Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Concordiamo?

2009-10-27
By

Riassumendo. Si è partiti con un “lancio” di Faretuturo e Italianieuropei sull’ora di islam a scuola.

Dopo qualche ora di stasi sono partiti i “sì” e i “no”.

Col passare dei giorni si è arrivati alle invettive, anche grazie all’innesto della vicenda del libico malespoloso.

Dopodiché è arrivato Fini – uomo di destra – che ha sparigliato parlando di “dialogo necessario” e riattivando la questione “voto agli immigrati”.

Nel mezzo si è straparlato di “che cos’è l’islam”, della sua “natura” etc. Fra le frasi più insensate pronunciate in merito a quest’ultimo argomento c’è quella di Magdi Cristiano Allam.

In questo contesto, ieri 26 ottobre, l’agenzia APCOM batte la notizia secondo cui:

Per Frattini sarebbe il momento di pensare alla definizione di un vero e proprio “concordato” con l’Islam, sul modello del nuovo concordato Stato-Chiesa Cattolica firmato 25 anni fa da Craxi col Vaticano (fonte).

Il nostro Ministro degli Esteri argomenta che l’ora di religione islamica avrebbe senso solo dopo la firma di questo concordato.

E, dicendo questo, farà probabilmente  arrabbiare tutti gli appartenenti a quelle confessioni religiose che si sono dovute adattare alla firma di un’Intesa con lo Stato Italiano, che è cosa ben diversa da un Concordato. Fra di esse ci sono anche quella protestante ed ebraica che sono presenti sul territorio italiano da centinaia, migliaia di anni.

Fra l’altro continua a latitare la questione del milione e centomila cristiani ortodossi che vivono in Italia. Che, come i musulmani, non hanno ancora neanche fatto un’Intesa, anche se i secondi, grazie all’allora Ministro dell’Interno Pisanu, hanno una Consulta per l’islam italiano.

Frattini, insomma, se ne esce a sproposito.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ottobre: 2009
L M M G V S D
    Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi

 
'