Libia: appunti sulle elezioni

2012-07-13
By

Dai dati sul voto ai partiti: vince il partito di Mahmud Jibril che, come sottolineano in molti, è un “ex” di Gheddafi nella misura in cui collaborò con i Gheddafi in diverse occasioni. A questo proposito vorrei far notare che i generi di “collaborazione” di Jibril con i Gheddafi sono molto simili a quelli...
Read more »

Movimento Nazionale di Liberazione dell’Azawad: lettera aperta al mondo libero

2012-07-13
By

Questo testo è apparso (in francese) su Jeune Afrique.  E’ firmato da Nina Wallet Intalou,è membro della direzione del Movimento Nazionale di Liberazione dell’Azawad (MNLA). Il 17 gennaio 2012, abbiamo deciso di intraprendere una lotta per la nostra libertà e la nostra dignità perché il popolo dell’Azawad ha sofferto troppo a lungo nell’indifferenza del...
Read more »

Piramidi e pomodori

2012-07-13
By
Piramidi e pomodori

C’è questa Lega Popolare Egiziana Islamica (الرابطة الشعبية المصرية الإسلامية) su Facebook che conta intorno ai 4.000 “mi piace”. Sono salafiti, erano sostenitori di Abu Ismail, il candidato salafiti poi espulso dalla candidatura per la presdienza, e ora appoggiano “criticamente” Morsi. Sulla loro pagina si trovano molte fotografie edificanti: ad esempio un occhio sulla...
Read more »

Siria: l’ambasciatore in Iraq passa all’opposizione e un jihadista muore

2012-07-12
By

La notizia è rimbalzata un po’ ovunque. Nawaf al-Fares, ambasciatore siriano a Baghdad, è passato dalla parte degli insorti. E’ il primo diplomatico ad averlo fatto, e questa volta la notizia non è una bufala (come quella di Lamia Chakkour, ambasciatrice in Francia, poi espulsa da Hollande) Al-Fares ha anche invitato militari e diplomatici...
Read more »

Libero e bello: Ibrahim Ahmed Mahmoud al-Qosi torna a casa

2012-07-11
By

Dopo Mahfouz Ould al-Walid è la volta di Ibrahim Ahmed Mahmoud al-Qosi, classe 1960, il cuoco di al-Qaida. Lo hanno liberato, stava a Guantanamo, ora è a Khartum, capitale del Sudan, sua città natale, e secondo le autorità “è un uomo libero”. Alcuni (wikipedia) lo indicano come “ufficiale pagatore” dell’organizzazione terroristica internazionale. Certo ha...
Read more »

Libia: aggiornamenti sui risultati delle elezioni (quasi-live)

2012-07-11
By

13 luglio (fonte ufficiale), riporto i risultati dei primi due partiti. Con questa mondata di dati finisco il “quasi-live”: degli 80 seggi da attribuire ai partiti solo 8 sono ancora in questione. Tobruq, el-Guba, Derna  – 5 seggi  (920% di schede scrutinate) Alleanza delle Forze Nazionali (di Mahmud Jibril), 59.769 Giustizia e Costruzione (Fratelli...
Read more »

Libero e bello: Mahfouz Ould al-Walid torna a casa

2012-07-10
By

Lo scorso 11 aprile l’Iran aveva estradato Mahfouz Ould al-Walid, aka Abu Hafs al-Mauritani, 37 anni, nel suo paese d’origine, la Mauritania. Mahfouz Ould al-Walid è stato considerato da alcuni il “numero 3” di al-Qaida “centrale”, l’organizzazione “madre” di al-Qaida, fondata alla fine degli anni ’80 da Osama bin Laden. E’ un “teologo”, autore...
Read more »

Libia: i primi risultati (dei partiti)

2012-07-10
By

Risultati alla mano: A Misrata (fra Tripoli e Sirte) ha vinto l’Unione per la Nazione, 20.696 voti. Secondo: Giustizia e Costruzione (Fratelli Musulmani libici) con 17.165 voti A Zliten (a ovest di Misrata) ha vinto l’Alleanza delle Forze Nazionali, 19.273 voti. Secondo: Giustizia e Costruzione (Fratelli Musulmani libici) con 5.626 voti. A Janzur (a...
Read more »

L’asilo in assenza di democrazia

2012-07-09
By

Davvero interessante questa richiesta di asilo della principessa saudita, Sara Bint Talal, sorella di Walid bin Talal. Gli unici che possano permettersi di richiedere asilo, in Arabia Saudita, sono di famiglia reale. Si dice che i soldi non fanno la felicità ma la imitano molto bene. In Arabia Saudita è vero anche il contrario:...
Read more »

Libia: le prime elezioni del dopo-Gheddafi

2012-07-09
By

Dire che tutto va male nel mondo arabo paga sempre, specialmente negli ultimi mesi. Se alle elezioni vincono i Fratelli Musulmani, come in Egitto, si grida all’avanzata del “medioevo islamico” nel mondo, tralasciando il dato della truffa elettorale. Se alle elezioni vincono altri, generalmente identificati come “liberali”, ad esempio in Libia, allora si dice...
Read more »

Le bombe di Damasco e l’e-mail del Guardian, 2

2012-07-09
By

Nel marzo 2012 il Guardian pubblicava circa 200 e-mail provenienti da un account,  [email protected], che il giornale riteneva appartenere al dittatore della Siria, Bashshar al-Asad. Il 15 marzo ne affrontavo l’analisi, anche se in molti dubitavano della loro veridicità. Oggi anche i più scettici tornano sulle loro posizioni alla luce dei nuovi “syria-files” pubblicati...
Read more »

