Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

In Qatar – 08.2 – Analytica – Mascherata

2018-09-16
By

Facendo una rapida analisi, le carte che i qatarini si possono giocare per avere un ruolo nella spartizione del potere nei diversi teatri, la loro chip nella mano di poker consiste nel:

  1. finanziare gruppi armati che combattano indirettamente per loro;
  2. finanziare organizzazioni di qualche genere che garantiscano la loro presenza su un territorio;
  3. utilizzare il proprio denaro per entrare nel grande gioco della finanza mondiale.

Esemplificando, ed escludendo complottismi webeti, si osserva che il Qatar gioca a Risiko in paesi come la Libia, il Mali, la Siria; distribuisce finanziamenti “a pioggia” attraverso le sue charities che forniscono aiuti e fanno progetti di sviluppo, costruiscono moschee e centri islamici; coi suoi fondi sovrani compra grandi esercizi commerciali, brand, grattacieli e così via.

Niente di così diverso da ciò che fanno gli altri: l’etichetta “islam” viene apposta solo quando serve (nei primi due casi), cioè quando permette l’individuazione di referenti affidabili.

Chiedete a un mercenario che lavora per i francesi in Africa, ad esempio.

Chiedetegli cose tipo: “cosa pensi dei neri?”

Oppure: “cosa pensi della democrazia?”

Probabilmente ti risponderà scorreggiando in rossobrunese, mostrandosi in tutto il suo nazismo.

Ecco, questo merdone se lo prendono i francesi, mentre il barbuto allaheggiante che si fa di eptagon se lo prendono quelli del Qatar.

 


Questo pezzo fa parte di una serie. Tutti i pezzi di questa serie li trovate qui, nella categoria “Nel paese dei decostruzionisti“.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivi

 
'