Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Non è il mio sottosegretario

2011-01-18
By

Il sindacato tunisino, uno dei maggiori attori della rivoluzione tunisina, non riconosce il nuovo governo, formatosi ieri.

Si dimettono 3 ministri, tutti e tre del sindacato.

Manifestazioni di disapprovazione in tutta la Tunisia: si vuole mettere al bando il partito di Ben Ali.

Intanto Stefania Craxi, figlia di Bettino, incontra il Ministro degli esteri di questo governo nato storto, Kamel Morjane, uno dei “riconfermati”:

Il sottosegretario agli Esteri, Stefania Craxi, ha incontrato stamani il ministro degli Esteri tunisino, Kamel Morjane, nell’aeroporto di Fiumicino. Il ministro tunisino, riconfermato ieri nel governo di unita’ nazionale, proveniente da Tunisi si e’ poi imbarcato su un volo di linea per il Cairo. 

“Ben Alì è stato eletto presidente della Repubblica in Tunisia, se n’è andato in seguito a una sollevazione popolare, ma non è reo di nessun reato”, ha dichiarato la Craxi stamattina in un”intervista al Secolo XIX di Genova. “Se fosse stato a Cagliari – sostiene Craxi – l’Italia avrebbe dovuto accoglierlo”. “E se a qualcuno fosse venuto in mente di arrestarlo, sarebbe stata una sciocchezza – aggiunge l’esponente del governo – Non lo si poteva certo accusare di immigrazione clandestina”. 17 gennaio 2011 (fonte)

Il sito di Kamel Morjane era stato hackerato lo scorso 13 gennaio dagli attivisti di Takriz.

Lo stesso giorno in cui Kamel aveva fatto “la mossa” di dare le dimissioni dal governo di Ben Ali.

Ecco cosa appare, ancora oggi, in prima pagina:

January 13, 2011

BEN ALI IS A MURDERER/ MATRI, TRABELSI, LEILA BEN ALI, AND ALL THE GOVERNMENT AND RCD MEMBERS SHOULD BE ARRESTED. Help us spread the world people are dying and Ben Ali is lying, foreign government are helping him, foreign news are not reporting the truth. In fact all people in the street in Tunisia for 4 weeks now are peacefully asking for Ben Ali and his mafia arrest. We want our freedom and dignity back, we do not need jobs or money like it’s been reported. WE WANT TO FREE OUR COUNTRY. Please spread the word and help us keep Tunisia a peaceful country but a FREE COUNTRY we deserve freedom like everybody. We’ve been living a hell of a dictatorship for 23 years and see how it is repaying us, killing our youth, educated youth that is standing and won’t give up until it gets what it wants : BEN ALI the murderer, torturer, censor, dictator shall be arrested!

Thank you for understanding.

7:08pm |   URL: http://kamelmorjane.com/post/2731095916/ben-ali-is-a-murderer-matri-trabelsi-leila-ben

Quelli di Takriz hanno fatto bene.

Craxi non è il mio sottosegretario.

Tags: , , , , , ,

4 Responses to Non è il mio sottosegretario

  1. ilcomizietto on 2011-01-19 at 10:06

    Bisogna però dare atto a questo Governo che in questo caso si è comportato coerentemente con il passato e non ha scaricato Alì quando è stato in difficoltà.
    (Sai, vero, che dalla Tunisia viene una bella fetta di gas metano per il nostro riscaldamento? Sono cose che aiutano nella distensione e nella comprensione dei problemi altrui.)

    • Lorenzo Declich on 2011-01-19 at 18:06

      Sissì, coerentissimo :-)

      Quanto al metano il piacere è reciproco.

      Non è che gli diamo zero euro a Tunisia e Algeria.

      Se l’Italia avesse una politica energetica in chiaro potremmo parlarne meglio. Purtroppo non è così.

  2. letturearabe on 2011-01-19 at 10:11

    portarsi via 4 tonnellate d’oro dalle casse dello stato non è reato? ah però.

  3. […] Proprio esattamente ciò che diceva Stefania Craxi. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

gennaio: 2011
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivi

 
'