Syria-files: #Selex, #Finmeccanica, Italia, Siria e la fiera delle ipocrisie

2012-07-06
By

Non ho fatto in tempo ad annunciare l’arrivo di nuovi “file” da Wikileaks che l’Espresso ha pubblicato un gruppo di e-mail che riguardano i rapporti fra Finmeccanica e il regime di Bashshar al-Asad dal 2008 al 2012. Dall’Espresso: Finmeccanica ha venduto alla Siria uno dei suoi prodotti leader: il sistema Tetra, una rete per...
Read more »

Wikileaks-al-Akhbar. Siria: si balla

2012-07-05
By

Al-Akhbar, giornale libanese, annuncia che in collaborazione con Wikileaks sta per pubblicare 2 milioni di e-mail datate dal 2006 al 2012 riguardanti l’élite siriana (politica ed economica). Assange assicura che si tratta di testi “imbarazzanti” per chi è al potere e anche per chi vi si oppone. Una previsione, per quello che può valere:...
Read more »

Algeria: il paese più felice dell’Africa

2012-07-05
By

Siamo al cinquantenario della rivoluzione algerina e il governo algerino celebra in pompa magna. L’Algeria vive da anni un conflitto a bassa intensità di natura sociale. L’opposizione politica è schiacciata e non riesce a organizzarsi, anche in ragione della pesante repressione, per dare sbocco al malcontento. Le ultime elezioni, in Algeria, si sono rivelate...
Read more »

L’IsIAO sepolto e il deserto italiano

2012-07-04
By

Tempo fa su questo blog, si lamentava la pochezza, se non la totale assenza, di think tank italiani per quanto riguarda le questioni strategiche e geopolitiche orientali in particolare. Ammetto la mia distrazione e negligenza degli ultimi mesi, ma solo oggi ho scoperto quel che è successo all’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO,...
Read more »

Il pulpito di Manlio

2012-07-04
By

Questa è una polemica, se non vi interessano le polemiche leggete qualcos’altro. Del Consiglio di Sicurezza dell’ONU fanno parte: Cina Francia Regno Unito Russia Stati Uniti d’America I rappresentanti di questi 5 paesi, insieme ai Ministri degli Esteri della Turchia e di alcuni paesi della Lega Araba (Iraq, Kuwait, Qatar, assente l’Arabia Saudita) e...
Read more »

I centri di tortura governativi in Siria

2012-07-03
By
I centri di tortura governativi in Siria

Cliccando sull’immagine raggiungerete la mappa interattiva preparata da Human Rights Watch riguardante i centri di tortura governativi in Siria. E adesso qualcuno dirà che sono menzogne o formulerà una frase ad effetto su quanto lo scrivente è schiavo dell’Imperialista. E qualcun’altro dirà che non parlo, invece, delle torture dell’ESL contro normali cittadini e/o personale...
Read more »

Che fine hanno fatto i jihadisti libici

2012-07-03
By

In quest’ultimo periodo due giornalisti si sono recati a Derna, nella Libia orientale, per fare il punto su quella che in molti indicano come la capitale del jihadismo libico. Il primo è stato George Grant, del Libya Herald alla fine di maggio. Grant ha incontrato una delle facce conosciute del jihadismo libico “storico” Abd...
Read more »

Nessun partito dei musulmani olandesi

2012-07-03
By

Era nato nel 2007 e tutti coloro che soffiano sul fuoco dell’islamofobia, eurabisti e controjihadisti di ogni risma,  avevano urlato allo scandalo, avevano preconizzato l’avanzata definitiva dell’islam in Europa, avevano lanciato strali contro quello che loro chiamano multiculturalismo. Era il partito dei musulmani d’Olanda, promosso da due convertiti, che oggi chiude. Chiude perché nessuno...
Read more »

Siria: passi avanti nella mattanza

2012-07-02
By

Mentre il Congressional Research Service del Congresso secerne un rapporto sulla Siria in cui si spiega, in sostanza, che qualsiasi cosa succede in Siria è un problema, e quindi è meglio fare finta che la Siria non esista o, meglio, abbaiare alla luna, Robert Fisk scrive un articolo in cui ci racconta che l’alchimia...
Read more »

Mali: l’agenda americana

2012-07-02
By

Il mondo si dispera per la distruzione dei mauselei di Timbuctù ma l’Amministrazione americana sembra non porre l’eredità culturale millenaria di quella città al centro delle proprie attenzioni. Anzi, la derubrica. Johnnie Carson è il Segretario di atato americano aggiunto con delega per l’Africa. In un’audizione presso il Congresso riguardo alla situazione in Mali...
Read more »

Cosa distruggono “i salafiti” (3); Mali tuareg vs Mali islamico (3)

2012-07-02
By

(AGI) – Bamako, 30 giu. – L’inestimabile patrimonio artistico-culturale di Timbuctu’ rischia di andare perduto. Un gruppo di islamisti armati che controlla il nord del Mali ha distrutto nella citta’ un santuario musulmano del 15esimo secolo intitolato a Sidi Mahmoud e avrebbe raso al suolo anche due mausolei. Lo hanno riferito alcuni testimoni. Un...
Read more »

Un rapporto sulla situazione umanitaria nella città di Homs

2012-07-02
By
Un rapporto sulla situazione umanitaria nella città di Homs

Un rapporto sulla situazione umanitaria nella città di Homs A Homs è in atto un attacco militare che sta creando un’emergenza umanitaria che necessità l’aiuto delle organizzazioni umanitarie 1 luglio 2012 – National Coordination Body for Democratic Change in Syria Fonte: http://syrianncb.org/2012/06/29/a-report-on-the-humanitarian-situation-in-the-city-of-homs/– 29 giugno 2012 La città di Homs è sotto...
Read more »

Estelle: storia di un veliero finlandese, di un ex parà israeliano e di una nuova Arca di Noè a Gaza.

