Il profumo di Colonia – all’insegna della qualità

2016-01-22
By

Se cerchi un imam, uno sheykh, un mufti che dice cose retrograde, misogene, criptonaziste, etc. lo troverai, perché il mondo è pieno di stronzi – più o meno musulmani. REN TV, un network privato russo, ha cercato qualcuno del genere a Colonia e l’ha trovato. Questo povero deficiente, già ampiamente attenzionato, ha detto –...
Read more »

Il Tagikistan taglia 13.000 barbe?

2016-01-21
By

Ditemi se questo è il modo. Tagliano barbe e chiudono negozi dove si vendono veli. Tajikistan shaves 13,000 beards in ‘radicalism’ battle – Al Jazeera English In questo modo ci si nasconde dietro a una non-barba e a un non-velo. O no? L’articolo racconta di come un nazionalismo idiota non possa nulla contro –...
Read more »

Redimorto

2016-01-21
By

Nel mio elenco di jihadisti rimorti non avevo messo Abu Mu’sab al-Zarqawi. Anche lui è rimorto, ri-ferito, ri-catturato. Da Wikipedia: Reports of his death, detention and injuries Missing leg Claims of harm to Zarqawi changed over time. Early in 2002, there were unverified reports from Afghan Northern Alliance members that Zarqawi had been killed...
Read more »

Rifugiate

2016-01-20
By

Solo due link, giusto per ricordarselo https://www.amnesty.org/en/latest/news/2016/01/female-refugees-face-physical-assault-exploitation-and-sexual-harassment-on-their-journey-through-europe/ http://www.unhcr.org/562a150f6.html
Read more »

Scegliere qualcosa da leggere su IS e jihadismo oggi in Italia

2016-01-20
By

Il mondo, oggi, è pieno di pubblicazioni sull’organizzazione Stato Islamico e sul jihadismo. Migliaia di libri, milioni di articoli. Se c’è una cosa che accomuna la maggior parte di questo materiale è che i suoi autori pensano di poter dire la qualsiasi sui due temi. Si sentono autorizzati proprio grazie all’ammasso di pubblicazioni disponibili,...
Read more »

La società civile in Pakistan e “l’ideologia islamica”

2016-01-19
By

In questo articolo di al-Jazeera (english) dal titolo “Pakistan failure to outlaw child marriage sparks outcry” si racconta della rabbia degli attivisti dopo che il Consiglio dell’ideologia islamica, un organismo consultivo del Pakistan, ha bollato come “non islamica” la richiesta di innalzare l’età minima per i matrimoni da 16 a 18 anni. In Pakistan...
Read more »

Come sta Deir Ezzor

2016-01-18
By

Stamattina vado al bar e su un freepress un titolo a tutta pagina urla che lo Stato Islamico ha decapitato 300 persone a Deir Ezzor. La notizia è falsa e vi spiego come è falsa: non è  verificata e proviene da una sola fonte, l’agenzia governativa siriana, che notoriamente diffonde bufale pro-regime; quella stessa...
Read more »

Piangere e ridere

2016-01-17
By

La vignetta di Charlie Hebdo farebbe ridere perché sarebbe tesa a dimostrare che gli stessi che piangevano per la morte di Aylan adesso sarebbero pronti a dire che i migranti sono tutti stupratori. Il vignettista metterebbe in luce questa contraddizione. La satira avrebbe questa funzione di mettere in luce. Ci ho messo un po’...
Read more »

Dove sta Deir Ezzor

2016-01-17
By

Oggi arrivano questi report sul massacro di IS a Deir Ezzor, che in Siria è “il posto del petrolio”. IS ha attaccato postazioni governative, poi ha massacrato familiari di lealisti. Si parla di centinaia di vittime innocenti e di 35 militari. I russi, con gli aerei, sarebbero andati in soccorso dell’esercito governativo. Ora la...
Read more »

14 gennaio 2011

2016-01-14
By

Un po’ di memoria. 4 anni fa la rivoluzione tunisina registrò la sua vittoria. Ben Ali scappò in Arabia Saudita, il rifugio dei tiranni. Può essere utile ricordarsi di quello che successe da quel giorno in poi. Respirare un po’ l’aria che tirava nei giorni e nei mesi successivi. Capire quanto fosse già in...
Read more »

La terra è per tutti

2016-01-13
By

Ieri ho avuto il privilegio di conoscere Imed Soltani, che in questi giorni fa da portavoce, in Italia, all’associazione tunisina La terre pour tous. La sua e altre 153 famiglie tunisine, raccolte attorno all’associazione, cercano notizie dei loro parenti scomparsi durante il viaggio verso l’Europa o, anche, una volta arrivati in Europa. L’associazione è...
Read more »

Attacco al cuore dell’Europa

2016-01-12
By

Istanbul è Costantinopoli, nel senso che la parola “Istanbul” è un succedaneo del termine con cui Costantino, il pontifex maximus, ribattezzò Bisanzio, l’11 maggio del 330. “Istan”, sta per “Costantino” e “bul” sta per “poli”. La Nuova Roma di Costantino il Grande, l’imperatore dell’Editto di Milano, il cristianofilo, è in Europa, o no? Già...
Read more »

