dei volenterosi” in Iraq l’archeologia va in default. Gli archeologi scappano, i siti su cui lavorano rimangono incustoditi, arrivano gli sciacalli. Ci sono stagioni in cui la Storia, in un modo o nell’altro, si muove come l’elefante in una cristalleria, e a farne...
Read more »

Volti di Tahrir #01 – NOHA

2012-07-14
By

Volti di Tahrir è un progetto di audio documentazione dedicato alla piazza simbolo della rivoluzione egiziana nei giorni della ripresa degli scontri e durante le prime elezioni post-Mubarak. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di 10 ribelli. Sono episodi brevi di...
Read more »

Libia: appunti sulle elezioni

2012-07-13
By

Dai dati sul voto ai partiti: vince il partito di Mahmud Jibril che, come sottolineano in molti, è un “ex” di Gheddafi nella misura in cui collaborò con i Gheddafi in diverse occasioni. A questo proposito vorrei far notare che i generi di “collaborazione” di Jibril con i Gheddafi sono molto simili a quelli...
Read more »

Movimento Nazionale di Liberazione dell’Azawad: lettera aperta al mondo libero

2012-07-13
By

Questo testo è apparso (in francese) su Jeune Afrique.  E’ firmato da Nina Wallet Intalou,è membro della direzione del Movimento Nazionale di Liberazione dell’Azawad (MNLA). Il 17 gennaio 2012, abbiamo deciso di intraprendere una lotta per la nostra libertà e la nostra dignità perché il popolo dell’Azawad ha sofferto troppo a lungo nell’indifferenza del...
Read more »

Piramidi e pomodori

2012-07-13
By
Piramidi e pomodori

C’è questa Lega Popolare Egiziana Islamica (الرابطة الشعبية المصرية الإسلامية) su Facebook che conta intorno ai 4.000 “mi piace”. Sono salafiti, erano sostenitori di Abu Ismail, il candidato salafiti poi espulso dalla candidatura per la presdienza, e ora appoggiano “criticamente” Morsi. Sulla loro pagina si trovano molte fotografie edificanti: ad esempio un occhio sulla...
Read more »

Siria: l’ambasciatore in Iraq passa all’opposizione e un jihadista muore

2012-07-12
By

La notizia è rimbalzata un po’ ovunque. Nawaf al-Fares, ambasciatore siriano a Baghdad, è passato dalla parte degli insorti. E’ il primo diplomatico ad averlo fatto, e questa volta la notizia non è una bufala (come quella di Lamia Chakkour, ambasciatrice in Francia, poi espulsa da Hollande) Al-Fares ha anche invitato militari e diplomatici...
Read more »

Libero e bello: Ibrahim Ahmed Mahmoud al-Qosi torna a casa

2012-07-11
By

Dopo Mahfouz Ould al-Walid è la volta di Ibrahim Ahmed Mahmoud al-Qosi, classe 1960, il cuoco di al-Qaida. Lo hanno liberato, stava a Guantanamo, ora è a Khartum, capitale del Sudan, sua città natale, e secondo le autorità “è un uomo libero”. Alcuni (wikipedia) lo indicano come “ufficiale pagatore” dell’organizzazione terroristica internazionale. Certo ha...
Read more »

Libia: aggiornamenti sui risultati delle elezioni (quasi-live)

2012-07-11
By

13 luglio (fonte ufficiale), riporto i risultati dei primi due partiti. Con questa mondata di dati finisco il “quasi-live”: degli 80 seggi da attribuire ai partiti solo 8 sono ancora in questione. Tobruq, el-Guba, Derna  – 5 seggi  (920% di schede scrutinate) Alleanza delle Forze Nazionali (di Mahmud Jibril), 59.769 Giustizia e Costruzione (Fratelli...
Read more »

Libero e bello: Mahfouz Ould al-Walid torna a casa

2012-07-10
By

Lo scorso 11 aprile l’Iran aveva estradato Mahfouz Ould al-Walid, aka Abu Hafs al-Mauritani, 37 anni, nel suo paese d’origine, la Mauritania. Mahfouz Ould al-Walid è stato considerato da alcuni il “numero 3” di al-Qaida “centrale”, l’organizzazione “madre” di al-Qaida, fondata alla fine degli anni ’80 da Osama bin Laden. E’ un “teologo”, autore...
Read more »

