La nave nera

21 luglio 2017

Un aggiornamento sulla nave nera.

Sembra che sia ferma nel canale di Suez perché non ha i documenti in regola.

http://www.huffingtonpost.co.uk/…/defend-europe-ship-c-star…

Speriamo rimanga lì.

Intanto una Ong spagnola li ha denunciati

http://www.ansamed.info/…/spanish-ngo-reports-generation-id…

E la rete antirazzista di Catania si è mobilitata

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=762389617256148&id=468545723307207&pnref=story

Mentre Gea Schirò del PD ha presentato un’interrogazione parlamentare

http://www.ilsole24ore.com/…/migranti-nave-generazione-iden…

***

Qualche giorno fa Andrea Palladino per Famiglia Cristiana ricostruisce il CV della barca e di chi la gestisce

http://m.famigliacristiana.it/…/quella-rete-di-mercenari-di…

Trattasi di una rete di mercenari e vari generi di banditi.

Il capo della società che ha la nave è uno che nel 2002 è stato condannato per frode in Svezia.

Si chiama Sven Tomas Egerstrom.

La storia della nave è interessante. I suoi precedenti proprietari erano in contatto con la Blackwater di Erik Prince, oggi nelle grazie di Trump.

Prince, lo scorso gennaio, con un articolo sul Financial Times spiegava che si poteva risolvere il problema dei profughi grazie all’iniziativa congiunta privati-pubblico

https://getpocket.com/redirect…

In altre parole voleva entrare nel business con aziende “profit”, militarizzando il anche il Mediterraneo.

http://www.middleeasteye.net/…/blackwater-founder-returns-s…

Fate voi i conti, incrociando il tutto con le politiche italiane sulla Libia.

***

27 luglio 2017

Un altro aggiornamento sulla nave nera con qualche riflessione (fonti in coda, scusate la caoticità ma sono appunti, guardate nei commenti per ulteriori specifiche):

Dopo essere stati trattenuti nel canale di Suez perché non avevano i documenti a posto i fascisti (sulla cui nave viaggia una tipa che si dice giornalista e vorrebbe essere fascinosa di nome Southern e che fa le dirette su Periscope) si sono diretti a Famagosta, porto della Cipro turca, cioè un’entità statuale non riconosciuta dalla UE e in effetti riconosciuta solo dalla Turchia, sotto la cui diretta influenza agisce. La Cipro turca non riconosce alcuna convenzione o protocollo europei.

I fascisti avevano dichiarato di voler andare a Tripoli ma i documenti di viaggio dicono che si stavano teoricamente dirigendo a Tunisi. Poi hanno cancellato anche questa rotta e hanno fatto questa cosa di Famagosta. Prima di entrare in porto hanno detto alla capitaneria di essere una nave UE in missione per il salvataggio in mare dei migranti (battono bandiera mongola, non so se mi spiego).

A Famagosta il capitano e il suo vice sono stati arrestati con l’accusa di non avere i documenti in regola, la nave è stata svuotata. C’erano 20 marinai (cingalesi) che a detta dei fasci figuravano come apprendisti.

Cinque di loro hanno chiesto asilo dichiarando che avevano pagato un sacco di soldi per stare su quella nave e farsi portare in Europa. Dunque si configurerebbe il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, dicono alcuni.

Ironia, no? Fino a un certo punto. La relazione di questi fascisti con la ciurma, anche nel caso che davvero avessero i documenti da apprendisti, è quella tipica “schiavo-negriero”: un modello che ai fasci non disturba affatto, anzi. Che poi questa relazione sia la regola, ormai, nel mondo ultraliberista globalizzato, è solo un dettaglio (magari usato, come in questo caso, per fare finta di essere “in regola”).

Pare che i cinque abbiamo fatto questa cosa dell’asilo perché aiutati dall’unica ONG che si occupa di rifugiati e migranti ad operare lì. I fasci dicono che i cinque sono stati corrotti “dalle ONG”, cioè un’entità astratta ormai luogo comune nel nostro mondo mediatico inquinato (grazie a tutti, davvero, per la messe di stronzate che siete riusciti a mettere in circolo in pochi mesi). Così facendo introducono un elemento narrativo che si pone su un livello superiore nella catena causale del gombloddo Soros-Kalergi. Ciò indica chiaramente che, non sapendo cosa cazzo inventarsi, l’hanno buttata in caciara (cosa facile da fare, ormai, ancora grazie a tutti, davvero).

Meanwhile, come scrive Palladino:

<<ieri sera il profilo twitter “Defend Europe”, gestito dall’organizzazione di estrema destra, ha lanciato un post: “Che tipo di salvataggio può fare la Ong Open arms quando la loro nave è ad un appena un miglio dalle coste libanesi?”. Al tweet è allegata la schermata di Marine Traffic, sito di monitoraggio delle rotte marittime, che mostra la nave della Ong spagnola vicina al Libano. E’ la prova di un comportamento opaco? In realtà qualcuno, al momento ignoto, aveva poche ore prima manipolato il sistema Ais, che riceve i segnali dai trasponder delle navi. La Open Arms era in realtà regolarmente in navigazione nella zona di soccorso tra la Libia e la Sicilia. A scoprire l’hackeraggio è stata la stessa Marine Traffic: “L’unica spiegazione plausibile – spiega Alex Charvalias, esperto di Data intelligence di Marine Traffic, interpellato da Famiglia Cristiana – è uno spoofing (clonazione, ndr) del segnale, che ha utilizzato lo stesso MMSI (ovvero il numero univoco della nave, ndr)”. Insomma un’azione deliberata, non un errore del sistema.>>

Tutto questo ci segnala che questi merdoni agiscono furbamente e coscientemente al limitare della legalità (la quale nel caso delle migrazioni è sempre più legalizzazione del crimine, ma lasciam perdere questo discorso) – e hanno vari amici in giro, anche in rete – con il solo scopo di continuare a navigare nel Mediterraneo e dire idiozie tossiche facendo finta di fare qualcosa.