Molinari è lì

2016-01-10
By

Ciao, sono un copiaincollatore di articoli autorevoli e non, con cui scrivo libri sull’isis che Saviano consiglia di leggere. Finora sono stato per lo più buonista, a me mi chiedono solo di fare finta che i palestinesi non esistano. Sto lavoro lo faccio bene. I palestinesi li scancello alla grande. In realtà non ho...
Read more »

Pakistan, Swat, Saidu Sharif e la Missione archeologica italiana

2016-01-06
By

Con le lacrime agli occhi: – Roma- – (di Francesco Palmieri) C’è un angolo dell’Asia dove da sessant’anni gli archeologi italiani scavano, repertano, restaurano e conservano i tesori dell’incontro fra due mondi: Oriente e Occidente. è la valle dello Swat, nel nord dell’attuale Pakistan, che fu tappa importante della spedizione di Alessandro Magno in...
Read more »

L’Iran e la rivoluzione (islamica)

2016-01-05
By

Per ricordare a tutti che la retorica della rivoluzione islamica è uno dei pilastri della propaganda iraniana consustanziale alla nascita dell’Iran contemporaneo. Nei primi giorni della rivolta in Tunisia, nel 2010, i media iraniani di regime – allora c’era Ahmadinejad – non facevano che dire che eravamo all’alba di un risveglio della rivoluzione islamica....
Read more »

Italia in Libia

2016-01-02
By

L’Italia sta effettivamente facendo politica estera in Libia http://www.agi.it/estero/2015/12/29/news/libia_ambasciatore_safar_eni_importante_per_rinascita_economia-325075/ http://www.agi.it/estero/2015/12/30/news/libia_ambasciatore_a_roma_ora_litalia_riapra_la_sua_ambasciata-326962/ http://silendo.org/2015/12/18/una-colazione-militare-per-la-libia/  
Read more »

Essere il peggio possibile

2016-01-02
By

Erdogan dice – pare – che la Turchia avrebbe bisogno di una riforma costituzionale in senso hitleriano.
Read more »

Quarantasei più uno

2016-01-02
By

Riad uccide 47 persone. L’Iran – paese da anni nella top 2 dei paesi più assassini del mondo – minaccia Riad perché uno degli assassinati era uno dei loro. Gli altri 46 erano, pare, di al-Qaida. La rete si riempie di pesi e misure. C’è chi dice: l’Arabia Saudita è il paese che uccide...
Read more »

Nuguli di fatwe

2016-01-01
By

E’ Natale e il Pentagono ha deciso di emanare qualche fatwa orrorifica dello Stato Islamico, regolarmente ripresa da Reuter e poi diramata mondialmente. C’è la fatwa che giustifica il traffico di organi (25 dicembre) E quella sul sesso con le schiave (29 dicembre) La domanda è: perché avevamo bisogno di sapere questa cosa? Non...
Read more »

I 3 miliardi Ue alla Turchia? Non risolvono l’emergenza

2015-12-28
By
I 3 miliardi Ue alla Turchia? Non risolvono l’emergenza

In Algeria, Marocco e Tunisia un migrante che prende il mare per raggiungere l’Europa si chiama “harrag”. Gli “harraga” sono coloro che bruciano i propri documenti (la radice araba da cui deriva il nome significa proprio “bruciare”) e fuggono dalla miseria ma anche – soprattutto in Algeria – persone disperate, soprattutto giovani, che decidono...
Read more »

Fulvio Scaglione e la fantasia

2015-12-22
By

Ecco come esordisce, dopo il coraggioso titolotto “Siria: contr’ordine compagni, ora Obama la pensa come Putin”, il pezzo di Fulvio Scaglione su Famiglia Cristiana dello scorso 18 dicembre: Pensate il pianto e lo stridor di denti tra coloro che da mesi ci spiegano che l’intervento russo in Siria è la massima tra le disgrazie...
Read more »

Islam e barbarie: se anche Adonis

2015-12-04
By

Adonis è un grande poeta. Gli arabisti lo hanno portato per decennni su, nell’olimpo dei grandi, dei più grandi. Io non leggo tutta questa poesia e, se devo essere sincero, Adonis l’ho letto poco e niente. Tutta la stima del mondo, intendiamoci, ma la poesia non è il mio campo, in essa raramente trovo...
Read more »

L’attentato di Parigi ha mostrato il vero livello dell’informazione in Italia

2015-11-26
By

In Italia tendenzialmente abbiamo un’informazione che procede per emozioni. I fatti invece rimangono lì, analizzati svogliatamente e male: attorno a essi si costruiscono tante cose che ben poco hanno a che vedere con essi. L’islam, il mondo islamico, la Siria e l’Iraq, il jihadismo e il terrorismo sono temi complicati, sensibili, sempre controversi, di...
Read more »

L’attentato di Parigi ha mostrato il vero livello dell’informazione in Italia

2015-11-19
By

In Italia tendenzialmente abbiamo un’informazione che procede per emozioni. I fatti invece rimangono lì, analizzati svogliatamente e male: attorno a essi si costruiscono tante cose che ben poco hanno a che vedere con essi. L’islam, il mondo islamico, la Siria e l’Iraq, il jihadismo e il terrorismo sono temi complicati, sensibili, sempre controversi,...
Read more »

