Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Francia, Francia e Francia

2010-10-28
By

Ho scritto più volte di al-Qaida nel Maghreb Islamico (AQMI), riportando le analisi di diversi esperti.

Nel migliore dei casi, ovvero quando non vi sia il sospetto di operazioni di false flag o di infiltrazioni delle intelligence di mezzo mondo (specialmente statunitensi e francesi) per guadagnare posizioni in aree strategiche, le indagini portavano a ritenere che l’AQMI fosse il fanalino di coda fra tutte le affiliate di al-Qaida: i suoi capi non avevano rilievo ideologico e le sue attività non venivano ritenute degne di nota a livello centrale.

Ebbene: qualche giorno fa, dal suo rifugio kafiro, Osama bin Laden ha voluto dar lustro all’AQMI dedicando al rapimento in Niger dei tecnici di Areva e Satom (gruppo Vinci) uno dei suoi post vocali.

Secondo elemento nuovo: Osama ha puntato la Francia e ha lasciato perdere tutti gli altri.

Non cita gli interessi strategici francesi in Niger, principalmente l’uranio, ma dice che le persone sono state rapite per punire la Francia.

Poi intima alla Francia di andarsene dall’Afghanistan.

E infine biasima la Francia per aver imposto il divieto del velo integrale.

Si concentra talmente sulla Francia che dimentica l’Africa, da cui era partito.

E rimuove completamente la presenza in Africa degli Stati Uniti, che è in costante aumento.

Mah… vai a capire…

 

Tags: , , , , , , ,

2 Responses to Francia, Francia e Francia

  1. […] Mentre Bin Laden dà chiari segni di invecchiamento (o di raffinata strategia?): attaccano gli Stati Uniti mentre lui minaccia la Francia. […]

  2. […] Da lì si era preso la libertà di non minacciare gli USA, ma solo la Francia. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ottobre: 2010
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivi

 
'