Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

A ci, ma che è sta robba? Amò, è robba elà

2010-02-09
By

Da qualche giorno girava questa notizia riguardante una nuova halal area in una Coop di Roma (qui).

Ho aspettato un po’ a parlarne perché mi sembrava un’operazione di marketing.

Infatti di  macellerie halal a Roma ce ne sono già molte, e altrove ho consigliato di andarvi invece che affidarsi alla grande distribuzione (qui).

Proprio per questo mi sembra che l’approccio giusto a questa notizia, per una volta, ce l’abbia “La Stampa”, che titola: supermercati halal (fonte).

Qui un blogger inaugura una nuova categoria per i suoi post: marketing e islam.

Mi toccherà andare al Casilino per vedere che bollino hanno queste carni.

Così capiremo chi ci sta facendo i soldi.

Tags: , , , , ,

14 Responses to A ci, ma che è sta robba? Amò, è robba elà

  1. equipaje on 2010-02-09 at 13:02

    Ecco, bravo: va’ un po’ a dare un’occhiata a quel bollino, sono parecchio curiosa anch’io. E complimenti per il titolo del post ;)

  2. Lorenzo Declich on 2010-02-09 at 13:19

    Sarà dura ma lo farò :-)

  3. donmo on 2010-02-09 at 14:17

    in effetti è vero che Roma è piena di macellerie halal (e non solo Roma, in verità) ma può essere utile trovarne una all’interno del supermercato frequentato abitualmente, magari questa può essere una chiave di lettura

  4. Lorenzo Declich on 2010-02-09 at 14:22

    Vediamo il bollino, poi ne riparliamo ;)

  5. letturearabe on 2010-02-09 at 14:31

    a milano la catena iper il gigante ha già da tempo un reparto halal. e in regione lombardia ci si sta dando da fare per creare un marchio halal da offrire ai consumatori musulmani ma anche a coloro che praticano consumo etico per l’expo 2015. il referente è la coreis. via mail ti mando un po’ di link

  6. donmo on 2010-02-09 at 14:39

    ora che ci penso, nella mia cittadina (piccolo centro di 40.000 abitanti con una percentuale di immigrati superiore alla media) nei mesi scorsi comparve il manifesto annunciante i saldi di un negozio di abbigliamento: era bilingue italiano/arabo.
    E’ il marketing, bellezza.

  7. Lorenzo Declich on 2010-02-09 at 14:42

    Be’, allora è sicuro che questa sia un’operazione di marketing.

    Della Coreis avevo già parlato proprio in contesto di cibo halal (qui).

    Se mandi i link mi fai un grosso piacere. Io intanto studio la Coop way of halal food …

  8. letturearabe on 2010-02-09 at 15:01

    il materiale coreis l’ho solo in cartaceo adesso vedo di recuperalo in file dalla regione

  9. darmius on 2010-02-09 at 16:33

    la sma vicino casa mia già una 15na di anni fa mise uno scaffale-frigo comune halal/kasher (!). Durò pochi mesi, ma erano altri tempi.
    D

  10. equipaje on 2010-02-09 at 17:42

    A corollario, segnalo una (prevedibile?) reazione infuriata a quest’iniziativa COOP:
    http://www.erbaviola.com/2010/02/08/la-coop-promuove-la-tortura-degli-animali.htm#comments

  11. Lorenzo Declich on 2010-02-09 at 17:55

    Prevedibile, c’è già un’ampia casistica al riguardo…

    Vediamo cosa sputa il mio reader domani, ma sono quasi sicuro che avrò da fare per recensire le reazioni più diverse.

    Mi chiedo cosa si aspettasse dalla Coop la ex-socia: quella è un’industria, non una fattoria bio…

  12. equipaje on 2010-02-10 at 00:04

    Ampia casistica di proteste animaliste/veg verso la macellazione rituale certamente sì, e da molti anni. Ma questa però è la prima vera campagna italiana di boicottaggio contro la GDO che vende halal e, dovesse crescere, son davvero curiosa di vedere come si destreggerà COOP. Insomma, interessante. Grazie per il link.

  13. […] di Sant’Antonio Vorrei spendere due parole sul dibattito innescato su questo blog (qui e qui) e su altri siti (ad esempio qui) dalla notizia dell’introduzione di linee di prodotti […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

febbraio: 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Archivi

 
'