Libia: i primi risultati (dei partiti)

2012-07-10
By

Risultati alla mano: A Misrata (fra Tripoli e Sirte) ha vinto l’Unione per la Nazione, 20.696 voti. Secondo: Giustizia e Costruzione (Fratelli Musulmani libici) con 17.165 voti A Zliten (a ovest di Misrata) ha vinto l’Alleanza delle Forze Nazionali, 19.273 voti. Secondo: Giustizia e Costruzione (Fratelli Musulmani libici) con 5.626 voti. A Janzur (a...
Read more »

L’asilo in assenza di democrazia

2012-07-09
By

Davvero interessante questa richiesta di asilo della principessa saudita, Sara Bint Talal, sorella di Walid bin Talal. Gli unici che possano permettersi di richiedere asilo, in Arabia Saudita, sono di famiglia reale. Si dice che i soldi non fanno la felicità ma la imitano molto bene. In Arabia Saudita è vero anche il contrario:...
Read more »

Libia: le prime elezioni del dopo-Gheddafi

2012-07-09
By

Dire che tutto va male nel mondo arabo paga sempre, specialmente negli ultimi mesi. Se alle elezioni vincono i Fratelli Musulmani, come in Egitto, si grida all’avanzata del “medioevo islamico” nel mondo, tralasciando il dato della truffa elettorale. Se alle elezioni vincono altri, generalmente identificati come “liberali”, ad esempio in Libia, allora si dice...
Read more »

Le bombe di Damasco e l’e-mail del Guardian, 2

2012-07-09
By

Nel marzo 2012 il Guardian pubblicava circa 200 e-mail provenienti da un account,  [email protected], che il giornale riteneva appartenere al dittatore della Siria, Bashshar al-Asad. Il 15 marzo ne affrontavo l’analisi, anche se in molti dubitavano della loro veridicità. Oggi anche i più scettici tornano sulle loro posizioni alla luce dei nuovi “syria-files” pubblicati...
Read more »

Syria-files: #Selex, #Finmeccanica, Italia, Siria e la fiera delle ipocrisie

2012-07-06
By

Non ho fatto in tempo ad annunciare l’arrivo di nuovi “file” da Wikileaks che l’Espresso ha pubblicato un gruppo di e-mail che riguardano i rapporti fra Finmeccanica e il regime di Bashshar al-Asad dal 2008 al 2012. Dall’Espresso: Finmeccanica ha venduto alla Siria uno dei suoi prodotti leader: il sistema Tetra, una rete per...
Read more »

Wikileaks-al-Akhbar. Siria: si balla

2012-07-05
By

Al-Akhbar, giornale libanese, annuncia che in collaborazione con Wikileaks sta per pubblicare 2 milioni di e-mail datate dal 2006 al 2012 riguardanti l’élite siriana (politica ed economica). Assange assicura che si tratta di testi “imbarazzanti” per chi è al potere e anche per chi vi si oppone. Una previsione, per quello che può valere:...
Read more »

Algeria: il paese più felice dell’Africa

2012-07-05
By

Siamo al cinquantenario della rivoluzione algerina e il governo algerino celebra in pompa magna. L’Algeria vive da anni un conflitto a bassa intensità di natura sociale. L’opposizione politica è schiacciata e non riesce a organizzarsi, anche in ragione della pesante repressione, per dare sbocco al malcontento. Le ultime elezioni, in Algeria, si sono rivelate...
Read more »

L’IsIAO sepolto e il deserto italiano

2012-07-04
By

Tempo fa su questo blog, si lamentava la pochezza, se non la totale assenza, di think tank italiani per quanto riguarda le questioni strategiche e geopolitiche orientali in particolare. Ammetto la mia distrazione e negligenza degli ultimi mesi, ma solo oggi ho scoperto quel che è successo all’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO,...
Read more »

