Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Il pallone identitario

2010-01-29
By

L’Egitto accede alla finale della Coppa d’Africa dopo aver umiliato l’Algeria, sua arcirivale, con un sonoro 4 a 0.

Sembra che ieri sera al Cairo non si riuscisse a dormire per il trambusto provocato dai tifosi in festa (fonte).

Ad Algeri, probabilmente, c’era un silenzio di tomba, ma non posso confermare.

A Marsiglia, invece, ha suonato tutta un’altra musica. Seguendo il Corriere:

Giovedì sera a Marsiglia circa 500 algerini, per sfogare la rabbia per la sconfitta, si sono radunati nel Porto Vecchio e hanno assalito un bar di un egiziano, che è stato malmenato e poi sono fuggiti con l’incasso. Altri hanno acceso fumogeni e dato alle fiamme cassonetti dei rifiuti, poi si sono scontrati con la polizia, la quale ha risposto con i lacrimogeni. Altri incidenti, meno gravi, sono avvenuti a Lione e Tolosa, a Parigi la polizia pattugliava gli Champs-Elysées. A Marsiglia la polizia ha fermato quindici algerini, tredici dei quali venerdì mattina erano ancora in stato di fermo (fonte).

Dunque a Marsiglia le comunità immigrate algerina ed egiziana si sono manifestate picchiandosi in nome della propria identità nazionale (anzi, in questo caso sono gli algerini gli aggressori).

Questa dovrebbe essere una buona notizia. Nessuna civiltà che cozza contro l’altra, nessun “islamico” che invade l’Europa, niente terroristi in giro.

Solo dei normali scontri fra hooligans. Solo dei sani ragazzotti che se le danno.

Eppure non mi piace lo stesso, chissà perché.

Tags: , , , ,

3 Responses to Il pallone identitario

  1. Riccardo on 2010-01-29 at 20:28

    E Sartori diceva che “l’islamico non è integrabile” ?
    Mi pare invece che si siano integrati benissimo, fra la teppaglia degli ultras del pallone ;-)

  2. falecius on 2010-01-29 at 20:52

    “che ieri sera al Cairo non si riuscisse a dormire per il trambusto provocato dai tifosi in festa”

    Ad essere precisi, ieri notte. Fino a verso le 4, credo.

  3. terzogiro on 2010-01-29 at 21:27

    nella strada principale davanti casa mia hanno tirato tranquillamente le 6 (confermate dai miei stanchi occhi) e stamattina dormivano tutti: c’erano più negozi chiusi che alla festa del sacrificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

gennaio: 2010
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivi

 
'