Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

In Qatar – 09.6 – Tu ami il Qatar, quindi lo odi – The frustrated historian

2018-09-26
By

Quello che non dovreste fare è invece etichettare questo Qatar come “islamico”.

O almeno: fatelo, se volete, ma poi – per onestà intellettuale – dovrete mettere l’etichetta di “cristiano” su un posto come Las Vegas.

A quel punto se non vi sentite ridicoli potete tranquillamente morire così.

Badate bene, però.

In tanti con un sorrisetto dicono: il Qatar è come Las Vegas, è proprio americano.

E sì, è molto americano se lo guardiamo da europei, ma ciò non significa quasi nulla in termini assoluti.

Cioè: il problema non sta nel fatto che sia americano ma nel fatto che sia espressione di questo capitalismo mondiale.

Il tipo di culturazione e deculturazione operata in Qatar è cosa ben diversa da quella americana anche se alla fine il risultato può sembrare lo stesso.

Ci vogliono il suq Waqif e il Katara per capirlo.

In Qatar non solo si copia l’America.

In Qatar si costruisce un islam di gomma.

E questo è il motivo vero per cui – in definitiva – radere al suolo il Qatar potrebbe non essere una cattiva idea.

 


Questo pezzo fa parte di una serie. Tutti i pezzi di questa serie li trovate qui, nella categoria “Nel paese dei decostruzionisti“.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivi

 
'