Il pulpito di Manlio

2012-07-04
By

Questa è una polemica, se non vi interessano le polemiche leggete qualcos’altro. Del Consiglio di Sicurezza dell’ONU fanno parte: Cina Francia Regno Unito Russia Stati Uniti d’America I rappresentanti di questi 5 paesi, insieme ai Ministri degli Esteri della Turchia e di alcuni paesi della Lega Araba (Iraq, Kuwait, Qatar, assente l’Arabia Saudita) e...
Read more »

I centri di tortura governativi in Siria

2012-07-03
By
I centri di tortura governativi in Siria

Cliccando sull’immagine raggiungerete la mappa interattiva preparata da Human Rights Watch riguardante i centri di tortura governativi in Siria. E adesso qualcuno dirà che sono menzogne o formulerà una frase ad effetto su quanto lo scrivente è schiavo dell’Imperialista. E qualcun’altro dirà che non parlo, invece, delle torture dell’ESL contro normali cittadini e/o personale...
Read more »

Che fine hanno fatto i jihadisti libici

2012-07-03
By

In quest’ultimo periodo due giornalisti si sono recati a Derna, nella Libia orientale, per fare il punto su quella che in molti indicano come la capitale del jihadismo libico. Il primo è stato George Grant, del Libya Herald alla fine di maggio. Grant ha incontrato una delle facce conosciute del jihadismo libico “storico” Abd...
Read more »

Nessun partito dei musulmani olandesi

2012-07-03
By

Era nato nel 2007 e tutti coloro che soffiano sul fuoco dell’islamofobia, eurabisti e controjihadisti di ogni risma,  avevano urlato allo scandalo, avevano preconizzato l’avanzata definitiva dell’islam in Europa, avevano lanciato strali contro quello che loro chiamano multiculturalismo. Era il partito dei musulmani d’Olanda, promosso da due convertiti, che oggi chiude. Chiude perché nessuno...
Read more »

Siria: passi avanti nella mattanza

2012-07-02
By

Mentre il Congressional Research Service del Congresso secerne un rapporto sulla Siria in cui si spiega, in sostanza, che qualsiasi cosa succede in Siria è un problema, e quindi è meglio fare finta che la Siria non esista o, meglio, abbaiare alla luna, Robert Fisk scrive un articolo in cui ci racconta che l’alchimia...
Read more »

Mali: l’agenda americana

2012-07-02
By

Il mondo si dispera per la distruzione dei mauselei di Timbuctù ma l’Amministrazione americana sembra non porre l’eredità culturale millenaria di quella città al centro delle proprie attenzioni. Anzi, la derubrica. Johnnie Carson è il Segretario di atato americano aggiunto con delega per l’Africa. In un’audizione presso il Congresso riguardo alla situazione in Mali...
Read more »

Cosa distruggono “i salafiti” (3); Mali tuareg vs Mali islamico (3)

2012-07-02
By

(AGI) – Bamako, 30 giu. – L’inestimabile patrimonio artistico-culturale di Timbuctu’ rischia di andare perduto. Un gruppo di islamisti armati che controlla il nord del Mali ha distrutto nella citta’ un santuario musulmano del 15esimo secolo intitolato a Sidi Mahmoud e avrebbe raso al suolo anche due mausolei. Lo hanno riferito alcuni testimoni. Un...
Read more »

Un rapporto sulla situazione umanitaria nella città di Homs

2012-07-02
By
Un rapporto sulla situazione umanitaria nella città di Homs

Un rapporto sulla situazione umanitaria nella città di Homs A Homs è in atto un attacco militare che sta creando un’emergenza umanitaria che necessità l’aiuto delle organizzazioni umanitarie 1 luglio 2012 – National Coordination Body for Democratic Change in Syria Fonte: http://syrianncb.org/2012/06/29/a-report-on-the-humanitarian-situation-in-the-city-of-homs/– 29 giugno 2012 La città di Homs è sotto...
Read more »

Estelle: storia di un veliero finlandese, di un ex parà israeliano e di una nuova Arca di Noè a Gaza.