Nella guerra di Siria si cercano le priorità dell’Italia

2015-10-05
By

Un sito israeliano storicamente legato a “fonti militari” di Gerusalemme, Debkafile, descrive il primo bombardamento russo in Siria come un evento storico. Gli attacchi dal cielo delle forze di Mosca, secondo questi noti “spioni”, cambierebbero definitivamente le carte in tavola. In un certo senso, soprattutto dalla prospettiva dello Stato ebraico, c’è del vero. È vero perché...
Read more »

I dati da salvare sul 21 agosto 2013

2015-08-22
By
I dati da salvare sul 21 agosto 2013

Ricorre in questi giorni il secondo anniversario dell’attacco al sarin in alcune aree della periferia di Damasco, la Ghuta. Casualmente da qualche giorno si rincorrono le notizie sull’uso della stessa sostanza da parte del gruppo Stato Islamico in Iraq. Sarebbero in questo caso fonti militari statunitensi ad affermarlo. Le due cose non sono connesse...
Read more »

Il mullà Omar e il principio di indeterminazione

2015-07-30
By

Stavolta potrebbe essere morto, o meglio: stavolta potrebbe essere vero che sia morto due o tre anni fa. Ma di necrologi ne sono già usciti molti, ogni volta che moriva (le ultime due volte nel 2011 e nel 2014) ne pubblicavano un buon numero, corredando il tutto con considerazioni finali collegate alla situazione del momento. Quindi...
Read more »

I migranti invisibili che vengono dal futuro

2015-07-22
By

Ultimamente gli Stati costruiscono muri, li allungano o li rinforzano. Ma costruire muri, corredarli di strumenti di controllo sempre più sofisticati (guardie armate, telecamere, rilevazione satellitare) o dotarli di mezzi particolarmente crudeli di dissuasione (fossi, fili spinati, lame) ha un’utilità ridottissima. Come rilevato qualche anno fa dai ricercatori di L’Espace Politique, i muri non...
Read more »

Il valore locale dell’attentato dello Stato Islamico in Tunisia

2015-07-06
By

Distratti dalla sincronicità degli attacchi terroristici del 26 giugno, ne abbiamo travisato in parte la natura. O meglio, ne abbiamo valutato l’aspetto globale – concentrandoci in parte erroneamente sul fatto che siano avvenuti durante il mese di digiuno dei musulmani, il Ramadan – ma abbiamo tenuto in secondo piano quello locale. Riordinando i fatti...
Read more »

Come l’economia islamica cresce in Europa

2015-06-23
By

Nella categoria “finanza islamica” rientra un numero sempre crescente di costrutti bancari e finanziari diversi fra loro per natura e storia. Da una parte troviamo quei servizi bancari, come i “conti correnti islamici” o il “microcredito” islamico: sono prodotti nati a partire alla fine degli anni Settanta principalmente in Egitto come iniziativa economica privata...
Read more »

Da crogiuolo a mare diviso: il Golfo nella storia

2015-06-15
By

C’era un tempo in cui essere arabi o persiani contava fino a un certo punto, almeno se guardavi il mondo dal punto di vista dell’Oceano Indiano e di chi lo abitava. I navigatori persiani e arabi, in mare, avevano un lessico in gran parte comune: per portare una nave a vela latina – cioè...
Read more »

Un futuro

2015-06-14
By

Schengen contro Dublino. La Francia ha chiuso la porta di casa. Migranti disperati sugli scogli, Ventimiglia. Inviati speciali, elicotteri, forse anche droni. Serve un piano europeo, dice Renzi. Ma intanto l’Italia “ha perso le tracce” di 50.000 persone. Sono sbarcate in Italia e non si sa dove sono, dove sono andate. Un certo numero di esse...
Read more »

Da al-Qaeda a Daesh. Storia, realtà, propaganda

2015-06-01
By


Read more »

In Tunisia la vera rivoluzione può attendere

2015-03-15
By

1. NEL PRENDERE IN CONSIDERAZIONE l’attacco di Tunisi si possono individuare due piani d’analisi sovrapposti. Il primo, di ordine più generale, ha a che fare con la mutazione dell’universo jihadista mondiale occorsa dopo la nascita dello Stato Islamico (Is) in Siria (aprile 2013), il suo allontanamento da al-Qā‘ida centrale e il suo aggressivo tentativo di egemonizzare...
Read more »

Iran nudo

2015-03-10
By

Ne “L’islam nudo” scrivo di paesi del Golfo e di Arabia Saudita. La cosa non deve sviare: inseriti e coinvolti nel mondo “halal” ci sono paesi come l’Iran e la Turchia (oltre a Malesia e Indonesia) che, in questo caso – cioè nel caso in cui si parli di business – non stanno molto...
Read more »

Re Offa e la shahada

2015-02-24
By
Re Offa e la shahada

Re Offa (773-96 d.C.) di Mercia (uno dei Sette Regni Anglosassoni) trovò un giorno utile coniare una moneta d’oro con sopra impressa la shahada, l’attentazione di fede musulmana. Lo fece imitando le monete coeve del califfo di Baghdad, l’abbaside al-Mansur. Questa non è la data di nascita di Eurabia, non è la prova che...
Read more »

Sherlyn Chopra e Libero

2015-02-20
By

Cercando “islam nudo” su google a un certo punto ci si imbatte in questo articolo della pagina spettacoli di Libero. E’ un pezzo del 2012, un fake nel senso che l’attrice di Bollywood è la “prima indiana” a posare per playboy, non la “prima islamica” (che poi bisognerebbe dire la “prima musulmana”). Sua madre...
Read more »

Quanto è islamica la finanza islamica?

