Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

La Tunisia ha il Generale più pacifico del mondo

2011-04-19
By

Continua la marcia della Tunisia verso la perfezione.

Oltre ad essere  il paese più libero del mondo e il più paritario, è anche da pochi giorni un paese in cui il Capo dell’esercito è nominato tale in quanto protagonista di un rifiuto della violenza:

Tunisi, 18 apr. (TMNews) – Il capo di Stato maggiore dell’esercito tunisino, generale Rachid Ammar, è stato oggi nominato capo di Stato maggiore interforze: lo ha annunciato una fonte militare. Il generale Ammar gode di una grande popolarità da quando a gennaio si era rifiutato di far aprire il fuoco sui manifestanti durante le proteste che hanno portato al crollo del regime del presidente Zine El Abidine Ben Ali.

Rachid Ammar, 60 anni, era stato promosso nel giugno 2010 generale di corpo d’armata prima di essere nominato qualche giorno fa capo di Stato maggiore dell’esercito. Fondate il 30 giugno 1956, le forze armate tunisine contano attualmente 35.000 uomini, di cui 27.000 nell’esercito. (con fonte Afp)

viaTunisia/ Generale che rifiutò di sparare nominato capo esercito. Rachid Ammar da allora gode di grande popolarità | Daily Blog.

Tags: , , ,

2 Responses to La Tunisia ha il Generale più pacifico del mondo

  1. Valerio Peverelli on 2011-04-19 at 12:38

    Mentre la Tunisia si mobilità per batterci in democrazia, l’Europa fa di tutto per aiutarla.
    Inafatti l’Ungheria ha inaugurato oggi la sua costituzione anti democratica, un modello cristallino per tutte le destre europee:
    – L’Ungheria non è più una repubblica in compenso è lo stato nazionale ungherese (aprendo a tutte le rivendicazioni nazionalistiche sulle notevoli terre irredente in Romania, Serbia, Slovacchia, Ucraina le cui minoranze di ungheresi “etnici” saranno consiederate parte della grande ungheria e avranno la cittadinanza.., so che questo è un punto che si sottovaluta, ma in realtà è il più pericoloso per la pace e la stabilità d’Europa.)
    – Il cattolicesimo è, praticamente, la religione di stato, l’aborto è proibito, le minoranze etnico-religiose non sono tutelate ( e guardate con sospetto dall’esecutivo), per non parlare delle minoranze di genere. (gli ebrei ungheresi hanno paura, i rom sono addirittura terrorizzati e pronti a migrare, mentre gli immigrati in Ungheria non sono numerossissimi, ma credo inizeranno a farsi i loro conti).
    -libertà di stampa? chi era costei? Giornali sottomessi all’esecutivo, come anche la magistratura, inoltre nessuna garanzia democratico-procedurale (corte costituzionale, ecc.) può più mettere i bastoni tra le ruote agli “eletti dal popolo” se questi vorranno fare leggi eversive.
    – ripresa di quasi tutti i simboli del passato regime fascista ungherese, che poi sono, in parte, gli stessi dell’ancienne regime. Per il governo ungherese attuale il mondo ha iniziato a peggiorare nel 1789, quando quei mariuli degli illuministi-massoni-ebrei-giacobini-calvinisti hanno congiurato contro il Re di Francia unto dal signore.

    Attenzione gente, questi sono il nuovo che avanza, il modello per l’Europa, speriamo che Bossi e Berlusconi non abbiano nessuno nel loro staff che conosca l’Ungherese (lingua ostica, per fortuna) altrimenti rischiamo di vedere questa costituzione additata a modello…

    Bisogna fare qualcosa, questo sta accadendo in Europa. Non voglio essere costretto ad attraversare il canale di Sicilia e scappare in Tunisia tra una decina d’anni.

    • Lorenzo Declich on 2011-04-19 at 14:43

      oug. lo dico da sempre, io, che bisogna fare davvero l’unione del mediterraneo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Archivi

 
'