Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

E ora chi sarebbe il martire?

2010-07-16
By

Teheran, 16 lug. (Adnkronos/Dpa) – E’ di almeno 22 morti e 160 feriti il bilancio dell’attentato suicida compiuto ieri sera davanti alla moschea sciita a Zahedan, nella provincia iraniana del Sistan-Beluchistan, rivendicato dal gruppo radicale sunnita Jundullah, che lo ha definito una rappresaglia per l’esecuzione del loro leader, Abdolmalik Rigi, avvenuta il mese scorso. Due gli ordigni esplosi, a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro. Molti feriti versano in condizioni critiche, ha riferito il governatore della provincia, Ali-Mohammad Azad. Tra le vittime, esponenti delle Guardie Rivoluzionarie (fonte)

La IRNA non è conosciuta per la sua imparzialità.

L’agenzia stampa nazionale iraniana è spesso faziosa, omertosa etc. etc.

Ciò che mi preme segnalare, nella notizia che riporto qua sotto, riguarda la retorica del “martirio” così come qui da noi la riceviamo.

Per gli sciiti – e questo è una dato storico – i “martiri” sono principalmente coloro che muoiono per mano dei sunniti.

Di qui l’uso, nella notizia che riporto sotto, del termine “martiri” per indicare le vittime di attentatori suicidi (for dummies: l’Iran è sciita).

Un tipo di attentatore che la stampa occidentale, in ampissima maggioranza, chiamerebbe shahid, martire dell’islam in quanto kamikaze.

Ricordate la Mavi Marmara?

Bomb incidents kill 20, injure 100 in Zahedan

Tehran, July 16, IRNA — Twin horrible explosions at gate of Zahedan Jame Mosque southeast of Iran late Thursday killed more than 20 and injured 100.

The first blast occurred outside the mosque at about 21:30 hours local time (19:00 GMT) as the second such explosion hit the area in few minutes from the previous one, killing or injuring large groups of people.

Local officials say both the explosions were suicide attacks and done by the anti-revolutionary elements to divide Shiites and Sunnis in southeastern Sistan-Balouchestan Province.

Eyewitness put number of the martyrs at more than 20 and those of the injured at more than 150.

Local officials, however, say number of the martyrs is 20 and that of the injured being 100.

Operations are underway to ferry the injured to local medicare centers and hospitals for treatment.

Foreign media, quoting survivors of Jundallah terrorist group, say it has taken the responsibility for the suicide attacks.

Already, Deputy Interior Minister and MP from Zahedan had said regarding the US support for Rigi terrorist group, it or other political wings, supported by the US, might have carried out the terrorist attack.

Governor General of Sistan-Balouchestan Province and Friday prayers leader of Zahedan have invited the public to calm, urging them to maintain vigilance and avoid any divisive act.

1420

End News / IRNA / News Code 1228944

via Islamic Republic News Agency :: Bomb incidents kill 20, injure 100 in Zahedan.

Tags: , , , , , , ,

2 Responses to E ora chi sarebbe il martire?

  1. minos on 2010-07-20 at 12:14

    Apprezzo le note ‘for dummies’, ammetto che a volte mi fanno comodo: ogni volta che devo ricordarmi quali sono i sunniti e quali i sciiti (geopoliticamente) mi ci vuole mezz’ora di ragionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

luglio: 2010
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi

 
'