Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Tunisia. Nessma TV, Tareq ben Ammar e Silvio Berlusconi

2011-10-03
By

Sabina Ambrogi pubblica su Repubblica.it una importante intervista a Sihem Bensedrine, giornalista tunisina impegnata in prima linea sulla libertà di informazione in Tunisia prima e dopo la rivoluzione.

C’è anche la videointervista.

I passi più importanti dell’intervista, a mio modo di vedere, sono sul ruolo della televisione di Tareq ben Ammar/Silvio Berlusconi: Nessma TV:

Il potere di Nessma Tv. Il ruolo di Berlusconi  –  secondo  Sihem –  è  indiretto ma incontrovertibile. E’ attraverso Nessma (di cui anche Gheddafi è azionista) che si sostengono  le lobby di potere di Ben Ali.  La posta in gioco, che per  la Tunisia si trova anche in questo scontro tra vecchie e nuove forme di comunicazione, sono le elezioni. E chi come Sihem lotta ogni giorno per la democrazia sa bene che il voto non potrà essere libero e trasparente “senza media plurali e indipendenti”.

“Nessma  è lo zoccolo duro della disinformazione , della censura – spiega la giornalista – corrisponde praticamente alla tv pubblica poiché è completamente messa a servizio della disinformazione ufficiale. Il ruolo di Berlusconi non è diretto. Ma le stesse pratiche che si trovano  nella tv di Berlusconi sono seguite dalla tv tunisina che sta avendo un ruolo nefasto nel paesaggio mediatico. E’ una vera lobby contro la liberalizzazione dell’informazione e l’arrivo di nuovi media indipendenti, come per esempio radio Kalima, a cui fino a oggi hanno vietato licenze e frequenze, dopo che per tre anni ha avuto un ruolo  decisivo come  media della dissidenza”.

Questi sono i post che ho scritto sul tema:

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ottobre: 2011
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivi

 
'