2015-02-15
By
Quanto è islamica la finanza islamica?

1. NELL’878 DOPO CRISTO LA COLONIA commerciale musulmana di Guangzhou (Canton) viene distrutta. L’evento, importante perché segna l’inizio di un nuovo protagonismo cinese nel mondo medievale, ci ricorda che a due secoli e mezzo dalla morte del profeta Maometto l’islam «economico» aveva già da un pezzo raggiunto le rive orientali del mare commerciale per eccellenza, l’Oceano...
Read more »

Note a “L’islam nudo”

2015-02-03
By

“L’islam nudo” porta un buon numero di notizie tratte da fonti web. Per visualizzare queste fonti potete cliccare qui. Troverete un numero di pdf o mp4 con l’indicazione, nel nome del file, delle note cui si riferiscono. Buona lettura.
Read more »

Note a “L’islam nudo”

2015-02-03
By

“L’islam nudo” porta un buon numero di notizie tratte da fonti web. Per visualizzare queste fonti potete cliccare qui. Troverete un numero di pdf o mp4 con l’indicazione, nel nome del file, delle note cui si riferiscono. Buona lettura.  
Read more »

La guerra poco santa per il comando del jihad

2015-01-15
By

1. PER TROVARE IN RETE LE REAZIONI DELLA galassia jihadista nei giorni successivi all’attacco di Parigi avremmo potuto prendere facili scorciatoie. Navigando nel mondo dell’islamofobia online si incontra ad esempio il sito di Pamela Geller, che già il 7 gennaio 1 riportava una panoramica delle reazioni jihadiste all’attacco compilata dal Middle East Media Research Institute (Memri)...
Read more »

La guerra di Piero

2015-01-14
By

Andrò a braccio, cari lettori, interpretando questo mio commentario, a suo tempo promessovi su FB, in ottica “defatigante”. Sì, perché cercare di capire le cose implica fatica, impegno, concentrazione e io, dopo giorni a cercare di capire cosa è successo a Parigi, sono un po’ stanco. Spero che la cosa mi aiuti a essere...
Read more »

La nuova economia islamica e la globalizzazione

2014-12-24
By

Alla fine dell’800 il sottosuolo del Cairo restituì il più grande deposito documentario mai rinvenuto nel mondo arabo e islamico per il periodo medievale. Nella Geniza del Cairo, il magazzino della sinagoga di al-Fustat, gli archeologi scoprirono decine di migliaia di documenti, la maggior parte dei quali risale al periodo compreso fra il 1025...
Read more »

Ma che bel castello

2014-12-15
By

Di nuovi muri eretti fra Stati ce ne sono a pacchi. Marie Didiot ne conta 25 dal 2000 a oggi. Li descrive “anacronistici di fronte alla fluidità e all’intensità esponenziale degli scambi fra le differenti aree del pianeta” e ne sottolinea l’impatto “simbolico”: parlano agli abitanti del Castello, servono a testimoniare l’impegno di una...
Read more »

L’onere della prova e gli eroi bambini

2014-11-28
By

Ci sono volte in cui la semplice esposizione di cose presenti lancia messaggi molto chiari. In principio, dunque, vi racconterò cosa ho nel mio computer, nella cartella “hero boy”, dove ho messo diversi video scaricati da YouTube. Aggiungerò a questa descrizione alcuni dettagli, facilmente reperibili in rete. Nel primo video un bambino si trova...
Read more »

Non perdiamo la testa. Il doveroso e vano tentativo di difendervi da Allam e le firme de Il Giornale

2014-11-01
By

E’ venerdì 24 ottobre, ho fatto una ricerchina su “Non perdiamo la testa” partendo dalla copertina, su cui si trova scritto “Controcorrente.it”. Trattasi di un editore che promuove in questi giorni “Eurasia, Vladimir Putin e la Grande Politica” di Alain de Benoist e Aleksandr Dugin. L’ultimo evento promosso da Controcorrente.it è il “XXII Convegno...
Read more »

Il buongiorno che si vede stamattina

2014-09-24
By
Il buongiorno che si vede stamattina

Scrivo all’indomani del primo attacco americano sulla Siria*. 1. l’U.S. Department of Defense ha diramato un dispaccio nel quale si afferma che: The strikes destroyed or damaged multiple ISIL targets in the vicinity of Ar Raqqah, Dayr az Zawr, Al Hasakah, and Abu Kamal and included ISIL fighters, training compounds, headquarters and command and...
Read more »

L’Is visto dai musulmani

2014-09-18
By

La risposta del mondo islamico alle attività e alla propaganda dello Stato Islamico risente fortemente dell’eterogeneità di quel mondo, spesso erroneamente – quando non colpevolmente – trascurata dai media, specie occidentali. Descrivendo l’islam come un monolite costituito, al più, da microscopici elementi che si muovono e agiscono all’unisono avendo le medesime vedute e gli...
Read more »

Dove sventola la bandiera nera

2014-09-18
By

1. LO STORICO TABARI (839-923), NELLA SUA Tariḫ al-umam wa-l-mulūk (Storia degli imam e dei re), narra – ma la tradizione è contestata – che dopo la pace decennale siglata nell’anno 628 con i quraishiti, la tribù egemone della Mecca, il profeta Maometto inviò delle lettere a diversi governanti del tempo invitandoli a «tornare» all’islam. Dodici...
Read more »