E’ interessante considerare, a questo punto, che c’è chi (voxnews), dimostrando anche un certo tasso di creatività, fa bingo (islamofobo) titolando “ISLAMICI BLOCCANO NAVE ANTI-ONG: SEQUESTRATO COMANDANTE”. Cioè praticamente la Cipro turca diventa una postazione di “pirati islamici” (scomparsi dal Mediterraneo diversi secoli fa e cmq “musulmani” e non “islamici” e cmq la pirateria del Mediterraneo fu meticcissima) e un arresto diventa un seguestro.

Non si trascuri l’inversione ideologica tipicamente fascista in quanto codarda: questi entrando in porto hanno millantato di essere una nave UE che salvava migranti e ora gli amici di tastiera dei fascisti, fascisti anch’essi, invocano l’UE contro la quale tutti quanti si scagliano. E’ un atteggiamento meschino e vittimista che da un fascista dobbiamo sempre aspettarci (e poi dicono “buonisti”, mortacci vostra).

Tanto più che, come paventa Palladino di Famiglia Cristiana: “Prende corpo l’ipotesi che fosse proprio il porto di Famagusta, nella zona nord a controllo turco di Cipro, la base logistica scelta dall’organizzazione Generazione identitaria per lanciare la missione della C-Star, con l’obiettivo di boicottare l’azione umanitaria delle Ong impegnate nel mare tra la Libia e la Sicilia. Sulla rete social twitter è stata diffusa nelle scorse ore la foto dell’armatore della nave Tomas Egerstrom, mentre alcune fonti confermano la partenza per Istanbul di alcuni attivisti di Generazione identitaria. L’accesso alla zona nord di Cipro è infatti possibile partendo dalla Turchia, ed è anche al di fuori del controllo delle forze navali europee, impegnate con l’agenzia Frontex nell’emergenza migranti. Il porto e le acque della zona sono sotto la diretta influenza della Turchia”.

Insomma i pirati, secondo le regole UE, sarebbero quelli della C-star. Io però, e non sto a spiegare il perché, ho troppa stima per la categoria “pirati” per definire questa gentaglia “pirati”. In effetti questi idioti si atteggiano quasi a pirati non avendo tuttavia la stoffa per esserlo. E neanche il profilo ideologico corrisponde, visto che vogliono fare le guardie, non i ladri, di fronte a Tripoli. E inoltre viaggiano sulla C-Star, che appartiene ad una società inglese di contractors specializzata in sorveglianza armata anti-pirateria (somala). E la società, come dicevo l’altra volta, ha una relazione con Prince di Blackwater, ora nella squadra di Trump, che vorrebbe militarizzare-privatizzare i salvataggi nel Mediterraneo, facendo di essi un business (anche le ONG sono private ma appunto sono no-profit e sfido chiunque a dimostrare il contrario).

Sennonché qui la questione è che forse il capitano lo rilasceranno e i fasci saliranno sulla nave e risalperanno. Faranno danni mediatici e questo è il loro principale scopo. Tutta questa roba, voglio dire, potrebbe essere solo l’inizio se non li si ferma subito DAVVERO.

—————————

I pezzi di Palladino (da leggere)
http://www.famigliacristiana.it/…/quella-rete-di-mercenari-…
http://www.famigliacristiana.it/…/che-cos-e-una-santa-barba…
http://www.famigliacristiana.it/…/che-cos-e-e-che-cosa-vuol…
http://www.famigliacristiana.it/articolo/la-nave-c-star.aspx

Un po’ di documentazione:

https://hopenothate.org.uk/…/exclusive-defend-europe-turmo…/
http://www.ibtimes.co.uk/captain-far-right-ship-disrupting-…
https://www.buzzfeed.com/ryanhate…/identitarians-get-a-boat…

Un po’ di Leonardo Bianchi sui temi toccati

https://news.vice.com/…/nave-generazione-identitaria-estrem…
https://news.vice.com/…/estrema-destra-crowdfunding-per-blo…
https://news.vice.com/…/piano-kalergi-complotto-estremisti-…

Come la raccontano i fascisti:

https://voxnews.info/…/islamici-bloccano-nave-anti-ong-seq…/
http://www.ilgiornale.it/…/cipro-bloccata-nave-destra-ong-h…

[p.s. vedo ora che la cosa è finita in prima pagina su Repubblica. Certo – guardate il post di Antonello Zecca nei commenti – tutto questo poi alla fine può avere l’effetto di cancellare le notizie allarmantissime provenienti dalla Libia all’indomani della pantomima di Macron. Su quest’ultima cosa, cioè la finta di Macron, leggete Mattia Toaldo ]