Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Baghdad proibita

2010-12-11
By

All’Istituto di Belle Arti di Baghdad (al-Mansur) si insegnavano fino a ieri pittura, scultura, recitazione, canto e musica, regia.

Poi il Ministero della cultura e dell’educazione ha deciso di proibirvi gli insegnamenti di musica e di teatro e di eliminare le statue che adornano l’Istituto.

Questo – dicono alcuni studenti – è avvenuto perché insegnamenti e statue – a giudizio del Ministero – non sarebbero conformi alla shari`a, la Legge religiosa dell’islam (fonte).

Gli intellettuali insorgono: !لسنا قندهار, non siamo a Kandahar, dicono.

Contemporaneamente l’amministrazione provinciale di Baghdad chiude night club ed esercizi commerciali che vendono alcolici (fonte).

Tutto questo è assurdo.

Tags: , , ,

0 Responses to Baghdad proibita

  1. minnina10 on 2010-12-11 at 11:09

    Mi sembra un fallimento gravissimo delle politiche americane in Iraq, oltre tutto il resto. La democrazia è un’utopia, e la sicurezza pure. Se poi iniziano a mettere in discussione anche minimi parametri di laicità, siamo alla frutta. Quello che mi chiedo è, perché succede questo? Influenza iraniana? Ritorno all’oscurantismo in un momento di crisi? Uso della religione come arma per guadagnare consenso? Capire la causa potrebbe essere un modo per rimuovere l’effetto, prima che degeneri.

    • Lorenzo Declich on 2010-12-11 at 17:18

      Non credo l’Iran c’entri qualcosa. Lì il teatro e la musica non sono proibiti, sebbene controllati (vedi questa interessante intervista qui) e l’arte e la cultura in assoluto sono considerati un valore nazionale.

  2. mizam on 2010-12-11 at 22:50

    Come dicono in Toscana: la mamma dei grulli è sempre incinta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dicembre: 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivi

 
'