Violenza, silenzio e barbarie: quello che ho visto io della Siria

2014-09-12
By

Le cose, sul campo, erano già molto chiare all’inizio. La violenza del regime ha iniziato a manifestarsi subito, anzi, la rivolta nasce simbolicamente come risposta “civile” a un atto di violenza: un gruppo di ragazzini, picchiati e torturati per aver scritto su un muro quello che pensavano di Bashar al-Asad. La macchina della propaganda,...
Read more »

La stagione delle rivolte a sud

2014-07-31
By

Siamo nel 2010. Conosciamo le “masse arabe” per due motivi. Il primo: protestano quando appare qualche cosa che offende l’Islam. Il secondo: protestano quando Israele massacra i Palestinesi. I tiranni, nel primo caso, prendono i manifestanti a fucilate. Il loro ruolo, accettato e benvoluto, è tenere a bada l’anima nera dell’estremismo islamico: fanno bene...
Read more »

La Repubblica delle Idee sbagliate

2014-06-10
By

Questa cosa è uno sfogo. Prendetela così o chiudete il post. Al teatro San Carlo di Napoli, per la Repubblica delle Idee 2014, si sono incontrati due pesi massimi del giornalismo e della letteratura, l’inviato ed editorialista di Repubblica, Bernardo Valli, e Adonis, intellettuale siriano e uno dei più grandi poeti viventi arabi. Nell’incontro...
Read more »

Ciò che al-Qaida non è più

2014-04-13
By

Il 23 febbraio scorso una delle più importanti formazioni jihadiste siriane, Ahrar al-Sham, ha annunciato la morte di uno dei suoi...
Read more »

Di Babele in Babele

2014-03-12
By

È luogo comune pensare che i musulmani non vollero la stampa a caratteri mobili per motivi di tipo religioso. La cosa è esatta e sbagliata allo stesso tempo. Se è storicamente documentata l’avversione di regnanti, dotti musulmani e scribi di corte dal ‘500 all’800 verso quella sorta di atomizzazione dell’oggetto-libro, dell’oggetto-pagina e dell’oggetto-parola che...
Read more »

L’altra foto di Yarmouk

2014-02-27
By
L’altra foto di Yarmouk

La fotografia di una folla infinita che si accalca per ricevere gli aiuti alimentari forniti dalla UNRWA (l’agenzia dell’ONU che si occupa di assistenza alla popolazione palestinese) nel campo dei profughi palestinesi di Yarmuk ha fatto il giro del mondo. Il campo è lì, a pochi chilometri dal centro di Damasco, dal 1957. Non...
Read more »

Orientalismo recursivo

2014-02-21
By

Nella foto, scattata in Libia e reperita su Facebook, un “tuareg” mostra di “riconoscersi” in una Volkswagen Touareg. Siamo al centro di un incontro di immaginari di cui a molti sfuggirà il contorno. Una casa automobilistica tedesca intitola una sua autovettura fuoristrada a “un popolo nomade del deserto”, usando una trascrizione alla francese (la...
Read more »

C’era una volta Homs – 2

2014-01-29
By

Due giorni fa, 27 gennaio, vi ho parlato di Homs e del suo terribile destino. La notizia nuova, sul quel fronte, è che sul punto dell’evacuazione di donne e bambini dai quartieri assediati e/o su un corridoio umanitario la delegazione inviata dal regime a Ginevra2 si è impuntata. Finora c’è un nulla di fatto....
Read more »

C’era una volta Homs – 1

2014-01-22
By

Per immaginare cosa possa essere stata Homs potreste farvi un giro su Wikipedia. Per immaginare come è diventata potreste invece fare un giro sulla pagina del gruppo di giovani fotografi che da diversi mesi ci riporta le realtà martoriata di quella città e della sua campagna.  Le due cose, messe insieme, potrebbero farvi riflettere...
Read more »

Il boia di Damasco reloaded

2014-01-21
By

A due giorni dall’inizio di Ginevra2, la conferenza sulla Siria che – secondo diversi analisti – si rivelerà una farsa (e già in parte lo è), la CNN, seguita poi dal Guardian e Le Monde, pubblica un rapporto compilato da sei esperti (giuristi, scienziati forensi, un antropologo, un esperto di immagini digitali) chiamati a...
Read more »

Eh no, caro Domenico Quirico, le bacchettate proprio no

2013-12-02
By

Finora non ho scritto niente su Domenico Quirico, su ciò che ha scritto riguardo alla sua prigionia. Una persona che vede in faccia la morte più volte e passa intere settimane, interi mesi sulla linea della vita ha di certo visto il Male. Dunque non mi sono mai soffermato sulla profonda imprecisione con cui...
Read more »

La Siria non è il paese del Male

2013-11-13
By

Con sempre maggior insistenza si sta diffondendo uno slogan, per alcuni molto fortunato: la Siria è “il Paese del Male”. Senza avere una conoscenza profonda delle ricchezze e delle complessità siriane, si costruisce una narrativa, magari penitenziaria, finalizzata a giustificare un’ideologia che vuole presentare l’attuale e storica transizione siriana in termini di regressione verso...
Read more »

