Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Sassuolo non fa festa

2010-11-13
By

In assenza di una qualsiasi legislazione che preveda la presenza di persone musulmane, e dunque la presenza di una loro qualche ritualità,  sul territorio di questo nostro paese, i musulmani di Sassuolo dovranno, via ordinanza comunale, rinunciare  alla Festa del Sacrificio.

Vi chiedo uno sforzo interculturale.

Provate a togliere la Pasqua tramite ordinanza comunale.

ISLAM: SASSUOLO VIETA MACELLAZIONE RITUALE A DOMICILIO

(ANSA) – SASSUOLO (MODENA), 12 NOV – La macellazione rituale eseguita a domicilio o comunque fuori dalle strutture autorizzate sara’ vietata a Sassuolo. L’Amministrazione comunale ha anticipato che emanera’ un’ordinanza in cui sara’ disposto che la macellazione di carni ovine e caprine puo’ essere eseguita esclusivamente in strutture autorizzate e deve essere eseguita da personale tecnico in possesso dei requisiti prescritti, e sotto diretto controllo del Servizio Veterinario competente per territorio. ”La pratica della macellazione di ovini e caprini tramite sgozzamento e senza l’osservanza delle modalita’ previste da un apposito decreto legislativo – commenta il vicesindaco di Sassuolo con delega alla sicurezza, Gian Francesco Menani – e’ tassativamente vietata dall’ordinamento giuridico italiano e comunitario sia perche’ causa di gravi sofferenze agli animali e, a maggior ragione, perche’ puo’ essere veicolo di gravi malattie per la collettivita’ vista la carenza di condizioni igienico sanitarie nelle strutture in cui viene illegalmente eseguita. Nonostante il divieto, pero’, questa pratica non e’ ancora stata debellata”. Secondo la legge, la macellazione rituale deve in ogni caso risparmiare agli animali eccitazioni, dolori e sofferenze evitabili. ”A Sassuolo – aggiunge Menani – sara’ vietato anche il commercio, la detenzione e il consumo delle carni ovine e caprine ottenute con quel metodo. Coloro che trasgrediranno al divieto saranno puniti con una sanzione amministrativa da 500 a 3000 euro; chi invece sara’ sorpreso a macellare illegalmente sara’ sanzionato con una multa da 1.000 a 6.000 euro”. (ANSA). GIO

viaANSA.it – Sanità – ISLAM: SASSUOLO VIETA MACELLAZIONE RITUALE A DOMICILIO.

Tags: , , ,

12 Responses to Sassuolo non fa festa

  1. falecius on 2010-11-13 at 12:00

    Mi sfugge il punto. Ci sono già delle leggi specifiche, per queste cose.

  2. Lorenzo Declich on 2010-11-13 at 13:00

    Non c’è una legge quadro sulle religioni, né un protocollo d’intesa con i musulmani che preveda norme valide in tutto il territorio nazionale riguardo a feste comandate come questa. Risultato? A Sassuolo fanno A, a Pinerolo fanno B.

  3. falecius on 2010-11-13 at 13:14

    No, però ci sono leggi che regolano le macellazioni. I vicesindaco non ci dice che alternative hanno i festeggiatori oltre, ovviamente, al non festeggiamento.

    • Lorenzo Declich on 2010-11-13 at 16:02

      e quindi non servono ordinanze in occasione di feste religiose. Il vicesindaco non ci dice quali alternative hanno, se le hanno, i fedeli.

  4. mizam on 2010-11-14 at 21:52

    Il divieto di “consumo delle carni ovine e caprine ottenute con quel metodo” è particolarmente interessante. Come fanno a stabilire com’è stata macellata una coscia? E per vedere se uno la sta consumando entrano in casa a ore pasti? E se hanno già mangiato la fanno espellere con l’olio di ricino?

  5. mizam on 2010-11-14 at 21:58

    Auspico che le stesse regole siano applicate con severità per la macellazione tramite sgozzamento dei suini nei casolari di campagna, che da quelle parti è assai in auge, e che il consumo di sanguinaccio, salami ecc ottenuti in quel modo sia monitorato e aspramente represso.

  6. […] molte donne indossano il niqab, a volte tagliano la mano ai ladri, ma soprattutto per festeggiare sgozzano gli agnelli in maniera barbara nonché in spregio alle norme sanitarie e di compassione ver…. Quindi è meglio […]

  7. Uriel Fanelli on 2010-11-16 at 13:27

    La macellazione DEVE avvenire, per legge, dentro strutture definite dalla legge stessa, e secondo modalita’ predefinite dal ministero, punto. Ogni carne macellata in maniera diversa e’ illegale e non puo’ essere venduta ne’ essere considerata adatta al consumo.

    Che poi qualcuno abbia bisogno di spiegazioni a riguardo, non fa altro che dare ragione a Borghezio.

    Uriel

    • Lorenzo Declich on 2010-11-16 at 13:36

      > La macellazione DEVE avvenire, per legge, dentro strutture definite dalla legge stessa,
      > e secondo modalita’ predefinite dal ministero, punto.

      Appunto. Non c’è motivo di emanare ordinanze comunali in proposito. O sì?

  8. mizam on 2010-11-16 at 14:19

    Giusto. Speriamo che valga anche per suini macellati con i metodi tradizionali padani, nelle belle fattorie-iye-iye-ò, vicino ai Mulini Bianchi, e si setaccino i casolari in cerca di salami, sanguinacci, ciccioli ecc prodotti dopo sgozzamento e dissanguamento.
    Resta la curiosità su come avvengano i controlli per accertare “la detenzione e il consumo delle carni ovine e caprine ottenute con quel metodo” (le altre sono ammesse?Bene! perché il sacrificio di vacche, bufali e cammelli è pure assai meritorio…). Rastrellamenti nei freezer? E come si stabilisce che la carne detenuta viene da un macello clandestino, e non da uno autorizzato?

  9. […] C’è chi promette, a Sassuolo, di emanare un’ordinanza a qualche giorno dalla Festa del Sacrificio per ricordare ai residenti musulmani che non si possono fare macellazioni casalinghe “di ovini e caprini”. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Archivi

 
'