Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Qatar: il 16 marzo di chi?

2011-02-28
By

Cerco da un po’ notizie su eventuali “giorni della rabbia” in Qatar.

Anche lì c’è un tiranno.

Ma lì c’è anche al-Jazeera, con il suo controverso ruolo.

Il Qatar è un paese chiave, ultimamente.

Su FB ci sono diverse pagine al riguardo.

Alcune chiamano il popolo del Qatar a una rivoluzione del 27 febbraio.

Ma il 27 febbraio era ieri e non è successo niente.

Ci sono altre pagine su rivoluzioni qatarine che non sono più raggiungibili.

Ci sono pagine di persone che vogliono chiudere le pagine della rivoluzione del Qatar.

La pagina più partecipata inneggia invece a una rivoluzione il 16 marzo.

Fino a sabato secondo AFP aveva 18,262 fans.

Oggi ne ha 36.063.

A differenza di altri movimenti simili questi promotori del Qatar si scagliano contro al-Jazeera, che definiscono una “la televisione sionista”.

Chiedono di chiudere i rapporti, sebbene non ufficiali, con Israele, di chiudere con gli Stati Uniti, che hanno in Qatar una base.

Certo, chiedono che se ne vada l’Emiro corrotto, etc. etc.

Ma sembrano molto diversi dagli altri.

Anche perché nel loro “info” non c’è nulla se non un “mi piace l’intifada dell’Oman del 2 marzo”, un evento assolutamente superato dai fatti (in Oman ci sono manifestazioni da qualche giorno)

Nessuno dal 17 dicembre a oggi, ha inserito nelle sue pagine di FB parole d’ordine anti-israeliane e anti-americane.

Non so, c’è qualcosa che suona male.

O sarà che il Qatar è un covo di terroristi e di televisioni.

Riflessioni su al-Jazeera:

  1. Il Bahrain è nel Golfo, la rivoluzione non si può fare e al-Jazeera mette il silenziatore
  2. Siria: le forze di sicurezza si aspettano disordini e vieteranno la trasmissione delle notizie?
  3. Egitto: il giorno della verità
  4. I Palestinian Papers e la “unità trasparenza” di al-Jazira
  5. Yemen: quinto giorno di manifestazioni
  6. Bin Laden: ostaggi francesi in cambio dell’Afghanistan
  7. Wikileaks: gli “alti funzionari” arabi e la CIA
  8. Wikileaks: al-Jazeera non è indipendente e il Qatar fa il gioco delle 3 carte
  9. Quando in Qatar cambiano idea

Tags: , , , ,

One Response to Qatar: il 16 marzo di chi?

  1. […] Ripeto: il Qatar è un covo di terroristi e televisioni. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

febbraio: 2011
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

Archivi

 
'