La voce (cupa) di Damasco

2013-11-07
By

Thierry Meyssan sceglie con cura dove abitare. Al tempo della guerra in Libia stava a Tripoli, nei palazzi di Moammar Gheddafi. A guerra finita si è trasferito a Damasco, dove vive da due anni. Ma, secondo quanto scrive su Megachip, conosce la Siria da dieci anni. E domenica 3 novembre 2013, cadendo improvvisamente da...
Read more »

In “Siria anno zero”

2013-10-08
By

Dall’inizio del conflitto armato la natura, la composizione e le posture delle forze in armi sono mutate più volte. Un evento che negli ultimi mesi ha attirato molta attenzione è l’uscita allo scoperto, anche dal punto di vista propagandistico, delle sigle che fanno riferimento alla rete di al-Qā‘ida. Il 10 aprile scorso gli account...
Read more »

Quale rivoluzione

2013-10-08
By

– La rivoluzione tunisina è finita? O è solo all’inizio? Forse una rivoluzione non c’è mai stata, ed era tutto un complotto? C’è molto di rivoluzionario in ciò che ha iniziato a svolgersi a partire dal 17 dicembre 2010 in Tunisia, per poi espandersi a macchia d’olio...
Read more »

Gli amici americani del Presidente Bashar al-Asad

2013-10-02
By
Gli amici americani del Presidente Bashar al-Asad

Ricevo “il dossier” e lo descrivo. Il 12 giugno 2012 appariva su youtube il video (sfocato). Le persone dietro la telecamera e la donna parlano in curdo. La descrizione del video, in arabo, recita: Aleppo, Sheykh Maqsud. Attivista curda prima di venire sgozzata dagli shabbiha del PYD nell’area di Shaylj Maqsud, Aleppo Secondo una ricostruzione...
Read more »

How wrong you are, Slavoj

2013-09-10
By

Slavoj, I am one of your readers. I am always in agreement with you even if often, I would prefer not to be, I jump right over those pieces in Lacanian and Hegelian that you have the habit of trying to frequently stick in between one serious discussion point and another. I would like...
Read more »

Cosa fanno i droni in Pakistan

2013-07-24
By

Una vittima su cinque è un civile, una su dieci è un bambino. Questo è il risultato di maggior “effetto mediatico” di un’inchiesta interna del governo pakistano (venuta alla luce grazie ai giornalisti di The bureau of investigative journalism) che traccia le attività dei droni della CIA in Pakistan dal 2006 al 2009. Dovremmo...
Read more »

Siria. Chi bombarda cosa

2013-07-12
By

(ANSA) – BEIRUT, 12 LUG – L’aviazione siriana fedele al presidente Bashar al Assad ha bombardato oggi il Krak dei Cavalieri, nella Siria centrale, una delle più note fortezze crociate di tutto il Medioriente e inserito nella lista dei siti Unesco patrimonio dell’umanità. Lo riferiscono attivisti dell’omonima cittadina (in arabo Qalaat al Hosn), che...
Read more »

Egitto. Da che parte stanno gli amerikani

2013-07-11
By

In piazza Tahrir i manifestanti anti-Morsi sbandieravano il loro disappunto nei confronti di Obama. Lo accusavano di “finanziare i terroristi” o, con meno recisione, di non essere quel “campione della democrazia” che vuol far credere di essere. Oggi un noto network di news nato in seguito alle rivolte, rassd.com, pubblica documenti – veri o...
Read more »

Egitto, chi spara a chi

2013-07-09
By

Ho fatto un giro dei video che Repubblica pubblica sulle violenze di questi giorni. Ve ne sono diversi, ma tutti riguardano le violenze dell’esercito contro i seguaci dei Fratelli Musulmani. C’è da tenere a mente, invece, che anche (alcuni) seguaci dei Fratelli Musulmani sparano contro l’esercito. La cosa è documentata. Non è un dettaglio,...
Read more »

Quando uno le cose se le dice da solo

2013-07-04
By

Bashar al-Asad dice, pare, che “chiunque utilizza la religione per scopi politici è destinato a fallire” (fonte).  
Read more »

Ciò che l’Egitto a questo punto non sarà

2013-07-04
By

Questo post non riflette sulla morte prematura della democrazia egiziana. La sensazione, anzi, è che vi sia un cammino egiziano verso una democrazia. I più ottimisti – o anche i più struzzi, fate vobis – pensavano che con le pseudo-elezioni parlamentari e presidenziali si fosse installato in Egitto un solido presidio democratico. C’era anche...
Read more »

La mappa concettuale della Siria civile

2013-06-24
By
La mappa concettuale della Siria civile

Concentràti sull’escalation del conflitto e sul processo, sempre più preoccupante, di radicalizzazione in atto, ci siamo dimenticati di come è nata la protesta in Siria e, soprattutto, di chi l’ha fatta nascere e portata avanti: una nascente società civile la cui cifra è la nonviolenza (e non stiamo a sofisticare, vabbene? Per “società civile”...
Read more »

Il musulmano islamico e il popolo islamico

2013-06-21
By

Il musulmano islamico – “Islam” è una parola che, oltre a vivere nel suo contesto d’origine, la lingua araba, ha una sua esistenza e dei suoi derivati nelle diverse lingue che l’accolgono. Il caso italiano è particolarmente interessante.  In arabo “islam” è un sostantivo verbale derivante da aslama, un verbo che significa “abbandonarsi, sottomettersi...
Read more »

Cosa lega Gezi Parki, Goldman Sachs e le sanzioni all’Iran?