2012-06-29
By

La drammatica crisi siriana, con il suo carico di implicazioni regionali e globali, ha confinato sullo sfondo quello che rimane il cuore dell’instabilità del Vicino Oriente: la Palestina. Nonostante non se ne parli quasi più, la Striscia di Gaza è tuttora stretta nella morsa dell’assedio israeliano, mentre nella West Bank ed a Gerusalemme avanza...
Read more »

Siria, il falso vescovo era un prete lefebvriano

2012-06-29
By

E’ anche peggio di come l’abbiamo raccontata. Il falso vescovo Philippe Tournyol du Clos che aveva propalato notizie false circa la caccia ai cristiani da parte delle milizie ribelli in Siria, più volte smentite...
Read more »

Social muslim, 4

2012-06-29
By
Social muslim, 4

Facebook ha aperto un nuovo ufficio a Dubai, allo scopo di rastrellare i proventi della pubblicità via internet nella regione mediorientale. I dati dicono che la crescita nell’uso dei social network nel mondo arabo è costante (e che, a dispetto di quanto si dice riguardo alle “rivoluzioni via internet”, i paesi arabi con una...
Read more »

Libia: alcuni dati sulle prossime elezioni

2012-06-28
By

Generale Le elezioni per il Congresso Nazionale Generale si terranno il prossimo 7 luglio. La campagna elettorale è iniziata il 18 giugno 200 rappresentanti da eleggere. 80 seggi riservati a “entità politiche” (cioè i partiti, gli altri seggi potranno essere assegnati anche a rappresentanti di organizzazioni non strutturate in partiti). 1202 candidati per gli...
Read more »

Siria: il Vaticano smaschera falso vescovo

2012-06-28
By

Esclusiva/Il Mondo di Annibale-Globalist Il tentativo di diffondere informazioni patacca su al qaida e su presunte persecuzioni cristiane in Siria per avvalorare il sostegno al regime di Assad, ha sfruttato anche i canali informativi legati alla Santa Sede. Ma in questi i giorni alcuni tentativi sono stati smascherati...
Read more »

E' nato un nuovo stato Africano? Storia e attualità dell'insurrezione dei Tuareg nel Nord del Mali

2012-06-28
By

1. Mi ricordo quando ero piccolo che il Mali era indicato nei telegiornali, dell’unico canale televisivo algerino, come paese fratello. Le visite del presidente Moussa Traore, salito al potere dopo il colpo di stato del 1968 (un anno appena dopo la...
Read more »

Le due facce delle poesie dei talebani

2012-06-28
By

«È tardo pomeriggio, il vento si fa forte e poi rallenta/gli aghi di pino si muovono emettendo un rumore lieve. Quando accelera, il vento muove i rami e i raggi del sole compaiono e scompaiono/come la fiamma di una candela». A scrivere questo canto quasi notturno è...
Read more »

Sulla visita di Putin in Israele

2012-06-27
By

Putin nega di aver incontrato segretamente Netanyahu, ma un incontro ufficiale c’è stato, il 25 giugno: Putin è andato in Israele, e i commentatori si sono messi a fare analisi. In particolare si sono chiesti quali interessi i due leader avessero in comune, essendo chiaro su cosa, invece,  non siano d’accordo (l’Iran e il...
Read more »

Diplomazia e Morsi

2012-06-26
By

Fra chi pronuncia frasi di apprezzamento nei confronti di  Mohamed Morsi per la vittoria elettorale nella corsa alla Presidenza dell’Egitto, cioè tutti, ci sono anche Hezbollah e Benjamin Netanyahu. Hezbollah si congratula proprio, augurandosi che Morsi riporti l’Egitto allo status che merita nel mondo arabo e in quello islamico. Netanyahu, meno allegramente, dice che:...
Read more »

La primavera di Jonathan Evans (MI5)

2012-06-26
By

Ci sono diversi ziliardi di motivi in base ai quali sarebbe bene rifiutare di etichettare ciò che è successo e sta succedendo nei paesi arabi come “primavera araba”. Ma, principalmente, ce n’è uno: sotto a questa espressione si vanno ad agglutinare processi ed eventi che nulla hanno a che vedere fra loro né, tantomeno,...
Read more »

Democrazia, rivoluzioni e spettri: la crisi dei middle east studies

2012-06-25
By

Malgrado i suoi detrattori aumentino di ora in ora, le insurrezioni mediorientali hanno avviato processi di cambiamento che sono tutto fuorché conclusi: che ci siano stati passi falsi e sconfitte è indubbio, così come certi sono i risultati ottenuti. Tra di essi bisogna includere la crisi dei Middle East Studies nordamericani, una crisi prodotta e...
Read more »

Commento sulla vittoria di Morsi

2012-06-25
By

Un commento* sulla vittoria di Morsy, il candidato dei Fratelli Musulmani, alle elezioni presidenziali egiziane. Su Invisible Arabs leggo alcune considerazioni che mi lasciano perplesso. L’autrice sostiene innanzitutto che “ualche cosa i militari...
Read more »

Egitto: vittorie e sconfitte

2012-06-25
By

In questo post non ho intenzione di analizzare la vittoria di Mohamed Morsi alle presidenziali egiziane: di analisi è pieno il web e, fra l’altro, non ho voglia di ragionarvi sopra in termini di commentario, specialmente in presenza dei soliti “paurismi” o di rituali “campane a morto”. Rilevo solo qualche punto: l’atteggiamento americano, conciliante....
Read more »

Siria: i Comitati di coordinamento locali all’ONU, una lettera (2)

