Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Una via per Geert Wilders

2010-03-24
By

Qualche giorno va segnalavo che “LiberaliperIsraele” e “Ebraismo e dintorni” pubblicano notizie vecchie come se fossero nuove (qui). Non sono gli unici.

Ad esercitare questo trucchetto ci sono anche diversi controjihadisti ed eurabisti italiani che, come i loro suddetti compari, talvolta si trovano a corto di conflitti e quindi, per riattizzare un po’ il fuoco, ritengono di dover pubblicare in italiano cose pubblicate in inglese anni prima: ad esempio un discorso di Geert Wilders di 2 anni fa.

Il discorso si intitola “In a generation or two, the US will ask itself: who lost Europe?” e fu tenuto il 25 settembre 2008 al Four seasons di New York (qui).

Ovviamente la data del discorso, nella versione italiana pubblicata da “Una via per Oriana” (e risputato in altri punti del network controjihadista) non compare.

Per chi non sapesse nulla di Geert Wilders e della sua bizzarra capigliatura c’è questo articolo, che non approvo in toto ma che mi sembra ben informato. Oltre che, ovviamente, la voce di wikipedia (qui).

P.s. consiglio la lettura del discorso di Wilders solo ai forti di spirito. Per tutti gli altri cito solo una frase:

Con una Europa islamica, resterebbe l’America da sola a preservare l’eredita’ di Roma, Atene e Gerusalemme.

Meno male che c’è il Taqwacore.

Tags: , , ,

4 Responses to Una via per Geert Wilders

  1. falecius on 2010-03-24 at 08:48

    Almeno avesse letto Leo Strauss.

  2. Mefisto on 2010-03-24 at 10:32

    Purtroppo tutto quello che ha detto è attualissimo, è che gli utili dioti, i dhimmi rossi non ci sentono…

  3. mizam on 2010-03-24 at 13:49

    Meglio Gene Wilder!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivi

 
'