2013-06-21
By

Assolutamente niente. Tuttavia Vincenzo Maddaloni, “giornalista dalla lunga esperienza d’inviato all’estero” pensa che qualche legame vi sia. Se avete cinque minuti leggete come questi, presso una delle riviste più illegibili del panorama editoriale della nostra galassia, espone la tesi del gombloddo. Guardacaso :-)    
Read more »

Se Sartori non è un buffone

2013-06-19
By

Chi di spada ferisce di spada perisce. Due volte. Eccolo lì, dopo circa tre anni, a dare lezioni di storia alla mia Ministra per l’Integrazione. Eccolo lì, citare il sultanato di Delhi e l’impero Moghul dopo che, tre anni fa, aveva negato la presenza stessa di musulmani nel subcontinente indiano dall’VIII al XVI secolo....
Read more »

“Che poi non sono altro che gli alawiti siriani”

2013-06-12
By

Comunicazione di servizio. Gli alevi della Turchia NON sono gli alawiti della Siria. No, proprio non c’entrano una mazza. … Nonnò, davvero, davvero. La frase che cito nel titolo l’ho sentita stamani alla radio. A usarla è stato un sedicente consulente scientifico di un “serbatoio di pensiero” italiano, non ricordo quale. Forse lo IAI,...
Read more »

La favola avvelenata della Siria

2013-06-10
By

Mentre emerge (vedi il video – ma attenzione, è un po’ forte – e leggi questo breve articolo da SiriaLibano) la prima prova documentale delle bugie che il regime di al-Asad diffonde tramite le sue agenzie di stampa (un viziaccio che aveva anche il padre, si parla di 40 anni di informazione censurata), un blogger...
Read more »

Erdogan, il democratico

2013-06-04
By

Invocare il complotto internazionale è uno dei must di un qualsiasi tiranno. Elenchino di tiranni che hanno evocato il complotto internazionale negli ultimi tempi: Zein el-Abidin Ben Ali (Tunisia, stranieri in genere); Hosni Mubarak (Egitto, stranieri, in particolare americani); Moammar Gheddafi (Libia, tutti, anche i crociati e i sionisti); Ali Abdullah Saleh (Yemen, sionisti...
Read more »

Sauditi da record

2013-05-20
By

I media si sono divisi sull’accreditare Raha Moharrak come “prima donna araba” o come “prima donna saudita” o come “saudita senza velo” a scalare l’Everest. In verità quello che è successo è che una spedizione qatarita, sponsorizzata da un membro della famiglia reale qatarita, ha portato degli arabi sul “tetto del mondo”, ognuno dei...
Read more »

La moschea che c’è già

2013-05-15
By

Intervenendo ad un convegno della Lega Musulmana Mondiale dal titolo “Cultura e Civiltà Islamica in Italia” presso la Grande moschea di Roma, Leoluca Orlando ha auspicato la creazione di una moschea e di un centro culturale islamico a Palermo. Il fatto è che una moschea a Palermo già c’è. E’ stata ricavata da una...
Read more »

Siria. La brutalità e il silenzio

2013-04-26
By

L’ONU invoca la pace in Siria, usando le facce di ben cinque responsabili di agenzia (OCHA, PAM, UNHCR, UNICEF, OMS). Una di queste cinque facce, quella del Direttore dell’Alto Commissariato per i Rifugiati, che si chiama António Guterres ed è stato Primo ministro nel suo paese, il Portogallo, ha parlato con i giornalisti dell’Economist....
Read more »

La Siria, Boston, Putin e Obama

2013-04-26
By

Si parla di possibili interventi diretti americani in Siria. Si parla di questo casus belli delle armi chimiche, che oggi più che mai è sventolato da quella particolare accolita di minus habens della comunità pro-Asad. Sono mesi che ne parlano loro, gli Amanti di Asad. Ma dagli Stati Uniti non si muove paglia. Gli...
Read more »

Ceceni a dozzine e ridondanze distruttive

2013-04-24
By

La Cecenia è stata rasa al suolo, non so se ve lo ricordate. E, se ve lo siete scordato, vi ricordo che a farlo fu Vladimir Putin. Con la scusa dei terroristi. Radere al suolo un paese ha delle conseguenze. Nel caso specifico, visto che la distruzione non ha comportato lo sterminio completo, ci...
Read more »

La paura di Boston

2013-04-17
By

SITE Intelligence Group, sito americano di "intelligence" che fa il monitoraggio di tutti i "pericoli" di tipo terroristico del pianeta, specialmente quelli provenienti dal jihadismo internazionale, dall'altro ieri ha pubblicato questi lanci:1. I jihad...
Read more »

Quando la metà basta: Manlio Dinucci e la Siria

2013-04-16
By

C’è chi, al mondo, per poter dire qualcosa, anche la più stupida, ha bisogno di trovarsi in un “campo”, il campo dei “buoni”. Uno di loro è Manlio Dinucci che su Rete Voltaire e Nena News (che bel connubio, davvero), delira riguardo al fatto che, secondo lui, la rapina dei beni storico-artistici-culturali siriani non...
Read more »

Jabhat al-nusra, al-Qaida & co.