2012-06-29
By

La drammatica crisi siriana, con il suo carico di implicazioni regionali e globali, ha confinato sullo sfondo quello che rimane il cuore dell’instabilità del Vicino Oriente: la Palestina. Nonostante non se ne parli quasi più, la Striscia di Gaza è tuttora stretta nella morsa dell’assedio israeliano, mentre nella West Bank ed a Gerusalemme avanza...
Read more »

Siria, il falso vescovo era un prete lefebvriano

2012-06-29
By

E’ anche peggio di come l’abbiamo raccontata. Il falso vescovo Philippe Tournyol du Clos che aveva propalato notizie false circa la caccia ai cristiani da parte delle milizie ribelli in Siria, più volte smentite...
Read more »

Social muslim, 4

2012-06-29
By
Social muslim, 4

Facebook ha aperto un nuovo ufficio a Dubai, allo scopo di rastrellare i proventi della pubblicità via internet nella regione mediorientale. I dati dicono che la crescita nell’uso dei social network nel mondo arabo è costante (e che, a dispetto di quanto si dice riguardo alle “rivoluzioni via internet”, i paesi arabi con una...
Read more »

Libia: alcuni dati sulle prossime elezioni

2012-06-28
By

Generale Le elezioni per il Congresso Nazionale Generale si terranno il prossimo 7 luglio. La campagna elettorale è iniziata il 18 giugno 200 rappresentanti da eleggere. 80 seggi riservati a “entità politiche” (cioè i partiti, gli altri seggi potranno essere assegnati anche a rappresentanti di organizzazioni non strutturate in partiti). 1202 candidati per gli...
Read more »

Siria: il Vaticano smaschera falso vescovo

2012-06-28
By

Esclusiva/Il Mondo di Annibale-Globalist Il tentativo di diffondere informazioni patacca su al qaida e su presunte persecuzioni cristiane in Siria per avvalorare il sostegno al regime di Assad, ha sfruttato anche i canali informativi legati alla Santa Sede. Ma in questi i giorni alcuni tentativi sono stati smascherati...
Read more »

E' nato un nuovo stato Africano? Storia e attualità dell'insurrezione dei Tuareg nel Nord del Mali

2012-06-28
By

1. Mi ricordo quando ero piccolo che il Mali era indicato nei telegiornali, dell’unico canale televisivo algerino, come paese fratello. Le visite del presidente Moussa Traore, salito al potere dopo il colpo di stato del 1968 (un anno appena dopo la...
Read more »

Le due facce delle poesie dei talebani

2012-06-28
By

«È tardo pomeriggio, il vento si fa forte e poi rallenta/gli aghi di pino si muovono emettendo un rumore lieve. Quando accelera, il vento muove i rami e i raggi del sole compaiono e scompaiono/come la fiamma di una candela». A scrivere questo canto quasi notturno è...
Read more »

Sulla visita di Putin in Israele

2012-06-27
By

Putin nega di aver incontrato segretamente Netanyahu, ma un incontro ufficiale c’è stato, il 25 giugno: Putin è andato in Israele, e i commentatori si sono messi a fare analisi. In particolare si sono chiesti quali interessi i due leader avessero in comune, essendo chiaro su cosa, invece,  non siano d’accordo (l’Iran e il...
Read more »

Diplomazia e Morsi

2012-06-26
By

Fra chi pronuncia frasi di apprezzamento nei confronti di  Mohamed Morsi per la vittoria elettorale nella corsa alla Presidenza dell’Egitto, cioè tutti, ci sono anche Hezbollah e Benjamin Netanyahu. Hezbollah si congratula proprio, augurandosi che Morsi riporti l’Egitto allo status che merita nel mondo arabo e in quello islamico. Netanyahu, meno allegramente, dice che:...
Read more »

La primavera di Jonathan Evans (MI5)

2012-06-26
By

Ci sono diversi ziliardi di motivi in base ai quali sarebbe bene rifiutare di etichettare ciò che è successo e sta succedendo nei paesi arabi come “primavera araba”. Ma, principalmente, ce n’è uno: sotto a questa espressione si vanno ad agglutinare processi ed eventi che nulla hanno a che vedere fra loro né, tantomeno,...
Read more »

