Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

In Qatar – 07.4 – Schiavi – In prigione, in prigione

2018-09-07
By

Sociologicamente parlando l’expat è maschio e single.

Un maschio single in Qatar ha molte difficoltà nei rapporti sociali, non trova persone con cui avere uno straccio di rapporto umano che non siano a loro volta maschio e single.

Il Qatar non è fatto per lui, bensì per gruppi di individui raccolti attorno a un patriarca che si riuniscono in un salotto.

E possono decidere di andare al parco.

***

Al parco possono circolare le famiglie e i single impegnati in un’attività sportiva.

Se sei un expat single e vai al parco in abiti non sportivi non ti fanno entrare.

Per camminare in un parco da expat single devi indossare scarpe da ginnastica e calzoncini corti, o una tuta.

E zompettare.

***

L’expat-non-schiavo in Qatar è di fatto un carcerato a cui, perlomeno, danno qualche droga per alleviare la prigionia.

Nonostante questo, sembra che il cittadino qatarino invidi qualcosa di lui, principalmente la sua vita virtualmente libera e dissoluta.

Anche a questo c’è rimedio e in questo caso il fatto del vestito identitario funziona al contrario.

Cioè: se un cittadino del Qatar maschio vuole andare a ubriacarsi nella riproduzione di un pub irlandese, o giacere con una prostituta, allora si veste come un expat per non farsi riconoscere.

Molto comoda questa cosa dell’identità, vista dagli occhi del padrone.

 


Questo pezzo fa parte di una serie. Tutti i pezzi di questa serie li trovate qui, nella categoria “Nel paese dei decostruzionisti“.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivi

 
'