Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

In Qatar – 04.5 – La cultura culturale – Suq Waqif 5

2018-07-14
By

Nel suq Waqif c’è un annoiato poliziotto a ogni angolo.

Se contiamo quelle in borghese ci sono quasi certamente più guardie che spazzini.

Talvolta passano anche guardie a cavallo, vestite da guardie a cavallo del Qatar, e hai l’impressione che facciano questo giro per far vedere che esistono guardie a cavallo del Qatar.

Non hanno niente altro da fare, in effetti, se non dare testimonianza di se stessi.

Perché l’immagine che il suq restituisce è quella di un set.

È una sensazione che si prova più volte in più luoghi a Doha.

Ma il fatto è che qui ci vendono l’antico suq di Doha, non la pantomima di Milano o la parrucca di Parigi.

O comunque ci dicono che quello è un suq, cosa che – mi sembra di averlo spiegato con sufficiente accuratezza – tecnicamente non è.

***

Il suq Waqif si riempie a sera.

Qui si svela l’arcano.

Questo non è un posto dove si vanno a comprare davvero le cose che servono, è bensì un posto dove si agisce come se lo si facesse.

Soprattutto: lì si va a fare una passeggiata.

I negozianti sono figuranti, più o meno.

Nessuno sembra interessato a fare del commercio vero, qui.

Piuttosto tutti vorrebbero agire come se fossero veramente lì per far commercio, e la cosa quando è sera, sembra quasi avverarsi.

 


Questo pezzo fa parte di una serie. Tutti i pezzi di questa serie li trovate qui, nella categoria “Nel paese dei decostruzionisti“.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivi

 
'