Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Rogo Corano? Un coro roco

2010-09-10
By

Il mio reader scoppia di notizie sul rogo coranico del reverendo battista.

Le analisi montano e montano.

La “sintesi giornalistica” vuole che ogni titolo sia preceduto dall’espressione “rogo corano”.

Provo fastidio, lo ammetto. Certe sintesi sono davvero infelici.

Il pezzo migliore che ho letto è questo, di Kelebekler.

Per il resto mi piacerebbe che tutto il mondo facesse uno sforzo per capire cos’è per i musulmani il Corano.

Giusto per centrare il dibattito, non per altro.

In 30 secondi non si può spiegare un argomento così vasto, quindi rimando a questo articolo, un piccolo contributo mio e di Daniele, di cui riporto un pezzo:

Il Corano è un vero e proprio “libro orale”. Pur essendo stato trasmesso da Dio a Muhammad, e da questi agli arabi, in una forma prettamente orale, esso è già scritto (mastûr, “vergato, tracciato”) nella “Madre/Matrice del Libro” (Umm al-Kitâb), cioè una sorta di archetipo increato che rappresenta una scrittura perfetta ed immutabile.

L’immutabilità del Corano non consiste nel fatto di essere stato messo per iscritto dagli uomini (come la Bibbia o il Vangelo), bensì nel fatto di essere una composizione divina fedelmente recitata. Ne consegue che il Corano, anche quand’anche assumesse la forma concretamente grafica di un volume, non sarebbe un  Libro scritto, bensì “trascritto”. L’innovazione nel concetto di “madre del Libro” sta nel suo essere “elaborato a priori”, e cioè nell’essere una  “composizione” preesistente alla sua trasmissione. Per la prima volta la composizione di un testo letterario è concepita come definitiva e fissata una volta per tutte (e nello specifico perfetta).

Tags: , , ,

4 Responses to Rogo Corano? Un coro roco

  1. mizam on 2010-09-10 at 16:07

    Ben scritto, Lorenzo e Daniele! e in effetti un punto da non sottovalutare è: il diabolico baffone intende (intendeva?) bruciare una copia del Libro in arabo, o una traduzione inglese? Posto che è un orrore bruciare qualsiasi libro o libricino (anche se a ben pensarci qualche traduzioncella se lo meriterebbe), fa una notevole differenza.
    Certo che guardando il tipo, che sembra uscito da un vhs di Tarantino (vhs, non dvd) viene da riflettere: sono i film che imitano la realtà, o la realtà che imita i film?

  2. Lorenzo Declich on 2010-09-10 at 18:20

    Se fossi un cinico direi la seconda, viste anche le 2 torri.
    Ma poiché non lo sono dico la seconda, senza citare le 2 torri.

  3. […] solo un blogger che ne parla e non accenna all’ambiguità creatasi nei giorni del “rogo corano” riguardo alle intenzioni di questo […]

  4. […] solo in seguito al fatto che qualche povero parruccone negli Stati Uniti dichiara di voler bruciare il Corano, dopo aver constatato che qualche altro parruccone vuole installare una sala di preghiera a […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

settembre: 2010
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Archivi

 
'