Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Per chi non lo sapesse

2010-01-15
By

Guardate il mio reader:

il mio reader il 2009.01.15

La stessa notizia 21 volte.

Mi chiedo: c’è qualcuno al mondo che NON è stato raggiunto da questa notizia?

Unico rilievo. La parola jihad è maschile.

Unica nota. Tecnicamente questi `ulama’ pongono la questione di un jihad difensivo.

Per la cronaca: gli `ulama’ – sapienti, dotti dell’islam – sono tradizionalmente dei funzionari statali. Una classe di persone che lo Stato, in un modo o nell’altro, pone in essere per gestire e controllare le faccende religiose.

C’è contiguità fra Stato e `ulama’.

Detto questo lo Yemen ha le sue specificità. Ecco un articolo nel Times online che trovo documentato.

8 Responses to Per chi non lo sapesse

  1. darmius on 2010-01-15 at 11:37

    Infatti è una non notizia. sarebbe come dire che se i cinesi decidessero di mandare delle truppe in Europa per difendere le loro chinatown, la NATO “stranamente” dovrebbe prendere le armi e prepararsi a difendersi.
    (è un’ipotesi assurda, lo so, ma, come ha capito pure Obama, anche quella di un interveno USA in Yemen lo è).
    D

  2. Andrea on 2010-01-15 at 12:04

    Perché “jihad” è maschile?

    • Lorenzo Declich on 2010-01-15 at 14:45

      La parola araba è maschile. Esempio: “board” lo traduciamo con “tavola” ma il termine inglese è maschile. Non a caso diciamo “lo snowboard” e non “la snowboard”. Il fatto è che quando scriviamo “jihad” pensiamo alla sua traduzione italiana “guerra santa” (una traduzione peraltro approssimativa) e quindi ci viene spontaneo pensare che il termine sia femminile.

      • Stefano Bellezza on 2010-01-16 at 00:30

        Lore’, mi sa che non hai beccato un paragone efficace, sai? “Board” in origine è neutro, non maschile, mentre mi pare di capire da quel che dici che “jihad” sia di genere maschile in arabo. Per la storia dello snowboard, trovo più facile che si tratti al maschile per similitudine con molti aggeggi analoghi, tipo gli sci, il surf, i pattini, lo skateboard. Anche se parliamo di “board of directors” lo trattiamo al maschile, essendo un “consiglio”. Così, tanto per esordire sul tuo blog e romperti le scatole :-)
        Scherzi a parte, leggo a ritroso e mi ci faccio una qultura. Del mondo islamico so vergognosamente poco

        • Lorenzo Declich on 2010-01-16 at 07:04

          Ouch, l’anglista :-)
          Spero comunque che si sia capito il concetto…

  3. Riccardo on 2010-01-15 at 16:48

    Un bizzarro atteggiamento mentale, quello degli statunitensi e dei sub-statunitensi (ormai considero gli italiani come “sub-statunitensi”, tanto la nostra società è stata impregnata dalla “cultura” anglosassone).

    Ora pretendono di andare a fare la guerra, cioè di aggredire militarmente altre nazioni, ma reagiscono con smarrimento e orrore quando le popolazioni di quei paesi cercano di resistere all’invasione e occupazione militare. Sintomo questo di una gravissima infantilizzazione delle masse occidentali (solo i bambini infatti reagiscono con stupore quando vengono puniti per le loro “marachelle”), per non parlare della grave “dissonanza cognitiva” che colpisce quel segmento della popolazione che trae le proprie informazioni dal Giornale, Il Foglio, Libero, La Padania, L’Occidentale etc.etc.

    • Lorenzo Declich on 2010-01-15 at 17:32

      “dissonanza cognitiva” mi suona :-)
      Hai letto “mindfucking” o qualcosa di più specifico?
      In realtà i lettori di cui parli:
      1. sono già predisposti, cioè vogliono sentirsi dire proprio quelle cose
      2. sono facilmente circuibili viste le “distanze” culturali e linguistiche

      • Riccardo on 2010-01-17 at 17:25

        No non ho letto quel libro, dal titolo molto eloquente però posso immaginarne i contenuti :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

gennaio: 2010
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivi

 
'