Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Testing the puppet terrorist

2010-05-25
By

Confrontate queste due strisce di testo:

  1. Yemeni Cleric Advocates Killing US Civilians
  2. U.S. cleric urges Muslims to kill U.S. soldiers

Cosa c’è di problematico, vi chiederete?

Il problema è che l’evento da cui nascono i titoli è lo stesso, e che l’unica cosa che essi hanno in comune è la parola “cleric”, cioè il modo impreciso che inglesi e americani usano per indicare che uno come Anwar al-Awlaqi, il brand new Bin Laden, è un uomo che si muove in ambito religioso.

Wikipedia, in questo caso, è abbastanza più accurata. Dice:

is an Islamic lecturer who is a dual citizen of the U.S. and Yemen, and of Yemeni descent. He is a spiritual leader and former imam who has purportedly inspired Islamic terrorists.

E ora le fonti dei due titoli:

  1. Asharq al-Awsat, un giornale saudita con sede a Londra
  2. Reuters, una importante agenzia di stampa con sede a Londra.

Certo, questo Awlaqi è molto comodo: lo si può definire un americano o uno yemenita senza mai sbagliare veramente.

Per la cronaca è molto più americano che yemenita.

Ultima nota: con chi ce l’ha Awlaqi? Con i civili americani o con i soldati americani?

A giudicare dai due titoli l’interpretazione del suo pensiero non è così chiara.

Tags: , , , , , ,

0 Responses to Testing the puppet terrorist

  1. terzogiro on 2010-05-25 at 08:45

    Se ne parla anche qua.

  2. Lorenzo Declich on 2010-05-25 at 08:49

    ;)

  3. […] 5% del numero di alqaidisti pakistani) e il loro capo è un americano (Anwar al-Awlaki, vedi anche qui). Per l’80% sono sauditi o hanno studiato in Arabia Saudita tanto che c’è qualcuno, in […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

maggio: 2010
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivi

 
'