2012-06-25
By

Lo scorso 8 giugno pubblicavo in inglese una lettera inviata il 5 giugno dai Comitati di coordinamento locali siriani su “lavoro della missione di osservazione dell’ONU”. La pubblicavo in inglese, chiedendo perdono ai lettori che non leggono in inglese. Ieri Giacomo mi ha mandato la traduzione, eseguita da una sua collega (studiano a Ca’...
Read more »

Dichiarazione della setta Alawita in merito al massacro di Hula

2012-06-25
By

Mabel Grossi, che studia all’università Ca’ Foscari di Venezia, ha tradotto una dichiarazione apparsa su facebook  appena a ridosso del massacro di Houla firmata da circa duecento alawiti (la confessione di Bashshar al-Asad). Me la manda Giacomo e io la pubblico avvertendo che, ovviamente, la fonte non è verificabile (di questi tempi bisogna specificare...
Read more »

Egitto: colpo di Stato in 3 mosse

2012-06-14
By

Nel giro di 2 giorni in Egitto è successo che: i militari hanno praticamente restaurato lo stato d’emergenza: i militari possono arrestare i civili. la Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale la legge che non permetteva ai membri del vecchio regime di presentarsi alle presidenziali: Ahmed Shafiq, il candidato dei militari, può correre per le...
Read more »

Italia-Libia: facce nuove, vecchi vizi

2012-06-14
By

La denuncia viene da Amnesty International, che pubblica “SOS Europe“. Nel rapporto c’è scritto che l’Italia il 3 aprile scorso ha firmato un accordo, mai reso pubblico, sulla “gestione” delle migrazioni dalla Libia. Lo ha firmato la Ministra degli interni Annamaria Cancellieri, non il Ministro per la Cooperazione e l’Integrazione Andrea Riccardi, il ché...
Read more »

Egitto: sotto mentite spoglie torna la legge di emergenza

2012-06-14
By

E’ durato due settimane. Per due settimane in 30 anni formalmente l’Egitto non ha avuto leggi di emergenza. Poi, ieri, il Ministero della giustizia egiziano ha emanato un decreto che permette ai militari di arrestare civili. A due giorni dal secondo turno delle presidenziali.  
Read more »

Egitto: la jihad islamica appoggia Shafiq

2012-06-14
By

Nella spauracchististica italiana, europea e americana, dire “jihad” significa dire “terrorismo” e “al-Qaida”. La cosa funziona sempre, ma a volte il meccanismo si inceppa, istillando il dubbio che tutte queste urla siano solo fumo negli occhi. Oggi vorrei inceppare il meccanismo suddetto, e fare qualche riflessione. Riguardo all’Egitto “sappiamo” che gli elettori, fra qualche...
Read more »

Pacifismo nero

2012-06-13
By
Pacifismo nero

Fra pochi giorni, Roma sarà teatro di un evento che, molto probabilmente, non passerà alla storia, ma che segna comunque un punto di caduta nella variegata composizione del mondo pacifista e della solidarietà internazionalista italiani.   Sabato 16 giugno, si sono dati appuntamento a Piazza del Popolo i sostenitori del regime siriano del clan...
Read more »

Siria: il rapporto dell’ONU sulle violazioni dei diritti dei bambini

2012-06-12
By

Per chiarezza pubblico qui il recente rapporto dell’ONU sulle violazioni dei diritti dei bambini nei conflitti armati, nella parte riguardante la Siria (sempre, purtroppo in inglese). Vi anticipo che, a fronte di terribili accuse nei confronti di tutte le forze governative impegnate (esercito, milizie irregolari, servizi), vi è anche un’accusa all’Esercito Siriano Libero. Scrivo...
Read more »

Siria: il rapporto dell'ONU sulle violazioni dei diritti dei bambini

2012-06-12
By

Per chiarezza pubblico qui il recente rapporto dell’ONU sulle violazioni dei diritti dei bambini nei conflitti armati, nella parte riguardante la Siria (sempre, purtroppo in inglese). Vi anticipo che, a fronte di terribili accuse nei confronti di tutte le forze governative impegnate (esercito, milizie irregolari, servizi), vi è anche un’accusa all’Esercito Siriano Libero. Scrivo...
Read more »

Human Rights Watch: fermate gli abusi sui lavoratori per Doha 2022

2012-06-12
By

Visto che l’Italia è nel pallone forse questa notizia servirà a scuotere qualche coscienza. Human Rights Watch, in un report di 146 pagine, denuncia la situazione dei lavoratori, principalmente provenienti dall’Asia meridionale, che vengono impegnati nelle opere di costruzione in Qatar. Prendendo come “acchiappo mediatico” il rischio che questi semi-schiavi vengano impiegati per costruire...
Read more »

Paolo Dall’Oglio lascia la Siria

2012-06-12
By

Lo riporto intonso, da Sirialibano: “Lascio la Siria per evitare danni peggiori dovuti alla mia situazione personale”. 11 giugno 2012 – È così che padre Paolo Dall’Oglio, gesuita fondatore della comunità monastica di Mar Musa, da più di trent’anni in Siria, ha annunciato oggi ai microfoni di Radio Vaticana la sua decisione di lasciare il...
Read more »

Paolo Dall'Oglio lascia la Siria

2012-06-12
By

Lo riporto intonso, da Sirialibano: “Lascio la Siria per evitare danni peggiori dovuti alla mia situazione personale”. 11 giugno 2012 – È così che padre Paolo Dall’Oglio, gesuita fondatore della comunità monastica di Mar Musa, da più di trent’anni in Siria, ha annunciato oggi ai microfoni di Radio Vaticana la sua decisione di lasciare il...
Read more »

