Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Boutades (e politica marrone 2.0)

2009-10-19
By

Sull’ora di religione islamica le hanno dette tutte: sì, no, forse, sì ma d’Alema è un buffone, no ma Fini è comunista etc. Il ché dimostra che tutta questa faccenda era una boutade destinata alla politica e non all’Italia (tantomeno ai musulmani in Italia).

Era facile capirlo. In Italia non c’è ancora nemmeno un protocollo di intesa con i musulmani (che già sarebbe una stortura) ma solo una Consulta per l’Islam italiano, figuriamoci se si riesce a ragionare in maniera sensata di cose come l’educazione religiosa.

In ogni caso:

  1. Italianidelfuturo e Fareglieuropei si sono confermati due agenzie di marketing;
  2. L’Italia conferma di non avere nessuna politica di integrazione degli immigrati, a partire dalla cittadinanza per finire all’istruzione.

Ribadiamolo. Il problema non è l’ora di religione islamica. Il problema è l’ora di religione. Se non fosse così un intervento come quello di Zaia – ora di religione cattolica obbligatoria per i ragazzi islamici – potrebbe sembrare una cosa civile, invece non lo è, perché al livello dei pensieri di Zaia ci sono le pene corporali ai carcerati.

Ma il massimo, come sempre, lo dà il Ministro degli Interni:

Mentre l’ora di religione cattolica – ha spiegato Maroni – rappresenta un’entità, la chiesa, che ha una gerarchia, dei valori precisi che si possono trasmettere, quello dell’imam è un mondo tutto diverso, l’imam interpreta il Corano liberamente, non c’è una serie di dogmi, non c’è un messaggio chiaro da trasmettere (fonte)

“Non c’è un messaggio chiaro da trasmettere?” Secondo Maroni l’ora di religione islamica non si può fare perché i musulmani sono confusi*.

Roba da non crederci.

p.s. che vi dicevo? gente come me non insegnerà mai religione.

p.p.s. continua la saga Italia-Libia con interessanti crossover narrativi rispetto alla questione che trattiamo qui. Urso, e cioè colui che ha proposto l’ora di religione islamica in Italia, va in Libia e incassa un sì:

Grazie per la sua proposta di vicinanza culturale che evidenzia come fra noi non ci siano differenze – ha detto il ministro libico per l’Economia, il commercio e l’industria, Mohammed Al Huweji, rivolgendosi direttamente al vice ministro allo Sviluppo economico Urso arrivato oggi in visita in Libia (fonte).

Mamma che risate.

* Maroni, ti assicuro, non è così. Non basta leggere il primo paragrafo di “Che cos’è l’Islam” sul computer per farsi un’idea di come funzioni. Purtroppo mi sono imposto solo 30 secondi, altrimenti lo spiegherei. Anche se, alla fine, non credo che ti interesserebbe. Sei in malafede: quello che ti interessa è trovare uno straccio di strategia comunicativa per evitare critiche e rimanere presentabile.

Tags: , , , , , , , , ,

One Response to Boutades (e politica marrone 2.0)

  1. […] Boutades (e politica marrone 2.0) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ottobre: 2009
L M M G V S D
    Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi

 
'