Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Anders Behring Breivik, il pazzo

2011-07-27
By

Allora. L’avvocato difensore di Breivik dice che il suo assistito è un pazzo.

Ed è ovvio che Breivik sia un pazzo, da un punto di vista.

Dall’altro dobbiamo distinguere fra pazzi.

Hitler era un pazzo, in questo senso Breivik è un pazzo.

Dino Campana era un pazzo ma non nel senso di Breivik.

La categoria “pazzo” è molto, molto generica.

Con la pazzia identifichiamo uno spettro quasi infinito di comportamenti più o meno patologici.

A volte, se diciamo che qualcuno “è un pazzo”, facciamo a questa persona quasi un complimento.

Succede con gli artisti.

A volte ci mettiamo a ridere ed esclamiamo: “questo è un pazzo”.

Succede con la gente che “fa cose pazze”, tipo bere una bottiglia di vodka in un sorso o altre idiozie.

Fra i pazzi troviamo l’eccellenza, la creatività, la deficienza, l’orrore.

In sostanza: solo per l’avvocato difensore di Breivik ha senso dire che Breivik è un pazzo.

E’ una linea difensiva ovvia.

Per tutti gli altri dire che Breivik è un pazzo è un nonsenso – anche vagamente assolutorio – è come dire che un cane abbaia.

Bene. In questi giorni leggo due tendenze.

C’è chi dice che Breivik è un pazzo che ha preso idee ragionevoli e le ha trasformate in terrore e c’è chi dice che Breivik ha idee ragionevoli.

I secondi sono Borghezio e forse i 50.000 italiani che lo hanno votato.

I primi sono i leghisti, i fallaciani, i destrorsi identitari,  i fiammaneirenstein, i belpietri, i magdiallam.

Ora, la domanda è: chi fra i primi e i secondi farà più danni al nostro paese, al nostro continente, al nostro pianeta?

 

 

 

 

Tags: ,

4 Responses to Anders Behring Breivik, il pazzo

  1. lamargheb on 2011-07-27 at 11:32

    potrebbe anche essere semplicemente un “cattivo”. non necessariamente pazzo. a volte la pazzia è un sistema difensivo di noi “spettatori” per descrivere un’azione inaccettabile. è probabile che il male esista, e anche non accompagnato da pazzia

  2. Mauricius Tarvisii on 2011-07-27 at 22:58

    Pazzo… tutti lo hanno chiamato così ed ora è ovvio che l’avvocato vorrà trarre i benefici di questa fama.
    Il pazzo va aiutato, non punito. Ma il terrorista non è pazzo, è semplicemente privo di ogni remora morale.

  3. antani on 2011-08-03 at 11:54
  4. Se Breivik è un pazzo on 2011-11-30 at 20:06

    […] sarebbe pazzo. Non “pazzo” nel senso generico del termine (della qual cosa ho scritto qui): proprio tecnicamente fuori di sé, non responsabile nel senso psichiatrico del termine, visto che […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

luglio: 2011
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivi

 
'