Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Servizi Segreti Stranieri e il Ministero degli Affari Esteri Iraniano

2011-06-21
By

Un gruppo di parlamentari iraniani interpella Alì Akbar Salehi, Ministro degli Esteri, riguardo alla scelta di Mohammad Sharif Malek-zadeh quale consigliere finanziario e amministrativo del dicastero. Niente di sconvolgente, se non fosse che l’accusa è nientemeno che con questa nomina “i servizi segreti ottengono una certa influenza all’interno del Ministero degli Affari Esteri”. sic!.

I 33 firmatari dell’interpellazione hanno affermato che non solo il signore Malek-zadeh è stato accusato in precedenza di reati finanziari e non-finanziari, ma che quasi tutti i suoi precendenti collaboratori sono in galera al moment. Fatto che di per sè rivelerebbere quanto sia compresso…

il suo imminente arresto sarebbe stato comunicato dal procuratore di Teheran direttamente al Ministro Salehi.

Indovinate un po’ chi è questo Malek-zadeh? Uno strettissimo collaboratore di Mashaai, lo stregone di Ahamdinejad

E questo la dice lunga di quanto sia potente questa figura, abbastanza oscura tuttora, da poter ancora influenzare la nomina di cariche importante, nonostante sia stato completamente emarginato dalla politica iraniana delle istituzioni. L’unico o quasi, del suo giro, ad essere ancora in libertà. Il filo è intrecciato direttamente a quello del presidente Ahmadinejad, ed è il destino di quest’ultimo a dipendere da Mashaai, e non viceversa.

Un ministero degli esteri che fu tolto da Mottaki e in cui la questione del nucleare e della Siria sono diventati centrali se non vitali, mentre le questioni diplomatiche a largo respiro sono accantonate per tempi più tranquilli…

Tags: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

giugno: 2011
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Archivi

 
'