Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Ritrovato orsetto di peluche di Chicca. Abolita la sharia in Oklahoma.

2010-11-04
By

Ecco come suonava il testo della Ballot Measure approvata in Oklahoma che “abolisce la sharia“:

Questa misura emenda la Costituzione dello Stato. Cambia un comma che ha a che vedere con le Corti di questo Stato. Cambierebbe l’articolo 7, comma 1. Fa sì che le Corti facciano affidamento sulla legge statale e federale nel decidere sui casi. Proibisce alle Corti di considerare o usare la legge internazionale. Proibisce alle Corti di considerare o usare la Sharia.

Molto divertente è la spiegazione sintetica di che cosa siano la “legge internazionale” e la “sharia”:

La legge internazionale è anche conosciuta come legge delle nazioni. Tratta della condotta delle organizzazioni internazionali e delle nazioni indipendenti, vale a dire paesi, Stati e tribù. Tratta delle loro relazioni reciproche. Tratta anche di alcune relazioni che queste entità hanno con gli individui.

La legge delle nazioni si costituisce con l’assenso delle nazioni civili. Le fonti della legge internazionale includono anche gli accordi internazionali e i trattati.

La sharia è la legge islamica. E’ basata su due fonti principali, il Corano e gli insegnamenti di Mohammed.

La proposta dovrà essere approvata?

A favore della proposta

Yes: __________

Contro la proposta

No: __________

Sono colpito.

Sono colpito principalmente per la rozzezza con cui vengono descritti il diritto internazionale e la shari`a.

Nel secondo caso non è neanche specificato chi °òççl sia Mohammed: il panettiere downtown? Un famoso pugile? Un profeta della tribù dei Quraysh vissuto a cavallo fra il VI e il VII secolo?

E che ne so io?

Riguardo agli “insegnamenti”, poi, avrei qualcosa da dire ma… ma lasciamo perdere: mettiamo da parte le ironie e i sarcasmi.

Trattasi di un emendamento costituzionale legislatively-referred ovvero posto al ballottaggio in quanto la legislatura di quello Stato ha votato per inserirlo nei ballottaggi delle elezioni di midterm.

A proporlo è stato questo Rex Duncan insieme a questo Lewis Moore

Belli vero?

I risultati sono questi:

Yes – 695,568 – 070.08%
No –  296,903 – 029.92%
Tot – 992,471 – 100.00%

Popolazione dell’Oklahoma: 3,547,884

Musulmani dell’Oklahoma: 30,000 ca., l’1% della popolazione.

Osservazioni:

  1. votare per “non considerare e non usare” la shari`a in un posto dove c’è un musulmano su cento è assolutamente demenziale. E’ come se in Italia si proponesse un referendum per l’abolizione della pena di morte: si vota per abolire una cosa che non c’è. Siamo alla “guerra legislativa preventiva” e su un livello di paranoia fra i più alti mai registrati scientificamente sul pianeta nei confronti di una collettività.
  2. in Oklahoma ha votato più o meno il 25% degli aventi diritto. Di questi il 70% ha votato contro l’uso della sharia ma anche contro l’uso di “leggi internazionali”. Che significa? Che in base a questo nuovo emendamento l’ordinamento giuridico dell’Oklahoma non riconosce l’esistenza di leggi che regolano i rapporti internazionali! Il suo Stato, ad esempio, d’ora in poi si farà un baffo della Convenzione di Ginevra!
  3. Considerare la shari`a e il diritto internazionale nello stesso testo di legge la dice lunga, anzi lunghissima, sulla civiltà giuridica di Rex Duncan, Lewis Moore e di tutte le altre 695,566 persone che hanno trovato sensato barrare lo “yes”. Queste persone hanno votato contemporaneamente per punire dei fantasmi e per non permettere alla civiltà giuridica mondiale di penetrare in Oklahoma…

Poor America.

