Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Torna da dove sei venuto, principe dei miei stivali

2011-04-12
By

Per comprendere la mia avversione nei confronti del principe al-Walid bin Talal, il fighettino saudita che fa “il buono” in giro per il mondo, dovreste leggere tutti questi post:

  1. Islam percepito
  2. 500 musulmani influenti e una moschea a Manhattan (islam percepito, 4)
  3. Il Principe al-Walid e la Cordoba House (Islam percepito, 5)
  4. Winnie The Pooh e la moschea di Medina
  5. Islamofobia vs Islamercato 1-1
  6. Paura saudita (2)
  7. Libia: scenari economici e intervento militare
  8. Gli emissari di Mediaset a Tunisi

Non vi basta? Eccolo in versione Bono Vox missato con D’Alema:

Orribile, vero?

Non vi stupirete, a questo punto, della mia profonda felicità nell’apprendere che le terre da lui acquistate in Alto Egitto sono state “congelate” in attesa che si chiariscano alcune cosucce associate al loro acquisto:

The Prince’s tenure amounts to 100,000 feddans (420 millions square meters) and was acquired in 1998 following plans to carry out a main development project to create 540,000 feddans (220 millions square meters) of new fertile land in Egypt’s Western Desert (fonte).

“Investigations revealed that the contract contained unknown provisions that violated the law and gave the company unjustified benefits,” public prosecutor’s spokesman Adel al-Saeed wrote in a statement.

Parliamo dello stesso putrido individuo che recentemente ha offerto 4 miliardi di dollari al Governo egiziano affinché si facessero decadere le accuse contro Mubarak e la sua famiglia.

Uno che sa come funziona la democrazia.

Ah, dimenticavo: a suo nome sono intestati diversi Dipartimenti di studi islamici in mezzo mondo (vedi fra i link).

 

 

 

 

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Archivi

 
'