Quanti sono i jihadisti in Siria e quanto contano

2012-06-12
By

Aaron Y. Zelin è il curatore di Jihadology, un sito che estrae valore (proponendosi per le traduzioni) dalla pubblicistica jihadista e qaidista, rilanciando gli annunci che gli attori di quella multiforme galassia rilasciano sui famigerati “forum jihadisti” e, principalmente, sulla Shabaka shumukh al-islam, che ultimamente va per la maggiore. Zelin, ogni tanto, scrive per...
Read more »

«Homs, la guerra civile è già cominciata»

2012-06-08
By

Da leggere: (Lorenzo Trombetta da Beirut, Europa, 8 giugno) Una «guerra civile guerreggiata» a sfondo confessionale «è in corso in alcuni territori della Siria». In particolare in quelli a maggioranza sunnita «attorno alla regione montuosa» nord-occidentale, abitata tradizionalmente dagli alawiti, branca dello sciismo e a cui appartengono i clan al potere da quarant’anni. Padre...
Read more »

Siria: i Comitati di coordinamento locali all’ONU, una lettera

2012-06-08
By

Riporto, purtoppo in inglese (chi la volesse tradurre sarebbe davvero da lodare) la lettera inviata dai Comitati di coordinamento locali siriani su “lavoro della missione di osservazione dell’ONU”. E’ datata 5 giugno e ci spiega: che i Comitati locali, presenti in tutto il paese e vera anima della rivoluzione siriana, non auspicano un intervento...
Read more »

Siria: i Comitati di coordinamento locali all'ONU, una lettera

2012-06-08
By

Riporto, purtoppo in inglese (chi la volesse tradurre sarebbe davvero da lodare) la lettera inviata dai Comitati di coordinamento locali siriani su “lavoro della missione di osservazione dell’ONU”. E’ datata 5 giugno e ci spiega: che i Comitati locali, presenti in tutto il paese e vera anima della rivoluzione siriana, non auspicano un intervento...
Read more »

A Qubeyr non si può andare

2012-06-08
By

Secondo il capo della missione ONU in Siria, Robert Mood, le forze governative hanno cercato di impedire agli osservatori ONU di raggiungere Mazraat al-Qubeyr, il luogo dove si è verificato l’ultimo massacro di civili (78 morti). Ora, sembra, sono arrivati. La notizia da AGI: (AGI) – New York, 7 giu. – Contro gli osservatori...
Read more »

Il generale israeliano sulla Siria: comunque vada sarà una catastrofe

2012-06-07
By

Parlando il 5 giugno scorso di fronte alla Commissione affari esteri e difesa del parlamento israeliano, il Capo di stato maggiore dell’esercito israeliano, Beny Gantz, ha disegnato questo quadro della situazione in Siria: Se Asad cade ci sarà certo una rottura dell’asse dei radicali , ma ciò creerà instabilità...
Read more »

Scuole arabe e scuole saudite

2012-06-07
By

Un classico: la stampa confonde i “sauditi” con gli “arabi”. Quindi, un giornale online come “Leggo”, titola: NUOVO CODICE D’ABBIGLIAMENTO NELLE SCUOLE ARABE: VIETATE CERNIERE E CINTURE Ma la notizia si riferisce all’Arabia Saudita –27 mln di abitanti– non all’intero mondo arabo –333 mln di abitanti. E l’Arabia Saudita è il paese arabo più oscurantista...
Read more »

Truppe russe per la Siria?

2012-06-07
By

Secondo il quotidiano Nezavissimaïa Gazeta i russi starebbero preparando truppe per un eventuale intervento in Siria. Un intervento “di pace”, ovviamente.
Read more »

Sayf al-Islam Gheddafi sarebbe scappato

2012-06-07
By

Eravamo rimasti al punto che le milizie di Zintan, che detenevano Sayf al-Islam Gheddafi dopo averlo catturato, si rifiutavano di consegnare il figlio del Moammar al Consiglio Nazionale di Transizione (CNT) perché, dicevano, non avevano ancora ricevuto gli stipendi (all’appello mancava un milione di euro) dal Governo centrale. Sayf al-Islam sarebbe in Niger (o...
Read more »

Bomba di al-Qaida in Libia?

2012-06-07
By
Bomba di al-Qaida in Libia?

Ieri a Bengasi c’è stato un attentato presso la sede della rappresentanza diplomatica americana in Libia. Una bomba che non ha fatto grandi danni e non ha provocato feriti è stata piazzata sul “lato strada” dell’edificio. L’attentato, secondo una fonte locale, è stato rivendicato tramite volantini lasciati sul posto da un gruppo qaidista che...
Read more »

Il paradosso siriano

2012-06-06
By

Apprendo in questo momento che anche Russia e Cina sono dell’idea di portare avanti il piano di pace dell’ONU. Quindi sono tutti d’accordo: americani, europei, Turchia, Russia, Cina, paesi del Golfo. Sbaglio?      
Read more »

Democrazia e rivoluzione in Egitto

2012-06-06
By

Su Z-Net Italia esce “Le elezioni in regime militare: unitevi alla nostra resistenza alla contro-rivoluzione“, un appello lanciato da alcuni attivisti egiziani. Lo riporto qui perché contiene elementi di analisi molti importanti sulle elezioni e sulle intenzioni di militari e Fratelli Musulmani. In particolare sottolinea il discorso che vado facendo da qualche giorno su...
Read more »

Harraga

2012-06-06
By

Harraga è un giovane che per disperazione prende una bagnarola e si mette in mare, cercando di arrivare in un paese che lo accolga. La parola significa “quello che brucia” (i propri documenti). C’è un blog intitolato “Harraga-Harragas” ed è curato da un gruppo di algerini (la parola è in uso soprattutto in Algeria)....
Read more »