 

Tags: , , , , ,

14 Responses to Ritrovato orsetto di peluche di Chicca. Abolita la sharia in Oklahoma.

  1. […] che nello stato dell‘Oklahoma, dove i musulmani sono appena 30.000 su 3 milioni e mezzo, il 70% degli elettori ha votato per […]

  2. darmius on 2010-11-04 at 16:24

    la dicitura del quesito è davvero curiosa. “La legge internazionale detta anche legge delle nazioni”. In questo caso sembrerebbe e scludere non solo la shari`a, ma anche qualsiasi eventuale legge tradizionale dei nativi americani.
    D

  3. Miguel Martinez on 2010-11-04 at 17:22

    A spanne, direi che l’attacco alla “legge internazionale” avrebbe a che fare con la storica paura statunitense delle Nazioni Unite e di ogni consimile istituzione internazionale, pronta a imporre per legge il comunismo negli Stati Uniti.

  4. falecius on 2010-11-04 at 21:24

    Comunque la vera notizia non è che l’Oklahoma rifiuti la Shari’a ma che rifiuti il diritto internazionale. Interessante, visto che gli USA in origine fondano la loro indipendenza su argomenti di derivazione giusnaturalista.

    • Lorenzo Declich on 2010-11-05 at 07:11

      D’accordo. Ma anche lo “assimili”, in uno stesso testo, alla shari`a…. ovvero: io sono io e tu non sei un ?+yyç

  5. falecius on 2010-11-05 at 01:54

    Darm: trovo notevole che le nazioni native siano tra i principali donatori delle campagne elettorali di Duncan. Comunque no, jus gentium nel senso europeo non si riferisce ai diritti consuetudinari dei singoli popoli.

    • darmius on 2010-11-05 at 14:34

      sicuramente hai ragione sul “senso europeo”, ma mi stupiva la spiegazione “nazioni indipendenti, vale a dire paesi, stati e tribù”. Oltretutto il sistema giuridico anglo-americano si basa su una certa propria “custum law”…
      D

  6. falecius on 2010-11-06 at 03:07

    “Common law”. Ma infatti è evidentemente errata la loro definizione di “international law”.
    Un referendum così formulato, semplicemente non significa nulla. Voglio dire, è come se in Italia indissero un referendum per impedire l’applicazione de “legge dei Puffi e quella del Kosovo”. Che poi noi italiani abbiamo un sistema legale sensato, per cui un referendum del genere non sarebbe ritenuto ammissibile.

    Però resta il fatto che vogliono proibire il dirittointernazionale nella legislazione interna, cosa che peraltro NON si può fare proprio, nel senso che gli Stati Uniti ne accettano la validità a livello federale, così che voglio divertirmi a vedere il primo problema del genere che finisce alla Corte Suprema.
    Quanto alla Shari’a, sarei curioso di conoscere il paese in cui essa è codice legale in vigoe, così, come tale, tutta (come se fosse una sola, poi).
    La cosa inquietante è che la persona in grado di suggerire una simile follia sia stata in grado di ottenere una laurea in legge in una nazione occidentale.

  7. minos on 2010-11-07 at 09:37

    La notizia è stata data ancha da ‘Il Fatto’. Fatevi un giro tra i commenti, sembra di essere ai bei tempi della Dr.Kathrine Martinez-Martignoni, l’unico troll di questo blog.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/06/usa-in-oklahoma-nuova-crociata-anti-islam-un-referendum-bandisce-la-sharia/75573/

    • darmius on 2010-11-07 at 10:54

      noto con (dis)piacere che “Il Fatto” non riporta la dicitura del quesito, tralasciando totalmente l’annessa questione del diritto internazionale. è la solita superficialità dei reporter italiani che non citano le fonti, puntano a fare polemica e di fatto la suscitano (vedi i commenti)…
      D

    • Lorenzo Declich on 2010-11-07 at 13:08

      La Grande Martignoni. Un po’ mi manca :-)

      • minos on 2010-11-08 at 16:35

        mr declich ella ha gravemente errato nell’allontanarla: nessun blog vince il macchianera award senza almeno un troll. ;)

        • Lorenzo Declich on 2010-11-08 at 16:39

          Mai allontanato Mrs. Martignoni. Solo: a un certo punto ho smesso di risponderle… non ce la facevo più… mica mi pagano :-))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Archivi

 
'