Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Un visto per i tunisini

2011-02-12
By

Sbarcano a centinaia.

Non mi soffermo su Maroni, anche perché stamani non ho voglia di misurarmi con la sua ministeriale ipocrisia.

Mi limito a ripere ciò che osserva Marco Cappato: “gli sbarchi sono il risultato della politica filodittatoriale del Governo”:

il Governo ha contribuito attivamente a creare il problema che ora è esploso, alimentando per anni l’illusione che per governare l’immigrazione vada rinsaldato l’asse -ampiamente “bipartisan”- con i dittatori, della Libia o della Tunisia che siano. In tal modo sono state alimentate le cause profonde di povertà e arretratezza che oggi spingono quei popoli a abbandonare la propria terra (fonte).

Al-Nawaat.org ieri pubblicava una lettera aperta al Ministro degli esteri francese che si intitola “Chiediamo all’Europa di togliere l’obbligo del visto ai tunisini“, che sottoscrivo.

Ecco uno stralcio:

Giuridicamente questa richiesta è giustificata: accoglie le misure sui Diritti dell’uomo fondative di quell’accordo euromediterraneo che lega la Tunisia all’Europa. E’ giustificata anche politicamente: la rivoluzione tunisina merita l’introduzione di misure eccezionali, non fosse altro che per rendere omaggio con un atto sincero e concreto a ciò che è avvenuto, non soltanto attraverso parole vuote, senza contenuti tangibili.

Chiedo venia per la traduzione accidentata.

Tags: , , , , ,

0 Responses to Un visto per i tunisini

  1. […] Vedi anche: Un visto per i tunisini. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

febbraio: 2011
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

Archivi

 
'