«Pronti ad azioni da jihad». Il rapporto sugli anarchici

2012-06-05
By

Flavio Haver, Corriere della sera, 05 Giugno 2012. Titolo: «Pronti ad azioni da jihad». Il rapporto sugli anarchici Il comandante generale dell’Arma Leonardo Gallitelli parla agli allievi e rilancia l’analisi che aveva già formulato di fronte al Comitato parlamentare sui servizi segreti dopo il ferimento di Roberto Adinolfi, l’amministratore delegato di Ansaldo Nucleare colpito...
Read more »

La Siria, l’opposizione e il complotto internazionale

2012-06-05
By

Per capire cosa si orchestra attorno alla vicenda siriana senza cadere in semplificazioni è necessario tenere sempre presente la differenza che passa fra l’opposizione interna, sia quella pacifica che quella violenta, e l’opposizione all’estero. E’ bene farlo per un motivo preciso: l’opposizione all’estero è di fatto “sponsorizzata” dai paesi ospitanti, che hanno una loro...
Read more »

La Siria, l'opposizione e il complotto internazionale

2012-06-05
By

Per capire cosa si orchestra attorno alla vicenda siriana senza cadere in semplificazioni è necessario tenere sempre presente la differenza che passa fra l’opposizione interna, sia quella pacifica che quella violenta, e l’opposizione all’estero. E’ bene farlo per un motivo preciso: l’opposizione all’estero è di fatto “sponsorizzata” dai paesi ospitanti, che hanno una loro...
Read more »

La monaca di Assad

2012-06-05
By
La monaca di Assad

Agnès Mariam de la Croix è la badessa del monastero di San Giacomo Mutilato, situato a Qara, a non più di 70 chilometri da Homs, una delle città siriane dove la repressione del regime del clan Assad si è abbattuta con maggiore violenza. La religiosa, di origine libano-palestinese, è anche animatrice di una “centro...
Read more »

Quei fascisti, amici del dittatore siriano

2012-06-03
By
Quei fascisti, amici del dittatore siriano

Cosa unisce le ormai quasi quotidiane aggressioni e scorribande ad opera di gruppi neofascisti a Roma e la terribile violenza che da mesi sta insanguinando la Siria? E’ sotto gli occhi di tutti come Roma sia da alcuni mesi teatro delle imprese squadristiche di gruppi neofascisti e neonazisti. Nel corso del 2011, si erano...
Read more »

La Siria che unisce: l’importante è sbagliare

2012-06-03
By

Eccoli qua, di fronte all’Ambasciata di Siria, a manifestare per al-Asad. Sono di due generi: pugnochiusisti e manotesisti. Altro non saprei come definirli se non usando imprecazioni. Dal minuto 6 potete vedere questa antropologia: da una parte ci sono un po’ di puffi col pugno chiuso, dall’altra altri puffi colla mano tesa. E’ roba...
Read more »

La Siria che unisce: l'importante è sbagliare

2012-06-03
By

Eccoli qua, di fronte all’Ambasciata di Siria, a manifestare per al-Asad. Sono di due generi: pugnochiusisti e manotesisti. Altro non saprei come definirli se non usando imprecazioni. Dal minuto 6 potete vedere questa antropologia: da una parte ci sono un po’ di puffi col pugno chiuso, dall’altra altri puffi colla mano tesa. E’ roba...
Read more »

Il viaggio all’inferno di un sostenitore del regime di Bashar Assad

2012-06-03
By

[Negli ultimi giorni mi è capitato di incrociare il blog di Germano Monti, vicinoriente.wordpress.com. Vi si trovano un buon numero di post da leggere assolutamente, ne consiglio la lettura. Gli ho chiesto, anche, di poterli riportare qui, e lui ha detto di sì. Questo è il primo pezzo (leggete un antefatto del 4 agosto 2011...
Read more »

Marco Tosatti e i copti minacciati

2012-06-01
By

Succede che un think tank americano di destra, il Gatestone Institute, batta la notizia secondo cui il candidato alle presidenziali egiziane della Fratellanza Musulmana, Muhammad Morsi, ha detto che quando l’Egitto sarà “islamico”  i copti dovranno pagare la jizya (la tassa prevista per i dhimmi,  la “gente del libro” del Corano, in uno Stato...
Read more »

Opinioni su al-Qaida in Siria

2012-06-01
By

Prendo qualche citazione da fonti varie. Giusto per inserirle in un ipotetico dibattito su al-Qaida in Siria e sulla possibilità di un intervento militare esterno in quel paese. Christian Science Monitor (un giornale conservatore): Le infiltrazioni di al-Qaida in Siria non devono oscurare il punto critico: l’organizzazione terroristica non era presente all’inizio della rivolta,...
Read more »

L’Egitto non è più in stato di emergenza

2012-06-01
By

In Egitto, a mezzanotte, si è chiusa l’era dello stato di emergenza. Il Consiglio Supremo delle Forze Armate non lo ha rinnovato alla sua scadenza. L’Egitto da oggi, dopo 31 anni, torna alle leggi ordinarie dello Stato. Sulla pagina Facebook di “Siamo tutti Khaled Said”, uno dei motori della mobilitazione che portò alla rivoluzione...
Read more »

L'Egitto non è più in stato di emergenza

2012-06-01
By

In Egitto, a mezzanotte, si è chiusa l’era dello stato di emergenza. Il Consiglio Supremo delle Forze Armate non lo ha rinnovato alla sua scadenza. L’Egitto da oggi, dopo 31 anni, torna alle leggi ordinarie dello Stato. Sulla pagina Facebook di “Siamo tutti Khaled Said”, uno dei motori della mobilitazione che portò alla rivoluzione...
Read more »

