Tutto in 30 secondi
[was] appunti e note sul mondo islamico contemporaneo

Buttiamocelo alle spalle

2010-02-24
By

“La Stampa” archivia l’ormai claudicante “scontro di civiltà” grazie alle illuminate parole di Mimmo Càndito.

L’occasione per farlo glie l’offre l’uscita in Italia di The Geopolitics of Emotion: how cultures of Fear, Humiliation and Hope are Reshaping the World di Dominique Moisi.

La recensione, dello scorso 21 febbraio, si intitola “Dallo scontro delle civiltà allo scontro delle emozioni“.

Ecco come la mette giù Càndito:

La Storia può essere raccontata in mille modi […] In qualche modo raccontava questa storia anche Samuel Huntington, quando vedeva nel futuro del nostro mondo lo scontro di civiltà (“Tha Clash of Civilazations and the Remaking of World Order” fu il titolo del suo celebre studio) come deriva inevitabile della vita dei popoli, popoli identificati non secondo schemi politici o nazionalistici ma dentro macroregioni unite da culture e religioni comuni. Fu una lezione molto letta e discussa, ma alla fine la visione del professore di Harvard si rivelò incapace di resistere alla critiche e di raccogliere nel proprio disegno omogeneizzante la complessità delle storie delle società del nostro tempo.

Bene, ce l’abbiamo fatta.

Bisognava arrivarci 15 anni fa, forse avremmo evitato un bel po’ di violenza, ma va bene lo stesso.

Quanto a Geopolitica delle emozioni leggete la recensione di Càndito: non è sempre necessario parafrasare, qui e altrove, concetti esposti in maniera sufficientemente chiara (anche se non del tutto corretta, ma va bene così).

Dico solo che a me il tema piace, penso ci sia qualcosa di azzeccato nel punto di vista di Moisi. Un approccio simile a un best seller del 1999:  The Culture of Fear: Why Americans Are Afraid of the Wrong Things di Barry Glassner (vedi qui).

Mi sono subito aggiudicato una copia e non vedo l’ora che arrivi a casa. Nell’attesa, per fare qualche ragionamento in merito, ho trovato questo lavoro del Pew: “Mixed Views of Hamas and Hezbollah in Largely Muslim Nations“.

Tags: , , , , , , ,

3 Responses to Buttiamocelo alle spalle

  1. Miguel Martinez on 2010-02-24 at 12:40

    Nel lavoro del Pew, noto che il 54% dei musulmani nigeriani tifa per Osama, e l’81% per Obama. Non è che in Hausa cè qualche confusione tra la “s” e la “b”?

    :-)

    Miguel Martinez

    • Lorenzo Declich on 2010-02-24 at 13:17

      Secondo me è un ottimo esempio di “geopolitica delle emozioni”.

      La Nigeria è il classico paese islamericano. Un po’ come l’Indonesia.

  2. […] E dalla analisi della pagina di presentazione si capisce che all’ISPI non hanno ben chiaro che mettere a confronto i due concetti di “scontro di civiltà” e “incontro di civiltà” significa affermare che ancora al mondo vi siano civiltà diverse, un fatto assolutamente da dimostrare (vedi qui e qui). […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

febbraio: 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Archivi

 
'