Democrazia, rivoluzioni e spettri: la crisi dei middle east studies

2012-06-25
By

Malgrado i suoi detrattori aumentino di ora in ora, le insurrezioni mediorientali hanno avviato processi di cambiamento che sono tutto fuorché conclusi: che ci siano stati passi falsi e sconfitte è indubbio, così come certi sono i risultati ottenuti. Tra di essi bisogna includere la crisi dei Middle East Studies nordamericani, una crisi prodotta e...
Read more »

Commento sulla vittoria di Morsi

2012-06-25
By

Un commento* sulla vittoria di Morsy, il candidato dei Fratelli Musulmani, alle elezioni presidenziali egiziane. Su Invisible Arabs leggo alcune considerazioni che mi lasciano perplesso. L’autrice sostiene innanzitutto che “ualche cosa i militari...
Read more »

Egitto: vittorie e sconfitte

2012-06-25
By

In questo post non ho intenzione di analizzare la vittoria di Mohamed Morsi alle presidenziali egiziane: di analisi è pieno il web e, fra l’altro, non ho voglia di ragionarvi sopra in termini di commentario, specialmente in presenza dei soliti “paurismi” o di rituali “campane a morto”. Rilevo solo qualche punto: l’atteggiamento americano, conciliante....
Read more »

Siria: i Comitati di coordinamento locali all’ONU, una lettera (2)

2012-06-25
By

Lo scorso 8 giugno pubblicavo in inglese una lettera inviata il 5 giugno dai Comitati di coordinamento locali siriani su “lavoro della missione di osservazione dell’ONU”. La pubblicavo in inglese, chiedendo perdono ai lettori che non leggono in inglese. Ieri Giacomo mi ha mandato la traduzione, eseguita da una sua collega (studiano a Ca’...
Read more »

Dichiarazione della setta Alawita in merito al massacro di Hula

2012-06-25
By

Mabel Grossi, che studia all’università Ca’ Foscari di Venezia, ha tradotto una dichiarazione apparsa su facebook  appena a ridosso del massacro di Houla firmata da circa duecento alawiti (la confessione di Bashshar al-Asad). Me la manda Giacomo e io la pubblico avvertendo che, ovviamente, la fonte non è verificabile (di questi tempi bisogna specificare...
Read more »

Egitto: colpo di Stato in 3 mosse

2012-06-14
By

Nel giro di 2 giorni in Egitto è successo che: i militari hanno praticamente restaurato lo stato d’emergenza: i militari possono arrestare i civili. la Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale la legge che non permetteva ai membri del vecchio regime di presentarsi alle presidenziali: Ahmed Shafiq, il candidato dei militari, può correre per le...
Read more »

Italia-Libia: facce nuove, vecchi vizi

2012-06-14
By

La denuncia viene da Amnesty International, che pubblica “SOS Europe“. Nel rapporto c’è scritto che l’Italia il 3 aprile scorso ha firmato un accordo, mai reso pubblico, sulla “gestione” delle migrazioni dalla Libia. Lo ha firmato la Ministra degli interni Annamaria Cancellieri, non il Ministro per la Cooperazione e l’Integrazione Andrea Riccardi, il ché...
Read more »

Egitto: sotto mentite spoglie torna la legge di emergenza

2012-06-14
By

E’ durato due settimane. Per due settimane in 30 anni formalmente l’Egitto non ha avuto leggi di emergenza. Poi, ieri, il Ministero della giustizia egiziano ha emanato un decreto che permette ai militari di arrestare civili. A due giorni dal secondo turno delle presidenziali.  
Read more »

Egitto: la jihad islamica appoggia Shafiq

2012-06-14
By

Nella spauracchististica italiana, europea e americana, dire “jihad” significa dire “terrorismo” e “al-Qaida”. La cosa funziona sempre, ma a volte il meccanismo si inceppa, istillando il dubbio che tutte queste urla siano solo fumo negli occhi. Oggi vorrei inceppare il meccanismo suddetto, e fare qualche riflessione. Riguardo all’Egitto “sappiamo” che gli elettori, fra qualche...
Read more »

luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivi

 
'