Chi comanda nell'opposizione siriana

2012-05-31
By

(ANSA) – BEIRUT, 31 MAG – Si apre una spaccatura tra vertici dell’Esercito libero siriano (Esl) all’estero e ranghi che combattono giornalmente all’interno della Siria: il colonnello Riad al Assaad, formalmente comandante in Turchia dell’Esl, ha smentito il suo ufficiale di riferimento in patria e parigrado Qassem Saad ad Din, che ieri dalla regione...
Read more »

Siria: quando gli israeliani hanno ragione

2012-05-31
By

Stamani accendo la radio e ascolto la rassegna stampa di Radio Città Aperta. A un certo punto il rassegnatore cita un articolo di Michele Giorgio che ritrovo più tardi su NENA-News, un articolo su cosa pensano gli israeliani della crisi siriana. Michele Giorgio ci spiega che i vertici di Israele sono per la caduta...
Read more »

Qatar, censori cercasi

2012-05-30
By
Qatar, censori cercasi

Ricevo e pubblico questo annuncio pubblicitario apparso ieri su un giornale del Qatar. Penso che paghino bene: chi se la sente?
Read more »

Viaggio nei centri di accoglienza per migranti

2012-05-30
By

Il sistema italiano di accoglienza e trattenimento per migranti: Cie, Cara e Cda, tre tipologie di centri che non riescono a garantire un trattamento dignitoso e ad avviare un percorso di integrazione. Avoicomunicare cerca di...
Read more »

Cosa è successo a Hula

2012-05-29
By

A Hula c’è stata, ormai è chiaro, un operazione militare da manuale. Quello che è accaduto è facile da immaginare, in realtà. Artiglieria pesante viene usata per aprire la via...
Read more »

È nata al Qaeda siriana? Forse, ma il complotto internazionale non c’entra

2012-05-29
By

Ad ogni episodio di violenza che si registra in Siria, il regime di Damasco attribuisce la responsabilità a dei generici terroristi di al Qaeda. Le forze leali a Bashar al Assad lanciarono per la prima volta un’accusa del genere il 23 dicembre 2011, quando due autobomba fecero – secondo le autorità – 34 morti...
Read more »

Siria: storie di ordinaria monnezza

2012-05-29
By

Marinella Correggia è nata a Rocca d’Arazzo in provincia di Asti. Impegnata da anni nell’affrontare temi socioambientali, si è occupata di campagne animaliste e vegetariane, di assistenza a prigionieri politici e condannati a morte, di commercio equo e di azioni contro la guerra. È stata in Iraq, Afghanistan, Pakistan, Serbia, Bosnia, Bangladesh, Nepal, India,...
Read more »

Il piano del regime per vincere le elezioni in Egitto

2012-05-29
By

E’ uscito ieri su Limes un articolo che davvero vale la pena di leggere. E’ di Marco Hamam e racconta la storia di uno dei video più cliccati d’Egitto, più di 650.000. Si intitola: “Così ha vinto Shafiq… il piano segreto per il ritorno del vecchio regime”. Il titolo è quello che riporto sopra,...
Read more »

Siria. Appello 2012

2012-05-29
By

Era circolato dai primi di maggio per letture, revisioni, approvazioni e ieri è uscito. Con Siria. Basta col sostegno alla repressione una comunità accademica di discrete dimensioni lancia un appello e, insieme, indica una politica sulla Siria. Un comunità composta in primo luogo di persone che la Siria la conoscono bene, per averci studiato, per...
Read more »

Alla ricerca di al-Qaida in Siria

2012-05-28
By

(Video del 16 febbraio 2012 del gruppo “Katiba al-Bara’ bin Malik” che esibisce sia la bandiera della Siria sia i drappi jihadisti) L’attentato di Damasco del 10 maggio scorso ha fatto scalpore e ha scatenato numerose reazioni. Molti hanno sottolineato le accuse da parte del regime di Assad contro gli insorti e viceversa, concludendo...
Read more »

I rivoluzionari e i presidenti

2012-05-27
By

Da quando il mondo è tale le rivoluzioni sono una cosa e le elezioni sono un’altra. Sebbene ambedue le cose abbiano a che fare, in qualche modo, con la democrazia, o meglio con l’idea di democrazia. Non capisco perché giri voce che “i rivoluzionari in Egitto hanno perso le elezioni”. L’anomalia, semmai, è che...
Read more »

Due parole sulle presidenziali egiziane

2012-05-26
By

Il 10 maggio scorso si era tenuto negli studi di una televisione privata egiziana un dibattito televisivo “all’americana” fra “i due candidati alla presidenza”: Amr Moussa e Abu el-Futuh. La notizia aveva generato qualche commento, i più consideravano la cosa come un segno positivo, emblematico del nuovo cammino intrapreso dall’Egitto verso la democrazia. Corradino...
Read more »

Il Sultano dei Paraculi

2012-05-24
By

Storie di ordinario opportunismo. Dopo “Il Terrore dei Supplì” di Mazzetta, c’è da leggere “Il Sultano dei Paraculi” di Karim Metref. Con la sua eleganza di addetto alle pompe funebri: giacca e cravatta scuri, capelli imbrillantinati e pettinati indietro, gira nei palazzi torinesi, come un’ombra, in cerca di qualsiasi fessura per intrufolarsi … continua...
Read more »

I diritti umani e la "primavera araba"

2012-05-24
By

Christine Weise, presidente di Amnesty International Italia, presentando l’edizione italiana del Rapporto annuale 2012, ha detto a Repubblica: E’ giunto il momento di mettere le persone prima delle aziende e i diritti prima dei profitti. Nel corso dell’ultimo anno è stato troppo spesso evidente come le alleanze opportunistiche e gli interessi finanziari avessero il...
Read more »

