Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Paesi del Golfo: una voce unica contro i diritti umani

2011-01-20
By

L’unione fa la forza.

La forza per continuare a negare i diritti.

I regimi autoritari e antidemocratici di Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrain, Emirati Arabi Uniti e Oman creeranno una “rete per la difesa dei diritti umani”.

Nel Golfo, insomma, sta per nascere l’ennesimo sindacato del padrone.

Consiglio di Cooperazione del Golfo: una rete unica a difesa dei diritti umani

Mercoledì 19 Gennaio 2011 18:04

Per poter rispondere con voce univoca, che parli a nome dell’intera regione, alle critiche sollevate da organizzazioni internazionali, i Paesi appartenenti al Consiglio di Cooperazione del Golfo – Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrain, Emirati Arabi Uniti, Oman – stanno lavorando alla creazione di una rete per la difesa dei diritti umani.

Il progetto è stato rivelato dal presidente della Società nazionale per i diritti umani (Nshr) dell’Arabia Saudita al quotidiano Gulf news. In seguito alla firma di protocolli d’intesa si prevedono campagne di sensibilizzazione attraverso conferenze, simposi e seminari, programmi di formazione e scambi di studi e ricerca. Negli anni scorsi le monarchie del Golfo, dove la forza lavoro é costituita in percentuale preponderante da mano d’opera straniera, sono finite nel mirino delle associazioni internazionali a causa della scarsità di legislazioni e normative a tutela dei lavoratori e questioni relative alle libertà personali. D’altro canto, uno studio condotto dalla Nshr rivela che oltre il 40% degli intervistati non ha fiducia nella capacità della stessa di risolvere i loro problemi.

via Consiglio di Cooperazione del Golfo: una rete unica a difesa dei diritti umani.

Tags: , , , , , , ,

4 Responses to Paesi del Golfo: una voce unica contro i diritti umani

  1. […] lo scorso 19 gennaio Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrain, Emirati Arabi Uniti e Oman hanno siglato un accordo per costituire una “rete per la difesa dei diritti […]

  2. […] Paesi del Golfo: una voce unica contro i diritti umani […]

  3. […] Consiglio di Cooperazione del Golfo, come scrivevo qui, ha in mente di gestire la questione dei diritti umani tramite un’agenzia intergovernativa […]

  4. […] serviva anche a “duplicare” le vere organizzazioni per i diritti umani (stessa cosa succede nel Golfo) e quindi a renderle meno visibili e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

gennaio: 2011
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivi

 
'