Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Porro cade dal pero e se la prende coi ‘slamici

2017-09-14
By

Notizia fredda foriera di un pensieretto.

Ho letto questo articolo de Il Giornale in cui Nicola Porro racconta quanto segue.

Sono andato negli Stati Uniti con mia figlia settemezzenne.

Presso una spiaggia statunitense a mia figlia è stato intimato di indossare il pezzo di sopra del costume.

***

Nicola Porro e sua figlia hanno sperimentato qualcosa di abbastanza statunitense, il tabù della nudità.

E’ proprio una cosa atavica di bacchettoni, un lato dell’America fra l’altro abbastanza rivelatore.

Attraverso questa lente vedi anche un po’ i Trump, per dire, il modo che hanno di pensare al sesso.

Capisci pure quanto sono goffi, dai.

***

Nicola Porro però non se la piglia esattamente con questo fatto.

Non dice una cosa tutto sommato superficiale come ho appena fatto io.

Non dice nemmeno: gli americani sono europofobi.

No, lui dice: la piscina era piena di donne in burkini e a loro non dicono nulla, uffa.

Dice: gli ‘slamici hanno la libertà del burkini, mia figlia non ha la libertà del monokini (come se poi a una settemezzenne fregasse davvero qualcosa di questa roba, ma vabbene).

Capito?

Lui pensa: io sono come gli americani, io non sono come i ‘slamici. E allora perché gli americani non accettano il vestiario di mia figlia ma accettano il vestiario dei ‘slamici?

***

Vi rendete conto, spero, del volume di idiozia contenuto in questo pensiero.

Dai, esercitatevi se volete, io non lo farò.

Cioè, uno può dire che Porro è islamofobo ma non basta.

Uno deve dire anche la seguente cosa a Porro stesso:

Caro Nicola,

succede di cadere dal pero, temo che a ognuno di noi sia successo almeno una volta nella vita.

Ma cadere sul pero e documentare il fragore della caduta su un giornale nazionale è da veri puzzoni.

***

La cosa che però fa più ridere è che a un certo punto Libero riprende Porro e lo parafrasa, estraendone il succo islamofobo.

Il risultato è… non so, non so descriverlo.

Conclusione: per essere razzisti, islamofobi e criptofascisti si deve essere idioti, si deve mostrare idiozia, millantare idiozia, spargere nel mondo tonnellate e tonnellate di idiozia.

 

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Archivi

 
'