Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

In Qatar – 04.16 – La cultura culturale – Pray inn 3

2018-08-08
By

La moschea è anche chiamata Grande Moschea o Moschea nazionale.

È la moschea ufficiale, la moschea dello Stato del Qatar (Dawla Qatar).

Ecco io adesso in due righe descriverò di quale nazione/Stato stiamo parlando, dal punto di vista religioso.

Lo Stato del Qatar ha una costituzione in cui al primo articolo si dice che la shari’a, cioè la Legge islamica, è la fonte di ispirazione principale della legislazione (non potrebbe far altro che “ispirare”, la shari’a, essendo un insieme molto limitato di imposizioni, consigli, indicazioni).

Ma lo Stato del Qatar è una monarchia assoluta, i cittadini sono sudditi.

Bene, il punto è questo: la moschea nazionale poteva anche intitolarsi a Omar Sharif, la sostanza non cambia perché le leggi le fa il re, in breve.

Ispirandosi.

Questo è il wahhabismo del Qatar.

***

Un buon esempio di come funziona la Legge in Qatar è questa disposizione su chi può avere la patente e chi no.

È così: c’è un elenco di professioni che non possono accedere al permesso di guida.

Fra queste ci sono, per esempio, i fotografi, gli aiuto farmacisti, gli agricoltori.

Tutto questo servirebbe a eliminare il traffico, o a renderlo meno congestionato.

Bene.

Sfido chiunque a immaginare in che modo questa disposizione possa ispirarsi alla shari’a.

A me sembra un pezzo de “Il dittatore dello Stato libero di Bananas” di Woody Allen.

 


Questo pezzo fa parte di una serie. Tutti i pezzi di questa serie li trovate qui, nella categoria “Nel paese dei decostruzionisti“.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivi

 
'