La nuda verità sulla Siria

2012-05-24
By

C’è un passaggio della lettera di padre Dall’Oglio a Kofi Annan che tutti dovrebbero leggere, per questo lo riprendo: Signor Annan, lei sa meglio di chiunque altro che il terrorismo internazionale islamista è uno dei mille rivoli dell’«illegalità-opacità»  globale (mercato di droga, armi, organi, individui umani, finanza, materie prime …). La palude interconnessa dei...
Read more »

Egitto, elezioni presidenziali (0.2): il timore dei brogli

2012-05-23
By

Riporto da un lungo articolo apparso oggi su Medarabnews: Ad infiammare negli ultimi giorni il panorama elettorale ci ha pensato Ahmed Shafiq, che alcuni sondaggi vicini alla giunta militare hanno inaspettatamente dato tra i favoriti. L’improvvisa visibilità di Shafiq ha insospettito molti fra coloro che ritengono che i generali non vogliano cedere il potere...
Read more »

Egitto, elezioni presidenziali (0.1): la democrazia sbarca in Arabia Saudita

2012-05-23
By

Arrivano i risultati elettorali delle presidenziali egiziane all’estero. Un rapporto preliminare è disponibile in inglese su Egypt Independent. I dati ci dicono poco, se non che nei paesi a maggioranza musulmana sono generalmente in testa candidati dall’identità politica islamica (Abu el-Futuh o Mohamed Morsi). L’unico vero dato da sottolineare è che in molti paesi...
Read more »

Curdi di Botan/Cizre

2012-05-22
By
Curdi di Botan/Cizre


Read more »

I copti e le presidenziali egiziane

2012-05-22
By

Sul “vagone” di chi appoggia Abu el-Futuh come Presidente dell’Egitto ci sono anche dei copti. Nonostante questi, che è descritto come “islamista moderato”, abbia ricevuto appoggio da alcuni gruppi salafiti. Un altro gruppo copto appoggia invece il candidato “della sinistra”, descritto anche come “un nasserista”, Hamdin Sabbahi.    
Read more »

L'islam di Stato e l'islam politico: l'anacronismo algerino

2012-05-22
By

Iniziano a costruire la terza moschea più grande del mondo. Avrà il minareto più alto d’Africa. E’ un tardo esempio di “islam di Stato”, incentivato da un regime per “fermare” l’ondata “islamista”. Di fatto, nel contesto di un regime, genera “islam politico”, meglio se globalizzato e salafita, come è successo nell’Egitto di Mubarak, nella...
Read more »

100 morti a Sana'a

2012-05-21
By

E’ stata al-Qaida, in particolare quella sua nuova emanazione che prende il nome di “Ansar al-shari’a”. In Yemen gli USA bombardano al-Qaida coi droni e al-Qaida risponde con un kamikaze lanciatosi contro una parata militare. In Yemen c’è un presidente fantoccio, messo al posto del precedente, che era ormai impresentabile. Il nuovo presidente è...
Read more »

Video: scontri all'Università di Aleppo sotto gli occhi degli osservatori ONU

2012-05-18
By

Universitá di Aleppo, Siria 17-5-2012 Video filmato dall’interno di un veicolo degli osservatori Onu, a bordo del quale vengono fatti salire dei manifestanti feriti: proprio di fronte al veicolo le forze di sicurezza picchiano degli studenti, mentre si possono vedere i gas lacrimogeni e la repressione della manifestazione antigovernativa. Le forze di sicurezza cercano...
Read more »

Carne halal: guerra di religione vs guerra commerciale, 2

2012-05-17
By

Leo mi manda un link a un articolo di New Statesman dal titolo “Halal hysteria“. E’ un pezzo importante, vista anche l’autorevolezza della fonte: il tema del cibo halal fa la sua apparizione sulla scena sociale e politica britannica, e qualcuno inizia a ragionarci sopra in maniera seria. Mehdi Hasan ci racconta che il...
Read more »

Siria, il movimento rivoluzionario non si riconosce nel Cns

2012-05-17
By

Il Consiglio Nazionale Siriano riceve un bello schiaffo dai Comitati di coordinamento locali del movimento rivoluzionario siriano (cioè le entità che si trovano effettivamente in Siria, sul campo). Dal blog Sirialibano: I Comitati di coordinamento locali, piattaforma dei membri del movimento rivoluzionario (الحراك الثوري) interno alla Siria, prendono le distanze dal Consiglio nazionale siriano...
Read more »

Non è stato a Guantanamo

2012-05-16
By

Dunque, come dicevo il 13 aprile, Abd el-Hakim Belhaj, l’ex capo del Gruppo Islamico Combattente per la Libia  entra in politica (sigla in inglese LIFG). La notizia gira in questi giorni sul web ma si porta dietro qualche sedimento di spazzatura mediatica accumulatosi nel tempo, visto che di Belhaj si è parlato spesso a...
Read more »

La primavera algerina

2012-05-12
By

Risultati elettorali in Algeria: Fronte di Liberazione Nazionale, 220 seggi, +84 rispetto al 2007 Raggruppamento Nazionale Democratico, 68 seggi,  + 7 rispetto al 2007 Alleanza Verde, 48 seggi, -12 rispetto al 2007 Fronte delle Forze Socialiste, 21 seggi, +21 rispetto al 2007 Partito dei Lavoratori, 20 seggi, -6 rispetto al 2007 Eccetera (altri partiti...
Read more »

RSS Islametro

febbraio: 2020
L M M G V S D
« Dic    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

Archivi

 
'