2013-04-11
By

Ci sono casi in cui seguire con cura la cronologia degli eventi basta a spiegare cose apparentemente oscure. Le prime evidenze dell’esistenza di un gruppo chiamato “Jabhat al-nusra” (Fronte della Salvezza) risalgono al gennaio 2012. Siamo a nove mesi dall’inizio della rivolta, cominciata nel marzo 2011, e a sei mesi dalla nascita dell’Esercito Siriano...
Read more »

Jabhat al-nusra, al-Qaida & co.

2013-04-11
By

Ci sono casi in cui seguire con cura la cronologia degli eventi basta a spiegare cose apparentemente oscure. Le prime evidenze dell’esistenza di un gruppo chiamato “Jabhat al-nusra” (Fronte della Salvezza) risalgono al gennaio 2012. Siamo a nove mesi dall’inizio della rivolta, cominciata nel marzo 2011, e a sei mesi dalla nascita dell’Esercito Siriano...
Read more »

Conversioni e retroversioni

2013-03-26
By

Avanspettacolo delle religioni. Avevamo appena accettato l’idea del middlename confessionale di Magdi Allam. In pompa magna, giusto 5 anni fa, si era fatto cattolico, ma oggi fa un passo indietro spiegando a “Il Giornale” che la chiesa cattolica è “debole con l’islam”. Se questo è il motivo della sua “retroversione” (si unirà alla...
Read more »

Birmania: buddisti vs musulmani

2013-03-23
By

I buddisti sono pochi, buoni, e soprattutto nonviolenti. Questi sono gli assunti su cui si basa uno stereotipo che – a ben vedere – è stato costruito – e nessuno ne ha colpa – attorno ad alcuni incontrovertibili realtà: i buddisti vengono perseguitati in Cina e – in antico – furono perseguitati in India....
Read more »

Il medioriente tribale

2013-03-22
By

In principio c'era Gulf/2000, un progetto sponsorizzato dalla Sipa - la School of International and Public Affairs della Columbia University -  che aveva l'obiettivo di fornire un servizio di informazione a "studiosi, funzionari governativi, uomin...
Read more »

Halal da buttare

2013-03-20
By

La notizia del DNA di maiale trovato nelle salsicce di pollo servite nelle mense di Westminster ha fatto un certo scalpore perché è uscita subito dopo quella del DNA di cavallo trovato nei ripieni dei tortellini. Nessun danno per la salute, neanche stavolta. Ma non è la prima volta che succede, anzi. Siamo all’ultimo...
Read more »

11 settembre 1683. Un falso

2013-03-18
By

Gentilmente ricevo via e-mail l’avviso della presentazione del nuovo sito interattivo legato allo sceneggiato “11 settembre 1683”. Vi si legge: “Sito Interattivo con Graphic Novel e Fan Base Facebook per il Film Storico che racconta la Battaglia di Vienna” Immagino, quindi, che lo sceneggiato stia per essere mandato in onda, visto anche il trailer....
Read more »

Lo sceicco della Roma, la bufala autocostruita

2013-03-13
By

Un 54enne giordano di origini palestinesi, trapiantato a Perugia. Moglie impiegata, figlio carabiniere, figlia che lavora con lui. Un appartamento di due camere, dignitoso, in un paese alle porte del capoluogo umbro. S’era diffusa la voce, nel circondario, secondo cui Adnan al-Qaddumi stesse aspettando lo sblocco di una grossa eredità. Nessuno si aspettava che...
Read more »

“Ansaru” rivendicazioni e vendette

2013-03-12
By

Tutti li chiamano “Ansaru” ma il loro vero nome è “Jama’at Ansar al-Muslimin fi Bilad al-Sudan”: “Gruppo dei Sostenitori  (anche nel senso di “Difensori”) dei Musulmani nei Paesi del Sudan”. Spiega. Nei paesi musulmani ma non arabofoni come la Nigeria, l’arabo è usato esclusivamente (o quasi) in ambito religioso. Lì, insomma, i musulmani usano...
Read more »

Orientalismo dell’orientalismo, qatari style

2013-03-08
By
Orientalismo dell’orientalismo, qatari style

Orientalismo dell’or via Lorenzo Declich/islametro.
Read more »

Parole “crociate” sulla rivista dei Comitati di Coordinamento Locali siriani

2013-03-07
By
Parole “crociate” sulla rivista dei Comitati di Coordinamento Locali siriani

http://sphotos-d.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-prn1/480736_465277156846780_43294013_n.jpg
Read more »

Si fa presto a dire Jihad

2013-03-02
By

Fin dai primi vagiti della rivolta in Siria gli osservatori, incrociando la mappa etnico-linguistico-religiosa con quella delle catene di comando e governo del regime di Bashar al-Asad, mettevano in guardia a proposito della potenziale “deriva settaria” dello scontro in atto. Nel settembre dello scorso anno, quando ormai la rivolta aveva preso la piega dello...
Read more »

La donna oggetto in assenza di democrazia

2013-02-21
By

Altrove mi ero esercitato sul tema dei diritti in assenza di democrazia, in particolare nei paesi del Golfo. Potete trovare le mie riflessioni qui. La teoria è molto semplice. Diversi temi – il clima, l’islamofobia, i diritti delle donne, la libertà di stampa, il “dialogo delle civiltà”, il libero mercato etc. – non sono...
Read more »

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivi

 
'